Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

31 Ottobre convegno a Forli'

Immagine

Israele: il rapporto annuale 2014 del Ministro della Salute invita alla prudenza

Il Rapporto annuale sul ambiente e benessere del Ministro competente israeliano tra le sue 95 pagine riporta: Precauzione deve essere attivata in modo deciso riguardo ai bambini che sono più sensibili allo sviluppo di cancro. Inoltre il Ministro per la Salute raccomanda un uso di cellulari moderato  pensando alla alternative di telefonia fissa, uso di sistemi viva voce ed altro. Non mettere antenne wifi nella camera dei bambini. Nelle scuole si raccomanda di tenere i ragazzi a distanza superiore di 1,5 m. da antenne wifi. Ridurre l'uso di cellulari in auto o negli ascensori, o nel bus, o nei treni perch? la radiazione è amplificata. Studi scientifici anche svolti in Israele evidenziano una relazione tra uso del cellular per più di 10 anni e tumori delle ghiandole salivari ed altro. Il rapporto conclude con una affermazione molto significativa dal  Director of the US National Institute of Environmental Health Sciences and National Toxicology Program:  Isra

Effetti del Wifi sul sistema cardiovascolare

Immagine
In questo recente articolo,viene dimostrato un chiaro effetto delle frequenze emesse dai sistemi Wi-Fi  sulla variabilità del ritmo e della pressione sanguigna in animali esposti nell'ambito di una procedura randomizzata. Questo dato conferma I noti effetti sul sistema cardiovascolare dell'uomo espresso dale radiofrequenze e microonde. In particolare M.Havas in sperimentazioni sull'uomo, ha messo in evidenza come proprio la frequenza a 2.4 gHz tipica del WI-FI ( e del forno a microonde) sia in grado di alterare il sistema nervosa autonomo che governa l'attività cardiaca. I bambini che frequentano scuole elementari e medie  rischiano di avere seriamente compromessa l'attività bioelettrica di una pompa vitale come quella cardiaca. Pertanto si rende necessario applicare con massima urgenza il principio di precauzione eliminando questi pericolosi sistemi di trasmissione con la cablatura a filo,come raccomanda da tempo sia il Parlamento Europeo che il Consigl

I computer non aiutano ... a scuola !

E' quanto conclude uno studio dell'OECD (OCSE) secondo il quale si erano riposte tante speranze che i tablet avrebbero migliorato la capacità di apprendimento ed i risultati scolastici dei ragazzi. Qui  ne parla un giornalista della BBC basandosi su questo studio . Ne parla addirittura il Direttore per la Educazione dell'OECD :  gli insegnanti sono stati 'abbagliati' dalle possibilità promesse dall'informatica in aula ! Viene detto che gli studenti che hanno in mano tablet e computer danno risultati inferiori !!! _______________________________________________________________ Se queste notizie cominciassero a circolare , qualcuno magari si porrà il dubbio che le precedenti convinzioni  erano solo ... indotte (e ovviamente non aggiungo la malafede ed interessi personali !) ?!

Commissione Ambiente del Parlamento di Cipro

Viene riportata una intervista ad un membro del partito dei Verdi nel Parlamento di Cipro che chiede al Parlamento una forte riduzione dei limiti espositivi come da Raccomandazione della CE del 1999. La massima attenzione va dedicata ai danni conclamati da vari stuti sia fisici che psicologici per il tanto tempo dedicato dagli adolescenti al computer.  Con l'aggravante del wifi in casa e a scuola. http://cyprus-mail.com/2015/09/10/technology-harming-our-children-mps-say/

Altro articolo sulla sentenza di Tolosa

Abbiamo già riportato la notizia del tribunale di Tolosa che ha riconosciuto la elettrosensibilità : vedere qui Per fortuna questa notizia ha bucato la cappa di piombo imposta dai mass media ... questo è l'ultimo articolo, della Repubblica.

PROGETTARE LA SOLIDARIETA' NELLA CITTA' METROPOLITANA - Convegno

Un contributo della nostra amica bolognese, Adriana Palleni DA BOLOGNA RELAZIONE SUL CONVEGNO DEL 10  SETTEMBRE 2015 ALLA SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE  SU -ACHILLE ARDIGO' -PROGETTARE LA SOLIDARIETA' NELLA CITTA' METROPOLITANA - LA CITTA' METROPOLITANA E IL NUOVO WELFARE COPERTO INTERAMENTE DAL WI-FI UTILE ANCHE E SOPRATUTTO  SULL A SANITA' PER PRENOTARE COL CUP 2000 VISITE MEDICHE -RICOVERI OSPEDALIERI- ASSISTENZA ANZIANI E DISABILI - INTERAGIRE CON LA SANITA' E LE RETI ELETTRONICHE  - IL FUTURO E' A PORTATA DI MANO IN UNA REALTà VIRTUALE, E PER ORA TUTTO VIA ETERE CON LO SMARTPHONE  IN MANO CONNESSI IN RETE, LA TECNOLOGIA TRASFORMA UN SOGNO IN RELTA' DICONO I RELATORI.... PAGHEREMO IL TICKET CON LA CARTA DI CREDITO E POTREMO ACCEDERE ALLA NOSTRA SCHEDA SANITARIA SENZA PREOCCUPARCI DI ANDARE DAL MEDICO....C'E' GIA' TUTTO LI'....I NOSTRI DATI PERSONALI....E PER LA PRIVACY SI VEDRA',. FORSE PIU' AVANTI POTREBBERO ESSERCI PR

una locandina 'pubblcitaria' ...

