Syndication

giovedì 25 febbraio 2021

La Corte di Appello della California ha confermato la richiesta di disabilità della elettrosensibilità di un insegnante

 



 California Appellate Court rules that Electromagnetic Hypersensitivity (EHS) or Wi-Fi sickness is a disability under California's Fair Employment and Housing Act



La corte d'appello ha invertito in parte, ritenendo che Brown abbia richiesto adeguatamente sia un'inabilità che l'omissione del distretto di gestire adeguatamente quell'inabilità . 

Per confermare la validità del reclamo, Brown ha dovuto mostrare 

(1) ha avuto un'inabilità coperta da FEHA; California Fair Employment and Housing Act 

(2) poteva o  meno  effettuare le funzioni essenziali del lavoro; 

e (3) il distretto non è riuscito ragionevolmente a gestire la sua inabilità . 

Brown ha soddisfatto ciascuno di questi requisiti. 

Che la disabilità presunta del Brown---sensibilità elettromagnetica---non è una disabilità "riconosciuta,,, sotto gli Americani con la Legge di disabilità (ADA) di 1990 non era dispositiva. Le protezioni FEHA contro gli danni basati sulla disabilità sono indipendenti da quelle sotto l'ADA. FEHA afferma che una "disabilità fisica" include, ma non è limitata a, "qualsiasi malattia fisiologica, disordine, condizione, deturpamento cosmetico, o perdita anatomica che (1) colpisce uno o più dei diversi sistemi del corpo elencati, e (2) limita una importante attività di vita. 

Qui, la Brown ha dichiarato di non poter lavorare a causa di "dolore cronico, mal di testa, nausea, prurito, sensazioni di bruciore sulla pelle, problemi alle orecchie, mancanza di respiro, infiammazione, palpitazioni cardiache, complicazioni respiratorie, testa annebbiata e affaticamento", tutti sintomi di EHS. 

Che l'ADA non può riconoscere la EHS era irrilevante. Brown ha adeguatamente invocato la disabilità fisica sotto gli auspci del  FEHA. 

Il giudice Wiley ha concordato, ma ha espresso preoccupazione nel dare qualsiasi tipo di luce verde alla richiesta di disabilità "senza precedenti e non ortodossa" della Brown.

"Mi preoccupo di dare qualsiasi tipo di luce verde a questa richiesta di invalidità senza precedenti e non ortodossa. L'avvocato del querelante è stato molto riluttante ad ammetterlo durante l'arringa orale, ma sembra chiaro che siamo la prima corte negli Stati Uniti d'America - una nazione di oltre 300 milioni di persone - a permettere un'affermazione che 'il Wi-Fi può farti ammalare'. ”


Ecco cosa mi ha scritto un avvocato sul caso:


"Ho letto questa decisione d'appello diverse volte e non credo che dica quello che viene riportato. Penso che la gente stia leggendo troppo le parole della Corte. 

 

Nel ribaltare l'obiezione, la Corte ha detto: "Brown ha adeguatamente sostenuto la disabilità fisica entro i quattro angoli dello statuto".  Si dice specificamente "disabilità fisica" e la discussione della Corte indica che era irrilevante cosa avesse causato la disabilità. E da nessuna parte nella decisione si dice che la disabilità è stata causata da campi elettromagnetici o è innescata da campi elettromagnetici. Quindi, la conclusione che la Corte ha trovato che EHS è una disabilità ai sensi della legge è un tratto. La corte ha detto che lei ha dimostrato adeguatamente che è stata danneggiata".



Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)


Ha detto che "finora, la opinione pubblicata in appello" sull'argomento "sembra essere stata" quella della Settima Corte d'Appello degli Stati Uniti in Hirmiz contro New Harrison Hotel Corp. Lì, il giudizio sommario è stato affermato in un'azione contro un hotel da un impiegato licenziato scrivania che ha sostenuto la discriminazione in violazione degli americani con il Disabilities Act ("ADA"), citando un disturbo causato da una prolungata esposizione ai campi elettromagnetici sul posto di lavoro.


http://www.metnews.com/articles/2021/WiFi_Illness_02192021.htm

 

mercoledì 24 febbraio 2021

La FCC alle strette in tribunale ?


