Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2016

Nuova raccomandazione della Associazione Pediatri Americani a ridurre la esposizione ai telefoni cellulari

A seguito dei risultati (anche in parte contestati nelle conclusioni che si sono voluto trarre)  della prima pubblicazione di un importante studio svolto nell'ambito  del US National Toxicology Program la più importante aggregazione dei pediatri americani manda (lteriori) segnali di allarme e modifica le istruzioni di sicurezza e di precauzione che i genitori debbono adottare per l'utilizzo del cellulare da parte dei loro bambini. American Academy Of Pediatrics Issues New Recommendations To “Reduce Exposure To Cell Phones” Nation’s largest group of children’s doctors responds to new government study linking cell phone radiation to cancer In response to the U.S. National Toxicology Program study results finding exposure to wireless radiation significantly increased the prevalence of highly malignant heart and brain cancers in rodents, the American Academy of Pediatrics (AAP) has issued specific recommendations to reduce wireless cell phone exposure and updated thei

si aumenta il valore di attenzione ai cem anche cambiando il sistema di misurazione

riceviamo da Livio Giuliani, ex Dirigente di Ricerca ISPESL, portavoce della Commissione Internazionale per la Sicurezza dei Campi Elettromagnetici la notizia dell’approvazione di un decreto che di fatto innalza i limiti di legge. Purtroppo con il governo Monti prima, che ha portato le misurazioni ad una media di 24 ore, invece che di 6 minuti, e ora con questo decreto, di fatto sono stati innalzati i limiti di legge per le esposizioni elettromagnetiche. Alzano i valori limite e di attenzione dei campi elettromagnetici nell'ambiente .  Lo fanno, come al solito, senza modificare i valori limite o di attenzione disposti dal Regolamento recante i tetti di radiofrequenza compatibili con la salute umana - DM 381/1998 in attuazione dell'art. 1 comma 6 lett.a) n. 15 della legge 249/1997-  e confermati dal decreto ambientale DPCM 8/7/2003, ma dando disposizioni (per legge!) su come si fanno le misure . In sostanza dispongono che bisogna tener conto dei muri di un edifi

Interpellanze parlamentari alla Camera su emissione di radiofrequenze e risposta del Governo

Iniziative finalizzate a fronteggiare l'inquinamento elettromagnetico e a limitarne gli effetti nocivi, con particolare riguardo all'esposizione nelle scuole e negli ospedali – nn.  2-00972 ,  3-02189  e  3-02190 )    PRESIDENTE . Passiamo all'interpellanza Melilla n.  2-00972  e alle interrogazioni Incerti n.  3-02189  e Dieni n.  3-02190 , concernenti iniziative finalizzate a fronteggiare l'inquinamento elettromagnetico e a limitarne gli effetti nocivi, con particolare riguardo all'esposizione nelle scuole e negli ospedali, che, vertendo sullo stesso argomento, saranno svolte congiuntamente (Vedi l'allegato A –  Interpellanze e interrogazioni ) .   Chiedo all'onorevole Melilla se intenda illustrare la sua interpellanza o se si riservi di intervenire in sede di replica.    GIANNI MELILLA . Grazie, Presidente.  Da alcuni anni si parla molto nella comunità scientifica internazionale dei danni derivanti dall'inquinamento elettromagnetico. È un p

Interrogazione parlamentare Sen Panizza su pericoli da radiofrequenze

Il Sen Panizza ( Gruppo:  PER LE AUTONOMIE (SVP-UV-PATT-UPT) - PSI - MAIE) insieme a due suoi colleghi di raggruppamento parlamentare hanno depositato il 15.9 la seguente interrogazione parlamentare. Aspettiamo le risposte da parte del Ministro per la salute... Interrogazione a risposta scritta 4-06336 presentata da FRANCO PANIZZA giovedì 15 settembre 2016, seduta n.679 PANIZZA, LANIECE, Fausto Guilherme LONGO -  Ai Ministri della salute, dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e dello sviluppo economico  - Premesso che: i rischi per la salute e per l'ambiente legati all'esposizione crescente a campi elettromagnetici, a radiofrequenza e microonde emessi da cellulari,  tablet ,  smartphone ,  computer  collegati in rete senza fili, antenne WiFi, WiMax,  radar , ripetitori della radiofonia, della radiotelevisione e della telefonia mobile Dect, Gsm, Umts e Lte (4G) destano una crescente preoccupazione per gli effetti negativi che possono avere

Altro lavoro scientifico collega l'Alzheimer alle radiofrequenze

Recentissimo lavoro di ricercatori cinesi :   vedere  qui  Conclude che i dati suggeriscono che l'ippocampo può essere danneggiato da una prolungava esposizione alle microfrequenze, portando ad disfunzioni delle funzioni cognitive della persona. Si raccomanda la restrizione dello uso di dispositivi wireless in attesa di conferme e certezze.