Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2016

Tribunale USA dà ragione al Comune di Berkeley di imporre istruzioni di pericolo uso del cellulare

In sintesi il Giudice sentenzia che mettendo il cellulare a contatto con il corpo ad es nei pantaloni o nel reggiseno , ed in connessione wireless, esso emetterà radiazioni che molto probabilmente supereranno  i valori limiti previsti dai regolamenti Today U.S. District Court Judge Chen ruled against CTIA .  CTIA’S MOTION TO STAY PENDING APPEAL IS DENIED allowing the City of Berkeley to distribute the following Cell Phone Ordinance information to all Berkeley cell phone buyers at the point of sale in Berkeley:   "To assure safety, the Federal Government requires that cell phones meet radio frequency (RF) exposure guidelines. If you carry or use your phone in a pants or shirt pocket or tucked into a bra when the phone is ON and connected to a wireless network, you may exceed the federal guidelines for exposure to RF radiation. Refer to the instructions in your phone or user manual for information about how to use your phone safely."

I sabati della salute

incontri informativi organizzati dalla associazione Mimosa e del DH Oncologico di Borgomanero qui la locandina

Sostegno al sindaco di Borgofranco che ha introdotto criteri più stringenti di precauzione nel suo comune

Vi trasmetto copia del comunicato stampa  che Adriana Palleni dei Comitati Cittadini Indipendenti di Bologna ha inviato a sostegno del Sindaco di Borgofranco .

Ritornano le lampade ad incandesenza ?!

Vi segnalo un articolo   sul giornale inglese The Telegraph che riporta studi avanzati presso l'americano MIT con cui i ricercatori  stanno dimostrando come le lampade ad incandescenza con un nuovo cristallo permetteno di recuperare l'energia dispersa in calore in energia riutilizzabile. quindi rendendo molto efficiente questa tipologia di lampada che sappiamo è stata bandita in tutto il mondo per ridurre i consumi domestici di energia elettrica...  ma aumentando l'inquinamento da elettrosmog, ahimè !

elettrosensibilità in Svizzera

Immagine
Riporto la traduzione in inglese di un articolo il cui link è riportato in fondo, in francese. Fa il punto sulla EHS in Svizzera. Punto nodale è il non riconoscimento da parte della classe medica della malattia per cui l'ente pubblico (cantonale) che gestisce la Assicurazione per le Disabilità  a sua volta non la riconosce. Si parla del protocollo Austriaco come proposta metodologia di certificazione, come della importanza della disintossicazione nei confronti dei metalli pesanti . Viene indicato anche un centro medico per la disintossicazione. 11 January 2016 Electrohypersensitivity in Switzerland Everyday life for electrohypersensitive persons is a real ordeal in our hyperconnected society.  Cédric Sandoz Waves, this treacherous enemy by  Gregory Balmat , lacote.ch, 30 September 2015 (translation from French by the Editor of "Towards Better Health") Inquiry:  Electrohypersensitivity can make life nearly impossible.  The phenomenon is given

Agnotologia: una parola da memorizzare

Vi segnalo un interessante articolo pubblicato sul sito della BBC (Scienza )  sulla neologismo: agnotology.  Che vuol dire ? Si parla del tabacco e di un memo degli anni '60 che dettagliava la tattica da seguire da parte delle industrie del tabacco per contrastare il continuo aumento di pubblicazione e di informazione della pubblica opinione sui danni derivanti dal fumo.  La parola chiave era:  DUBBIO !  creare dubbi nella mente del pubblico per creare una contrapposizione nei confronti con la informazione sui dati reali. L'autore dell'articolo riporta come queste industrie hanno speso miliardi di dollari per creare confusione. La parola chiave, agnotologia deriva dal greco  agnosis (da cui la parola agnostico cioè di colui che non sa, che ignora) e ontologia.  Quindi agnotologia vuol dire lo studio di azioni con dolo finalizzati alla diffusione di confusione ed inganno con obiettivo finale di vendere un prodotto o un servizio. Vi viene in mente un altro settore d

Film Controcorrente: La questione irrisolta dell'Elettrosmog

Film Controcorrente: La questione irrisolta dell'Elettrosmog Attivambiente presenta un'inchiesta sul tema dell'elettrosmog e sui danni che provocherebbe alla salute umana. Realizzata da: Marco Puelli, Claudia Mingardi, Marcella Vezzoli e Francesco Berlucchi. https://www.youtube.com/watch?v=NEPrHz7OFZs

Risposta dell'Osservatorio sulle disabilità

Qualcuno ricorderà che nel lontano novembre 2014 ( vedere qui)   a nome della Rete NoElettrosmog Italia abbiamo inviato su dossier sulla elettrosensibilità per richiedere che la tematica della difesa delle persone che hanno una disabilità a causa della elettrosensibilità  e che vogliono avere  pari condizioni di vita rispetto agli altri, venisse affrontato dallo Osservatorio sulle disabilità.  Questo è l'organo ufficiale previsto dalla legge italiana che ha ratificato la Convenzione ONU sulle pari diritti delle persone con disabilità. Dopo ripetuti solleciti, alla fine è arrivata la loro risposta che è Punto 3 O.d.G: Esame della tematica relativa alla elettrosensibilità, così come richiesto da Rete No Elettrosmog Italia   In riferimento alla richiesta pervenuta dalla Rete No Elettrosmog Italia, che sollecita un parere all’Osservatorio rispetto alla tematica dell’elettrosensibilità in relazione con la disabilità, pur non disconoscendo l’importanza della tematica, l’Osservato

il sindaco di Borgofranco di Ivrea dice no al wifi

Una notizia positiva per fortuna viene diffusa sia in Italia che all'estero. qui il link all'articolo della Stampa http://www.lastampa.it/2016/01/08/italia/cronache/si-spegne-il-wifi-nelle-scuole-polemica-alle-porte-di-ivrea-i4tQ7X2KzKmc0XonPSQRPP/pagina.html http://www.thelocal.it/20160108/italy-town-turns-off-school-wifi-over-health-concerns