Durante le audizioni per  la causa intentata da EHT  contro la FCC perché non ha mai modificato i limiti di esposizione definiti nel 1998, 






Nel rivedere il nostro caso, Environmental Health Trust et al v. FCC, la corte ha chiesto all'agenzia di mostrare su quale parere di esperti si era basata la loro decisione di respingere lo studio NTP e migliaia di pagine di scienza peer-reviewed. La FCC aveva invocato l'Interagency Radiofrequency Radiation Work Group, ma non poteva fornire alcuna prova che questo gruppo di lavoro federale informale, non finanziato, si sia incontrato o abbia offerto alla FCC alcun consiglio negli ultimi due anni. 

 






https://www.washingtontimes.com/news/2021/feb/23/why-im-challenging-the-fcc-about-antiquated-safety/

lunedì 22 febbraio 2021

E' nato il primo partito No-5G ! In Australia

Il No5G Party è ora registrato come partito politico federale!



Siamo il primo partito politico No5G unico al mondo, proprio qui in Australia.

Vorremmo ringraziare tutti i nostri membri per il loro sostegno nel raggiungimento di questa pietra miliare.


Anche se abbiamo già più di 1.000 membri, il nostro obiettivo è quello di rendere il No5G Party il più grande partito politico basato sul tesseramento in Australia. Con il vostro aiuto questo può essere raggiunto condividendo questo messaggio e reclutando quante più persone possibile. Questo ci darà una voce forte e unificata che non può essere ignorata.


È chiaro che sempre più persone stanno diventando informate e preoccupate per i pericoli delle radiazioni elettromagnetiche a livello locale e globale.


Se potessimo reclutare solo 56.000 membri, diventeremmo il più grande partito politico in Australia e con questi numeri la nostra voce sarà ascoltata.


 

https://no5gparty.org.au/



mercoledì 17 febbraio 2021

il 5G è un flop ?! dei sondaggi US rilevano che solo il 5% dei clienti è disposto a pagare di più ...


www.activistpost.com


Le aziende di telefonia mobile hanno 'pompato'  senza precedenti per spingere  i clienti verso il 5G. 

A novembre, ho registrato una partita di football universitario che mi ha permesso di tornare indietro e contare i dodici (12) spot 5G durante la partita. La pubblicità durante gli eventi sportivi è relativamente costosa, quindi questi annunci non sono stati acquistati a prezzi stracciati. La quantità di denaro che viene spesa per pubblicizzare il 5G deve essere gigantesca.


Sembra che tutta quella pubblicità non stia avendo l'impatto che le aziende cellulari volevano. 

JD Powers ha condotto una serie di grandi sondaggi verso la fine del 2020 e ha scoperto che il pubblico non era affatto innamorato del 5G, anche dopo tutta la pubblicità. In un sondaggio si è visto che  pubblicità ha creato la consapevolezza del 5G e il 92% degli intervistati ha sentito parlare del 5G. Tuttavia, solo il 26% crede che il 5G sia più veloce dell'attuale banda larga dei cellulari 4G. La risposta che i carrier cellulari troveranno preoccupante è che solo il 5% degli intervistati pagherebbe di più per avere il 5G. Solo il 4% è disposto a cambiare fornitore di cellulari per avere il 5G.

 



https://potsandpansbyccg.com/2021/02/09/5g-a-fizzle-with-consumers/

lunedì 15 febbraio 2021

Sud Corea: Il Centro Nazionale per il Cancro avverte del pericolo del tumore dal telefono cellulare

 



Un nuovo studio di revisione rileva che un uso più pesante del telefono cellulare aumenta il rischio di tumore



Il fatto che il National Cancer Center della Corea del Sud abbia ora deciso di emettere un comunicato stampa per promuovere i risultati del nostro studio (pubblicato lo scorso novembre) sembra significativo perché, come gli Stati Uniti, l'industria delle telecomunicazioni in Corea del Sud è molto potente. Se questa notizia viene riportata dalla stampa popolare, le persone potrebbero prendere maggiori precauzioni nell'uso dei telefoni cellulari.