Immagine

Dichiarazione di Bruxelles 4/9/2015

In assenza di reazioni all'appello dei 190 scienziati del maggio us (vedere qui) 23 di questi hanno prodotto una dichiarazione rivolta direttamente a WHO perché urgentemente inserisca i codici relativi a EHS e MCS nel prossimo ICD in via di pubblicazione. PRESS RELEASE From: Sarra Selatnia < sselatnia.artac@gmail.com > Objet: 2015 International Scientific Declaration on EHS and MCS / Déclaration Scientifique Internationale sur l’EHS et le MCS 2015 Date: Sept 4 2015  Following the fifth Paris Appeal congress, which took place on the 18 th of May, 2015 and focused on environmental hypersensitivities, the attending European, American and Canadian scientists unanimously decided to create a working group and to write a Common International Declaration to request an official recognition of these new diseases and of their sanitary consequences worldwide .   The declaration calls upon national and international bodies and institutions and particularl

Aggiornamento sui megaprogetti di connessione via satellite

Plans for Global Union Against Radiation Deployment from Space (GUARDS)                                                                                                            Dear Members and Friends,                                                     August 19,20l5                                                                          In my last newsletter, dated November l5, 2014, I wrote about plans to put Wi-Fi everywhere. Those who responded, asking "How can I help?” are now the core of a new organization called GUARDS. It stands for Global Union Against Radiation Deployment  from Space. Its members live in Canada, the U.S., Italy, the U.K., Norway, France, Greece, and Australia.  The danger is greater and closer at hand than we thought. There will be not just hundreds, but thousands of satellites. Billions of dollars have already been invested. And the sheer numbers of planned rocket launches threaten to contribute to global warming and ozone depletion. G

Anche il Washington Post parla della sentenza di Tolosa

Are ‘WiFi allergies’ a real thing? A quick guide to electromagnetic hypersensitivity Caitlin Dewey, Washington Post, August 31, 2015  Science is nowhere near convinced that “WiFi allergies” are legit. But the French legal system is apparently far more credulous: Last week, it ruled that a 39-year-old woman is eligible for nearly $900/month in disability benefits because of her struggles with so-called “electromagnetic hypersensitivity.” It’s one of the first times a court of law has recognized EHS, or “electromagnetic hypersensitivity syndrome” — which is incredible, given that actual, hard evidence linking adverse health affects and WiFi signals is pretty negligible. Below, a quick review of what we do and don’t know about the world’s most mysterious “allergy,” with advice for those of you on the verge of chucking your router entirely. What is EHS? EHS is, essentially, a grab-bag of physical symptoms with no known cause. Sufferers of EHS, estimated as “severa

Mappa con tutte le antenne di cellulari

http://opensignal.com/coverage-maps/Italy/

Un articolo su Forbes su cover che ci protegge dal cellulare

Sulla prestigiosa rivista americana Forbes, viene riportato un 'lungo' articolo su un nuovo prodotto che protegge la persona dall'uso del telefono cellulare. articolo qui Ovviamente ha una motivazione anche pubblicitaria ma è rilevante che questa rivista lo abbia pubblicata (chi la conosce comprende cosa voglio dire) ...

Un commento di AIE sullo sviluppo della elettrosensibilità

Immagine
Cari amici, la notizia è rimbalzata a livello mediatico internazionale e nazionale: il risarcimento (pensione d'invalidità) per una donna francese "devastata" dalle esposizioni alle radiazioni eletromagnetcihe artificiali che ormai incessantemente ammorbano l'etere senza soluzione di continuità: wi-fi, tablet, smartphone, cellulari, cordeless, stazioni radio-base di telefonia mobile, ecc... In allegato troverete un grafico pubblicato sulla rivista Bioelectromagnetics da parte di due ricercatori europei. Il dato in proiezione che emerge è sconcertante. Se il numero di persone che accusano i sintomi dell'elettrosensibilità continuerà a crescere linearmente (in base a indagini epidemiologiche condotte nel mondo) si prevede per il 2017 una percentuale pari al 50% della popolazione ammalata. Non avete idea di quante persone (disperate e totalmente abbandonate  a se stesse) giornalmente chiamano la nostra associazione per chiedere aiuto in esito ai sintomi accu