Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2014

Beamcaster: alternativa al Wifi basata su raggi infrarosso

Immagine
Qualche giorno fa vi ho dato un'informazione che si è rilevata non corretta. Dopo accertamento fatto presso l'azienda produttrice,  scopro che il reclamizzato Beamcaster non funziona tramite raggi a luce LED ma a radiazione infra rosso. Ricordo che questa tecnologia permette di trasmettere il segnale digitale, in una stanza (open space) tramite un 'trasmettitore' da fissare al soffitto che dialoga con fino a 8 riceventi che sono i vari 'device' , quali personal computer, stampante, etc. Loro fanno riferimento ad una approvazione emessa della americana FDA (ho chiesto copia ) . Io non ho trovato articoli scientifici su ricerche di effetti delle radiazione infrarosso ai sistemi cellulari od altro. Faccio un approfondimento . Per il momento mi sembra una alternativa al Wifi  tecnicamente valida . Vedere qui fonte:  RIT Wireless

Sentenza tedesca d'appello che riconosce la elettrosensibilità come malattia professionale

Prima sentenza confermata in appello di un tribunale tedesco di riconoscimento di elettrosensibilità . E' una  causa avviata da un ex-militare radarista tedesco : è stata riconosciuta come malattia professionale. Qui sotto è riportato il lungo iter, iniziato con primi sintomi evidenziati nel 1973 , nel 1994 lo Stato Federale ha rigettato la richiesta di riconoscimento della malattia, acquisita a causa di servizio ; è andato in pensione nel 1994. Ha iniziato la causa contro lo Stato Federale Tedesco. La controparte ha eccepito che EMF sotto i valori limite riportati da WHO/OMS, ICNIRP e Agenzia tedesca per le radiazioni, non sono dannose.   Egli ha portato alla corte gli studi e la testimonianza di Drr Karl Hecht e Lebrecht von  Klitzing . La corte ha incaricato un  esperto nel 2005 che ha dato ragione allo Stato. Dopo altre testimonianze tecniche la corte ha incaricato un altro esperto  che nel 2008 ha dato ragione all'ex militare. Ovviamente lo Stato ha fatti ricorso

Il Ministro dell'ambiente tedesco lancia segnali di allarme per il Wifi

Ripreso da un articolo su stampa inglese, si riporta come il Ministero dell'ambiente tedesco lanci segnali di precauzione alla popolazione di ridurre il più possibile l'uso di sistemi wireless ed invece di utilizzare connessioni via cavo. Inoltre si raccomanda di dare ampia informazione alla popolazione. Il governo inglese si è di conseguenza parimente allarmato. e quello italiano ?!

Incontro estivo in una zona libera da EMF, in Francia

è stata organizzata da associazioni ambientaliste francesi , con la partecipazione sia della deputata europea Michel Rivasi che dal Prof Belpomme una settimana di incontri sulle tematiche relative alla elettrosensibilità in una area delle Alpi francesi situata a 300 ca  Km da Torino . Il luogo di incontro è scelto in quanto non ci sono assolutamente segnali e neanche la corrente elettrica. Ci sono anche camere.  Vicino c'è una cittadina con strutture ricettive più normali, anche se distanti da antenne. Può essere una opportunità di scambio e magari per riprendere discorsi che mi pare abbandonati di propos

Un bar canadese Wifi-free !

E' stato aperto in Canada un bar   in cui so è voluto creare un ambiente dove nessun segnale telefonico e wifi potesse entrare :   la scelta è stata più di tipo sociale che sanitario.  Provare e creare un piccolo pezzo di 'disconnected city' ! Dopo alcuni tentativi di mettere alle pareti fogli di alluminio (insufficiente) è stata creata, allo interno del locale, una vera gabbia di Faraday. Chissà se questo esempio farà il giro del mondo ?

Viene richiesto un contributo per sostenere la ricerca indipendente (Prof Hardell)

C'è la possibilità di dare un contributo economico alle attività di ricerca del Prof  Hardell. vedere qui Ricordo che grazie alle ricerche di Hardell si è arrivati alla classificazione 2B dello IARC per i CEM. Infatti i suoi studi e le sue conclusioni (secondo le quali si deve passare ad una classificazione di 'probabile cancerogeni')  sono sotto attacco da tutta la 'ricerca' non libera di tutto il Mondo. Quindi immaginiamo come questo signore ed il suo staff possano lavorare, con quale libertà, finanziamenti pubblici, ... E' doveroso per tutte le persone interessate ai suoi studi dare  il proprio  contributo. Ho chiesto se questi contributi possono essere fiscalmente deducibili per le nostre tasse (come avviene in Germania). Nell'allegato (link) ci sono i riferimenti per il bonifico.

52 scienziati provenienti da 18 nazioni chiedono al governo Canadese una riduzione della esposizione

Con questa dichiarazione  52 dei più noti esponenti della ricerca 'indipendente' internazionale esprime al governo canadese la loro preoccupazione nel mantenere livelli di esposizione ai campi elettromagnetici troppo alti anche in rapporto alle nuove conoscenze sui meccanismi d'azione di questi agenti fisici, possibilmente cancerogeni, sulla salute umana.