In Corea del Sud c'è la SAMSUNG  !  Ha un potere enorme su tutta la vita economica e non solo di quel paese ... 

... qualcosa si muove! 


https://www.saferemr.com/2020/11/new-review-study-tumor-risk.html

martedì 9 febbraio 2021

5G un fallimento in Sud Korea ... ?

La Corea del Sud è stato il primo paese a fornire comunicazioni cellulari di quinta generazione, ma secondo un alto politico gli abbonati stanno cancellando i contratti e tornando al loro vecchio servizio 4G-only, riporta Nikkei.



"Ben 562.656 persone sono passate dal 5G all'LTE", ha detto Hong Jung-min, un politico del Partito Democratico della Corea del Sud e membro del Comitato per le Scienze, ICT, Trasmissioni e Comunicazioni dell'Assemblea Nazionale. Questo numero rappresenta circa il 6,5% del numero totale di abbonati 5G della Corea del Sud con i suoi tre fornitori di servizi nazionali - SK Telecom, Korea Telecom e LG Uplus - alla fine di agosto.


Tra le ragioni per rinunciare al 5G ci sono: scarsa copertura, pochi vantaggi rispetto al 4G, consumo estremo di energia e prezzi elevati.


 














https://www.eenewsanalog.com/news/south-koreans-turn-against-5g-over-poor-performance

giovedì 4 febbraio 2021

Cina: imposto dal Ministro dell'Educazione il bando dello uso del telefono cellulare a scuola


Le autorità cinesi hanno vietato i cellulari nelle aule e nelle scuole con effetto immediato, nel tentativo di proteggere gli studenti dalla dipendenza digitale e salvare la loro vista.


Il divieto si applicherà a tutti gli studenti in tutto il paese. 


Gli studenti cinesi saranno autorizzati a portare un dispositivo mobile a scuola solo in circostanze speciali. Tuttavia, durante le lezioni, tutti i dispositivi saranno consegnati agli insegnanti, ha detto il ministero sul suo sito web il lunedì.


Con l'obiettivo di "proteggere la vista degli studenti e farli concentrare sullo studio", la nuova regola del ministero ha cercato di prevenire la dipendenza degli studenti da internet, migliorando il loro sviluppo fisico e psicologico, la direttiva ha dettagliato.

 

Non si parla di inquinamento elettromagnetico ma è già un bel passo! 


 



https://www.inkstonenews.com/education/china-just-issued-full-ban-phones-schools/article/3120322

mercoledì 3 febbraio 2021

Tribunale francese blocca lo smart meter a casa di una persona elettrosensibile

 


Inquilino elettrosensibile giustificato nell'opporsi alla installazione di un contatore dell'acqua "intelligente", ovvero uno smart meter,  secondo la corte d'appello di Parigi

 Questa è la prima volta che un tribunale   ammette che un contendente  l'elettrosensibilità per opporsi a un contatore 'smart meter' dell'acqua .


Nell'ottobre 2015, il Public Housing Office di Arcueil-Gentilly (Val-de-Marne) ha annunciato ai suoi inquilini che la società Proxiserve avrebbe sostituito i loro contatori d'acqua individuali con i cosiddetti contatori "intelligenti", finalizzati alle letture a distanza. Una residente, la signora X, si oppone, l'ufficio  ottiene che le venga ordinato di aprire la sua porta ai tecnici.


La sig.ra X fa ricorso, grazie al patrocinio a spese dello Stato, e produce un certificato medico attestante che il suo stato di salute non le permette di resistere alle onde elettromagnetiche emesse dai contatori "intelligenti".