Video inchiesta su elettrosmog

arriva dalla Associazione Sottocorno Gentilissimi  Attivisti,Associazioni e comitati    E' ancora fresca la notizia del sindaco che, correttamente e coraggiosamente, ha vietato il Wi-Fi nelle scuole elementari e medie che abbiamo il piacere di informarvi che la prossima settimana verrà proposto un servizio proprio sull'elettrosmog al quale abbiamo partecipato: "Controcorrente: vite appese ad un filo" girato 2 anni fa circa  ( censurato da molte redazioni ) sarà trasmesso su  tele ambiente  canale 78 o 218 del digitale terrestre trasmesso anche in streaming sul sito della televisione nei seguenti giorni : LUNEDÌ    11/01/16 ALLE ORE 16.30 MARTEDÌ 12/01/16 ALLE ORE 11.30 GIOVEDÌ  14/01/16 ALLE ORE 22.30 SABATO  16/01/16 ALLE ORE 02.00

C'è chi studia e conclude che esiste una relazione tra antenne e problemi psichiatrici

Gente ... c'è chi ci studia e poi i nostri 'amici' poi possono dire :  < avete visto che la elettrosensibilità è solo un problema psichiatrico ? > !!! Chi avrà finanziato il progetto ?! Exposure to non-ionizing electromagnetic radiation from mobile telephony and the association with psychiatric symptoms [Article in English, Portuguese] Silva DF, Barros WR, Almeida MD, Rêgo MA. Exposure to non-ionizing electromagnetic radiation from mobile telephony and the association with psychiatric symptoms. Cad Saude Publica. 2015 Oct;31(10):2110-2126. Abstract The aim of this study was to investigate the association between exposure to non-ionizing electromagnetic radiation from mobile phone base stations and psychiatric symptoms. In a cross-sectional study in Salvador, Bahia State, Brazil, 440 individuals were interviewed. Psychiatric complaints and diagnoses were the dependent variables and distance from the individual's residence to the base station was considered t

Cosa le autorità ci "non-dicono" in tema di sicurezza ?

A valle della discussione che è arrivata fino al New York Times in merito alla modifica della dichiarazione  (ritrattazione !) dell'ente pubblico americano CDC   U.S. Centers for Disease Control and Prevention’s (CDC) sulla sicurezza nello uso del cellulare per il pericolo tunore, vedere https://www.blogger.com/blogger.g?blogID=8635517630960809760#editor/target=post;postID=8346426180750642294 c'è una lettera di un   Dr. Neutra retired in 2007 as Chief of the 200-person Division of Environmental and Occupational Disease Control after 27 years in the California Department of Public Health che ad un certo punto fa riferimento al comportamento dei responsabili di questo ente : " ...in merito al   loro modo   di caratterizzare la loro volontà di certificare un nesso di causalità tra cancro e uso del telefono cellulare,             si potrebbe fare un parallelo:   Come reagiremmo  ad  un reporter di Meteo TV che dice   "Non posso dir

Sintesi del 2015 da parte di Joel Moskowitz

Vi rimando ad una sintesi (con link a vari approfondimenti) fatta dall'ottimo Joel che svolge un lavoro di monitoraggio della letteratura (oltre a produrre articoli e fare conferenze in USA) encomiabile. http://www.saferemr.com/2015/12/top-stories-in-2015-about-cell-phone.html

Ente pubblico sanitario di Cipro manda allarmi sull'uso di tecnologie wireless d aparte di bambini

Il National Committee on Environment and Children's Health   che è una struttura voluta dal ministero della salute della repubblica cipriota, ha emesso un warning in merito allo uso da parte dei bambini di tecnologie wireless. La sua direttrice avverte che  le indicazioni rassicuranti emesse dal WHO in base ai valori limite di esposizione prodotti da ICNIRP sono fortemente in contrasto con la classificazione emessa dall'organo tecnico di WHO nel 2011 di possibile cancerogeno e la pubblicazione di altri più recenti  lavori scientifici che aggravano la posizione dello stesso WHO che accetta solo gli effetti termici. Invita questo ente alla implementazione di  criteri di precauzione più stringenti.

Usare molto il cellulare fa ingrassare !

Apparentemente questo è il risultato di uno studio epidemiologico inglese COSMOS che sta coinvolgendo oltre 100.000 inglesi per correlare il tipo di utilizzo di  telefono cellulare (ma non è richiesto se presenti  in ambienti con wifi) ed una serie di informazioni 'oggettive' ovvero l'effettivo utilizzo dello stesso tramite dati provenienti dai provider telefonici, l'inquinamento ambientale tra cui elettrosmog da TV riferito al singolo partecipante in base alla sua posizione geografica, questionari online, etc. Quindi, il risultato ottenuto è che esiste una chiara correlazione tra uso del cellulare e obesità. E poi ?      Speriamo che questo sia l'unico risultato di questo progetto finanziato - ancora una volta, vedi quello di  Interphone - da Governo ed Società Telefoniche inglesi  e tutto finisca lì ! http://ije.oxfordjournals.org/content/early/2015/11/02/ije.dyv203.long #