I sistemi wireless sono inefficienti: bruciano 80 Miliardi di $ !

Immagine
Non è che lo dice una qualche associazione di ambientalisti - luddisti !  ma la International Energy Agency , organismo indipendente internazionale. Around $80 billion wasted on power for online devices in 2013 Simple measures can keep problem of inefficient ‘network standby’ from worsening in years ahead, IEA report says 2 July 2014   Paris Today, the world’s 14 billion online electronic devices – such as set-top boxes, modems, printers and game consoles – waste around USD 80 billion each year because of inefficient technology. By 2020, the problem will considerably worsen, with an estimated USD 120 billion wasted. But a report by the International Energy Agency points to a different path, identifying simple measures that can be implemented now to improve energy efficiency in networked devices, resulting in massive savings of energy and money. The report, More Data, Less Energy: Making Network Standby More Efficient in Billions of Connected Devices , shows that electri

La tecnologia Li-Fi sembrerebbe pronta per il mercato : una reale (e sana) alternativa al WiFi ?

Immagine
 C'è una società russa che ha iniziato a commercializzare in alcuni paesi: USA, Israele, UK, le connessioni via LiFi ovvero connessione senza fili ma senza l'uso di radiofrequenze ma della luce (LED). E' possibile collegare fino ad otto apparecchiature (che quindi vengono messe in rete) tramite un 'apparecchio' che viene installato sul soffitto. Essi parlano di vantaggi economici, di velocità di trasmissione (4 volte quella del Wifi) , e di sicurezza dati .  Accennano a compatibilità ecologica .  Già nel maggio 2013 ne abbiamo parlato: vedere Chiederò direttamente a loro lumi in merito alla sicurezza per la salute umana (non ho mai ricevuto risposta ad analoga domanda posta ai ricercatori di Glasgow (2013) ...!). Russian firm’s Li-Fi internet solution winning foreign clients  June 30, 2014 Dan Pototsky,  RBTH The Russian company Stins Coman is selling its Li-Fi based solution (a visible light communication technology that uses light from ligh

Il Governo di Taiwan ordina di smontare 1500 antenne della telefonia

Il Governo ed il parlamento di Taiwan hanno  deciso di dare un fortissimo cambiamento nei programmi di informatizzazione della isola. Quindi grande attenzione alle scuole dove ovviamente niente wifi, ma connessioni via cavo,  regole restrittive nello uso del cellulare ed informazioni sull'utilizzo dello stesso, in condizioni di sicurezza.

e se vi trovate il 16.8 vicino a Canterbury ...

è organizzata dalla associazione inglese di ES una giornata in un agriturismo rilassante e senza onde ... elettromagnetiche . Costa poco partecipare , viaggio escluso ! From: Brian Stein To: Brian Stein Sent: Friday, July 04, 2014 3:41 PM Subject: EHS Social - 16th August 2014 EHS Social - 16th August 2014    10am - 7pm  To be held on a working farm in rural Kent just outside Canterbury the day will be all about relaxing and unwinding on a farm in a beautiful valley without mobile phone coverage.    Please leave your wireless devices in your car or better at home.   There will be opportunities to chat and talk to others about your EHS challenges.   Camping and caravans are welcome Please bring casual clothes and wet weather gear,  if necessary. For details please email: media@es-uk.info  or write to the ES-UK BM Box, London WC1N 3XX Entry £10 on the door or pay by pay pal on the web site: www.es-uk.info We hope to have food being s

Società tel australiana invia un SMS ai clienti con suggerimenti per ridurre l'esposizione

In un pomeriggio è arrivato a tutti i clienti di Telstra, la maggiore società di telefonia australiana, un SMS invitandoli ad andare al sito indicato in cui, pur rimarcando che non esiste alcuna certezza di relazione causa effetto di danni dovuti ad onde elettromagnetiche, si raccomanda di: - usare gli auricolari - limitare il numero e la lunghezza delle telefonate - non usare il cellulare quando c'è bassa copertura del segnale. Come mai? per lavarsi le mani ?!

Belgio: il consigliere della città di Ghent, per la educazione e l'infazia, ha messo al bando il wifi

... nelle scuole della prima infanzia, ovvero per bambini sotto ai tre anni. La motivazione è essenzialmente la preoccupazione di danni futuri dovuti alle radiofrequenze. Ghent, Flanders: Ghent bans wi-fi from pre-schools and day care http://www.flanderstoday.eu/education/ghent-bans-wi-fi-pre-schools-and-day-care Summary Ghent’s alderwoman for education and youth has announced a ban on wireless networks in day care facilities and pre-schools out of concern for radiation levels Radiation feared As part of a new policy plan for local schools, Ghent’s alderwoman of education and youth has banned wireless internet from spaces that cater to children between 0 and three years of age – essentially, pre-schools and day care facilities. Network cables can still be used in those facilities. “In schools where they work with tablet computers, wi-fi can remain in place,” alderwoman Elke Decruynaere explained to Het Laatste Nieuws . “We want all children to have access to i