La Corte d'Appello di Parigi ha stabilito il 9 giugno 2020 che nessuno dei testi invocati dal locatore può giustificare l'obbligo di far entrare Proxiserve. L'articolo 7-e della legge 6 luglio 1989, secondo il quale il conduttore deve "consentire l'accesso ai locali affittati" per "lavori di miglioramento delle prestazioni energetiche", non è idoneo, perché "l'acqua potabile (…) non può essere qualificata come energia ”.



https://www.lemonde.fr/argent/article/2021/01/30/compteur-d-eau-intelligent-une-locataire-electrosensible-obtient-le-droit-de-s-y-opposer_6068174_1657007.html

domenica 24 gennaio 2021

Microsoft ha brevettato un chatbot (software IA) che permette di conversare con ... una persona morta!

 



L'Independent riferisce che Microsoft sta creando un chatbot basato sull'intelligenza artificiale basato su "immagini, dati vocali, post di social media, messaggi elettronici" e altre informazioni personali. 

Si pensa che il chatbot simulerebbe la conversazione umana della persona deceduta.



https://www.independent.co.uk/life-style/gadgets-and-tech/microsoft-chatbot-patent-dead-b1789979.html

La 'smart home' ... intelligente ma INSICURA!

 


Le case "intelligenti" possono sembrare la cosa più bella del mondo.  

Tuttavia, gli esperti di privacy e sicurezza hanno messo in guardia per molti anni sui rischi per la privacy e la sicurezza informatica associati a TUTTA la tecnologia "Smart" e wireless, compresi gli elettrodomestici "Smart" (Alexa, Google Nest, ecc.), le lampadine, le TV e tutto ciò che utilizza la tecnologia Internet of Things (IoT)  


https://www.activistpost.com/2021/01/smart-homes-can-easily-be-hacked-and-most-internet-of-things-devices-dont-have-any-security-standards.html?utm_source=Activist+Post+Subscribers&utm_medium=email&utm_campaign=d72509ddeb-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_term=0_b0c7fb76bd-d72509ddeb-388337783



Commissione di esperti incaricata dall'Ente Federale Svizzero per l'Ambiente conclude chiara evidenza scientifica effetti ossidativi dei CEM

 



FOEN (ente federale Svizzero per l'ambiente) ha nominato un gruppo consultivo di esperti svizzeri di diverse discipline con competenze scientifiche in materia di campi elettromagnetici e NIR, che ha iniziato i suoi lavori nel luglio 2014. Il gruppo si chiama "BERENIS", in base all'acronimo del rispettivo termine tedesco. Gli esperti del BERENIS hanno vagliato regolarmente la letteratura scientifica e valutato le pubblicazioni che ritengono rilevanti per la protezione dell'uomo da effetti potenzialmente nocivi.


Il gruppo di esperti svizzero sui campi elettromagnetici e le radiazioni non ionizzanti (BERENIS)

In Svizzera, l'Ufficio federale dell'ambiente (FOEN) è l'organo governativo responsabile del monitoraggio e della valutazione della ricerca sugli effetti sulla salute delle radiazioni non ionizzanti (NIR) da fonti fisse nell'ambiente. Ciò include l'informazione e l'aggiornamento del pubblico sullo stato attuale della ricerca, che è la base per i limiti normativi ambientali indicati nell'"ordinanza sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti" svizzera. 

In caso di nuove conoscenze ed esperienze scientifiche affidabili, FOEN consiglierà al Consiglio federale di adeguare i valori limite per l'ambiente.


   

https://is.gd/0qkzV4




In sintesi, 

la maggior parte degli studi sugli animali e più della metà degli studi sulle cellule hanno fornito prove di un aumento dello stress ossidativo causato da RF-EMF [radiofrequenze - campi elettromagnetici] o ELF-MF [frequenze estremamente basse - campi magnetici]. Questa affermazione si basa su osservazioni in un gran numero di tipi di cellule, applicando diversi tempi di esposizione e dosaggi (SAR [Specific Absorption Rate] o intensità di campo), anche nel range dei limiti normativi. 

Certamente, alcuni studi sono gravati da incertezze e debolezze metodologiche o non sono molto completi in termini di tempo di esposizione, dose, numero e analisi quantitativa dei biomarcatori utilizzati, per citarne alcuni. Tenendo conto di queste debolezze metodologiche, tuttavia, una tendenza diventa evidente, vale a dire che l'esposizione a campi elettromagnetici, anche nella gamma di basse dosi, può portare a cambiamenti nel bilancio ossidativo. Gli organismi e le cellule sono generalmente in grado di reagire allo stress ossidativo, e molti studi hanno mostrato un adattamento all'esposizione ai CEM dopo una fase di recupero. Condizioni preesistenti, come carenze immunitarie o malattie (diabete, malattie neurodegenerative), compromettono i meccanismi di difesa del corpo, compresa la protezione antiossidativa, ed è quindi possibile che gli individui con queste condizioni sperimentino effetti più gravi sulla salute. Inoltre, gli studi dimostrano che gli individui molto giovani e anziani possono reagire meno efficacemente allo stress ossidativo indotto dai CEM, il che naturalmente vale anche per altri fattori di stress che causano stress ossidativo. Sono necessari studi più estesi in condizioni standardizzate, per comprendere meglio e confermare questi fenomeni e osservazioni.


 

una mappa globale di interventi pubblici in difesa di mondo senza wireless

 


venerdì 22 gennaio 2021

Emissioni Co2 nell’ambiente: quanto inquina la nostra vita digitale di Milena Gabanelli

 

Servizio della mitica Gabanelli. 



https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/emissioni-co2-ambiente-internet-quanto-inquina-nostra-vita-digitale-effetto-serra-consumi-invisibili-streaming-app-video/eb680526-5363-11eb-b612-933264f5acaf-va.shtml




Vertenza contro la FCC (USA) sul 5G: ... 11.000 pagine di documentazione scientifica !

 La vertenza è stata avviata da alcune associazioni americane contro la FCC ente federale americano che decide e dispone (in genere sempre a favore della industria) sui limiti dello INQUINAMENTO elettromagnetico, vertenza finalizzata sul 5G e su cosa questo ente NON ha fatto per tutelare gli interessi dei cittadini, 


In risposta alle semplicistiche e reiterate (usuali, vedi per il fumo, l'amianto, le sostanze chimiche , ...) affermazioni che non ci sono sufficienti comprove scientifiche,   .... 



Per decenni, al pubblico è stato detto che non ci sono prove che la tecnologia wireless sia dannosa. Le affermazioni sui danni del 5G sono state liquidate come "teoria della cospirazione".

Una causa storica contro la Federal Communication Commission (FCC) contesta queste dichiarazioni e afferma che i danni sono provati e che esiste un'epidemia di malattia.

Recentemente, le principali organizzazioni di difesa dell'ambiente e della salute che hanno intentato la causa hanno presentato 11.000 pagine di prove a sostegno delle loro affermazioni. (I link alle prove sono forniti qui sotto). https://childrenshealthdefense.org/defender/landmark-5g-case-against-fcc-hearing-set-jan-25/?utm_source=salsa&eType=EmailBlastContent&eId=a84470c7-e480-4074-bb6a-1945be67a60d&fbclid=IwAR0bPz1WL9zz0s3e9E_XZnh752WS8FwV3ihX6-GaWm9ZwoYp_KxbPLilxQk


Il caso è stato ascoltato dalla Corte d'Appello degli Stati Uniti del Circuito DC. Le discussioni orali sono previste per il 25 gennaio alle 9:30 a.m. EST. Il pubblico può ascoltarle su YouTube.


 

mercoledì 20 gennaio 2021

Giudice Olandese boccia una antenna e difende i residenti

 


Una vertenza in Olanda nella provincia Centro Orientale dell'Olanda, Gelderland, tra un cittadino ed una nuova stazione radiobase, contro sia il Comune che contro la Telcom il giudice sentenzia


A parere della corte, tutti gli argomenti, citando la letteratura scientifica, non escludono che ci siano maggiori rischi per la salute anche nel caso di un field strength inferiore a 1 V/m, e quindi anche nel caso dei richiedenti. Per tale conclusione, la corte ritiene importante che la progressiva conoscenza scientifica degli effetti sulla salute degli  EMF renda non più possibile attingere alle conclusioni della perizia StAB, che è stata al centro della sentenza del Dipartimento del 14 gennaio 2009

È inoltre importante considerare che un organo come il Consiglio della Sanità,  - le cui opinioni svolgono un ruolo importante nella valutazione di questioni come questa -, confermi essenzialmente nel suo ultimo rapporto che per il 5G non è ancora chiaro quali siano gli effetti sulla salute che si verificano e che, per quanto improbabile, vi sono legami tra gli EMF e alcune malattie. Il Consiglio sanitario sottolinea inoltre la correlazione tra l'esposizione agli EMF e alcuni processi biologici

 ..................................


Elettrosensibilità

Questa sentenza fornisce un'apertura per gli elettrosensibili. Da questa sentenza consegue che anche le persone che vivono ad una distanza maggiore da un ripetitore di cella possono opporsi - se questa sentenza dovesse rimanere in piedi - alla sua collocazione. In questo caso, il residente viveva a 650 metri dal ripetitore. Un altro residente che viveva a 450 metri dal pilone e che ha anche sostenuto gli effetti sulla salute è stato identificato come parte interessata dalla stessa corte (AWB 19/2213). Questa sentenza si riferisce alla suddetta sentenza. Ciò che conta è ciò che il tribunale decide:

Anche gli interessi sanitari dei residenti locali sensibili alle radiazioni devono essere inclusi nella considerazione degli interessi che devono essere presi in considerazione dall'imputato. Il convenuto dovrebbe valutare se ritiene che tali interessi (e gli interessi commerciali presentati da [l'attore] in tale contesto) prevalgano sull'interesse generale degli abitanti di [domicilio] in caso di buona ricezione mobile.


 




FEATURED: 
Dutch court: possible increased health risks cell tower
JANUARY 4, 2021

'Health above mast' was how de Telegraaf headlined on 31 December 2020 about the ruling of the Gelderland Court that a cell tower for mobile communications such as 4G and 5G should not be installed without looking at concerns about health risks. On the basis of progressive scientific insight, the judge dismissed the expert report of the Foundation for Advising Administrative Law from 2009. Are we seeing a change of course in the case law here? Yes, say three professors of administrative law and environmental law. MSN published this summary of the Telegraph article by Jannes van Roermund. Thanks to Wilma de Jong who successfully brought this case.

In this news release an explanation of the statement of Martine Vriens, legal advisor and co-founder Let's Talk About Tech.

Breakthrough!
The ruling of The Gelderland Court (AWB 19/2184) – in conjunction with ruling AWB 19/2213 – on 18 December 2020 is of great importance because the court considers that even (very broadly) below the exposure guidelines increased health risks are not excluded. The court also considers that the health interests of local residents who are sensitive to radiation should be involved in the balance of interests. In Dutch case law, it is the first time that the exposure limits are no longer leading due to progressive scientific understanding. Previous case law of the Department of state (Department) in which it always refers to a dated expert report seems to be off the table. This ruling offers opportunities for a new substantive discussion on the health effects of radiation, even below the limits of the International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection (ICNIRP), both in the case law and beyond.

Procedure
On 17 July 2018, the municipality of Berkelland granted an environmental permit for the construction of an antenna mast almost 40 metres high. The notice of objection of a resident of Haarlo, residing 650 metres from the mast, was declared inadmissible by decision of 15 March 2019 because she would not be an interested party. Resident has appealed against this. The question the court must answer is whether the plaintiff's effects are of any significance in the form of an increased health risk due to the electromagnetic fields (EMV) around the cell tower.

Position municipality
The municipality and the telecom provider take the view that the cell tower does not pose an increased health risk to claimants. Given the distance from the resident's house to the cell tower, they assume that the field strength of the EMV, from about 328 m from the mast, is less than 1 V/m. That strength is well below the so-called ICNIRP exposure limit. For the frequency bandwidth used here, the field strengths vary between 39 V/m and 61 V/m. According to the municipality, there are no increased health risks below this limit, and certainly not at field strengths below 1 V/m.

Position of plaintiffs
Resident brings the safety claim applied by government and industry to ICNIRP limits and argues that she does indeed have an increased health risk from the cell tower, even at a field strength below 1 V/m. The conclusions of the ICNIRP and, among others, the expert report of the Foundation for Administrative Justice (StAB) on the health effects are based on incorrect information and should therefore not be based on decision-making. Since this expert report from 2009, many scientific publications have been published which show that EMV may be carcinogenic and that health effects can also occur at very low exposure intensity. Also, the limits are based only on short-term thermal effects and not on long-term effects that are at stake with exposure to cell towers.

Furthermore, in a response to the municipality's defence, resident refers to the last advisory report of the Health Council of 2 September 2020 '5G and health'. She argues that the report does not exclude serious health risks well below ICNIRP limits (such as increased levels of oxidative cellular stress, neurodegeneration of brain tissue, the possibility of adverse effects on signal transmission, electrical activity and gene expression in the brain, on the blood, on pregnancy, birth defects and premature development of posterity, on behavior, cognition and sleep).

Court verdict

In the court's opinion, all arguments, citing scientific literature, are not excluded that there are increased health risks even in the case of a field strength below 1 V/m, and therefore also in the case of claimants. For that conclusion, the court considers it important that progressive scientific understanding of the health effects of EMVs makes it no longer possible to draw on the conclusions of the StAB expert report which was central to the Department's ruling of 14 January 2009. It is also important that a body such as the Health Council, whose opinions play an important role in the assessment of matters such as this, essentially confirms in its latest report that 5G is not yet clear what health effects occur and that, however unlikely, there are links between EMVs and certain diseases. The Health Council also points out the correlation between exposure to EMVs and certain biological processes.

 Expert report StaB
Until now, case law – up to the Department – has consistently relied on an expert report from the StAB from 2009 which stated that there is no evidence that exposure to radiofrequency fields in the residential environment leads to health problems. (see section of 5 December 2018 (ECLI:NL:RVS:2018:3979) on a cell tower in Wassenaar) Therefore, concerns about health effects did not succeed in the case law on the basis of that report. In these proceedings, too, the municipality cites this expert report and states that if the radiation remains below the limits, by objective measures measured, the claimant does not experience any significant effects of the cell tower and is therefore not an interested party. It is an important step that the court is now drawing a line through this expert report and states that the conclusions of this report can no longer be taken into account.

Progressive scientific insight
The reason why the expert report can no longer serve as a basis is that there is progressive scientific understanding of the health effects. Many scientific publications and arguments have been put forward by the resident, which leads the court to the opinion that health effects are not excluded, even at low field strengths. For example, plaintiffs show that the 2013 IARC-WHO Monograph on exposure to radiofrequent fields was wrongly removed from view. Prior to this Monograph, exposure to radiofrequent fields was classified as 'potentially carcinogenic' by the IARC-WHO as early as 2011. Subsequent studies show that there is a link between EMV and cancer.

 Health Council advisory report '5G and health' of September 2020
In addition to all the arguments and other scientific literature presented by plaintiffs in its appeal, the court attaches value to the Health Council's advisory report of 2 September 2020 and indicates that the opinions of the Health Council play an important role in the judgment in cases such as this. Now that the StAB's expert report also refers to an earlier opinion of the Health Council, the chances that – should the municipality appeal against this ruling – are small that the expert report will come back on the table. This is because, logically, one has to assume the most recent insights. Courts will therefore no longer be able to refer to previous case law with this latest opinion report and this will allow for a new substantive discussion on the health effects of radiation, including below ICNIRP limits, both in the case law and beyond.

More doubt about health effects by EMV
The Health Council's advisory report of 2 September 2020 clearly casts more doubt on possible health effects from exposure to EMV than was the case in the previous opinions of the Health Council. The report states that:
When exposed to 5G frequencies, it is not clear at what level of exposure health damage occurs.
It is necessary to know the actual exposure after the roll-out of 5G.
There are links between EMV and certain diseases.

There is a correlation between radiation exposure and certain biological processes.
It is not excluded that exposure under the latest ICNIRP standards also has the potential to harm health and therefore advises to apply precautionary and keep exposures as low as reasonably possible.
This was also made clear at the hearing when the judge – in response to what the resident was saying and on the basis of his knowledge of the Health Council report – failed:

They say, "It could be, but we just don't know." That's what it comes down to.

The uncertainty about the risks has therefore largely determined the judge's ruling.
New substantive test cabinet and municipality
Previously, the Cabinet's response was that, on the basis of this advisory report, the limits could still be assumed and continued with the roll-out of 5G and also with 26 GHz bands, the latter even against the advice of the Health Council. With this ruling, the Cabinet Response does not hold up in view of the other explanations given by the court, questioning the ICNIRP limits. In the case of the municipality of Berkelland, it will have to decide again on the notice of objection and in the new decision the municipality will have to test the health arguments of the plaintiffs in substance and take into account the doubts about the health risks that speak of the new advisory report of the Health Council.
Electrosensitivity
This statement provides an opening for electrosensitives. It follows from this ruling that even people who live at a greater distance from a cell tower can object – should this ruling stand – against its placement. In this case, the resident lived 650 meters from the cell tower. Another resident who lived 450 metres from the mast and also claimed health effects was also identified as an interested party by the same court (AWB 19/2213). This judgment refers to the abovementioned ruling. What matters is what the court rules:

The health interests of local residents who are sensitive to radiation should also be included in the consideration of interests to be made by the defendant. The defendant should assess whether it considers these interests (and the business interests put forward by [the claimant] in that context) to outweigh the general interest of the inhabitants of [domicile] in the case of good mobile reception.

Electrosensitivity must therefore be included in the consideration of interests. The question is how that balance of interests will work out and whether, as the court points out, the health risk is such that the defendant could not have granted the environmental permit. This substantive test has not yet been reached in this statement. The municipality is considering next steps.

Lawsuit documentation

martedì 5 gennaio 2021

Una review sulle teorie sulla origine del COVID-19: naturale o artificiale?

 


nel NewYork Magazine un dettagliato articolo che ricostruisce tutta la storia del COVID partendo dai programmi militari USA già dagli anni '50 sulla guerra batteriologica in poi ... 


https://nymag.com/intelligencer/article/coronavirus-lab-escape-theory.html

lunedì 4 gennaio 2021

Non solo il Bluetooth, il NFC, ... anche gli ultrasuoni per connetterci a sistemi esterni ... a nostra insaputa !


 https://www.activistpost.com/2021/01/cell-phone-apps-gather-user-data-using-ultrasonic-signals-tv-viewing-precise-location-in-stores-etc.html?utm_source=Activist+Post+Subscribers&utm_medium=email&utm_campaign=579dff6b0b-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_term=0_b0c7fb76bd-579dff6b0b-388337783



...   La stessa tecnologia è alla base dell'API nelle vicinanze di Google tramite il loro protocollo Eddystone ed è la base dei prodotti venduti dalla startup Lisnr. 

È anche il motivo per cui sempre più app richiedono autorizzazioni di accesso al tuo microfono.

Oltre al networking, le aziende utilizzano segnali ultrasonici (o beacon) per raccogliere informazioni sugli utenti. Ciò potrebbe includere il monitoraggio della visione televisiva e delle abitudini di navigazione sul Web, il monitoraggio degli utenti su più dispositivi o la determinazione della posizione precisa di un acquirente all'interno di un negozio.

Usano queste informazioni per inviare avvisi rilevanti per l'ambiente circostante, come un messaggio di benvenuto quando entri in un museo o per informarti di una vendita quando passi da un determinato negozio.

Ma poiché questa tecnologia registra il suono, anche se temporaneamente, potrebbe costituire una violazione della privacy.