Post

Visualizzazione dei post da Aprile, 2013

Un rifugio antiatomico: una soluzione adottata in Germania per elettrosensibili

In questo articolo si riporta questa esperienza già avviata in un bunker antiatomico in Germania, a Künzeller , 70 Km a Nord-Est di Francoforte, dove Ulrike; ES 44-enne pensionata per invalidità (Nota bene) in condizioni di malattia gravi, dopo un agiornata ha trovato molto giovamento scomparendo tutti i disturbi e con buona qualità del sonno. http://mowo-flieden.jimdo.com/ sachlage/ehs-kranke-im-k%C3% BCnzeller-bunker/ It almost seems like a cone meeting at, in the basement of Künzeller community center near Fulda. The former nuclear bunker was rebuilt after the end of the Cold War to the veritable bowling alley. But an advantage was use, because the basement is still radiate safely. And that is the real reason that has led very different people to pull for four days in a nuclear bunker. After all participants have the same problem: they are

Finalmente una proposta di legge Europea è nelle NOSTRE mani !

Il diritto d'iniziativa dei cittadini europei consente ad un milione di cittadini europei di prendere direttamente parte all'elaborazione delle politiche dell'UE, invitando la Commissione europea a presentare una proposta legislativa . Che ne dite ? Mi sembra una opportunità che va utilizzata . Dobbiamo passare dal vittivismo alla proposta ... Alcune Associazioni Europee si stanno muovendo . Anche NOI dobbiamo muoverci, per arrivare poi a raccogliere poi , in Italia , centinaia di migliaia di firme ! Che ne dite ? Giorgio Cinciripini PS  qui c'è un primo documento di proposte

Al bando i telefonini per i bambini, nel Belgio

qui una notizia   che arriva dal Belgio Il ministro della Salute ha annunciato il bando della vendita e pubblicità di telefonini in aree temporali riservate ai bambini

La Risoluzione di Porto Potenza Picena del 2013

Dopo il convegno del 20.4.2013 è stata emessa questa risoluzione firmata da eminenti ricercatori italiani  ed internazionali. ecco qui il documento in italiano ed inglese

APPELLO DI UN GRUPPO DI GENITORI DELL'I.C. "PABLO NERUDA" AL COMUNE DI ROMA: RIMUOVERE SUBITO IL WI-FI DALLE AULE DELLA SCUOLA PER L'INFANZIA

APPELLO DI UN GRUPPO DI GENITORI DELL'I.C. "PABLO NERUDA" AL COMUNE DI ROMA: RIMUOVERE SUBITO IL WI-FI DALLE AULE DELLA SCUOLA PER L'INFANZIA La scuola materna e primaria Sant’Andrea (via Ascrea 24) e la scuola primaria ex Elsa Morante di via Casal del Marmo 212, entrambi appartenenti all’IC Pablo Neruda di Roma, sono state coinvolte nel progetto DIGIT ROMA promosso dal Comune di Roma. All’interno di tali scuole sono stati installati dei dispositivi wireless nelle immediate vicinanze delle aule e, nel plesso di Via Ascrea, sulle pareti esterne di due aule del settore della materna. L’installazione è avvenuta senza alcuna autorizzazione della Dirigente Scolastica  o del Consiglio d’Istituto. La presenza di dispositivi wi-fi, attivi 24h su 24h, in un istituto in cui permangono per più di 8 ore al giorno bambini dai 3 agli 11 anni, è ritenuta dai genitori di tale istituto oltremodo inopportuna e pericolosa.   Ricordiamo che tale tecnologia viene consider

Leucemia ed elettrodotti: altre conferme

studio appena pubblicato sul British Journal of Cancer, condotto da ricercatori francesi, inerente la possibile correlazione tra leucemia infantile e vicinanza abitativa ad elettrodotti. Le conclusioni sono lapidarie: incremento del 70% del rischio di contrarre una leucemia infantile per chi risiede entro 50 metri con un voltaggio tra i 225 ed i 400 Kv.... avvalorando la classificazione dello IARC (OMS) delle basse frequenze ( elettrodotti,cabine di trasformazione,sottostazioni..) come possibili cancerogeni per l'uomo ( e leucemogene per i bambini..), livello di evidenza 2B Paolo.    

Incontro di Legambiente a Como con la popolazione su EMF e salute

qui c'è il video della serata di informazione

Pubblicato il dossier dello IARC sulla pericolosità delle radiofrequenze

Questo documento   di 430 pagine riporta il lavoro di circa 30 ricercatori per  una settimana nel giugno del 2011 che si è concluso con la classificazione 2B :  possibile cancerogeno. delle radiofrequenze. Punto centrale "Positive associations have been observed between exposure to radiofrequency radiation from wireless phones and glioma and acoustic neuroma" (p.421). Those associations with brain tumors and tumors of the acoustic nerve were observed by the Interphone study group and Lennart Hardell 's team in Sweden. Il rapporto fu firmato da quasi tutti i ricercatori . Fu da una parte contestato perché troppo blando , ... ma in ogni caso la classificazione in 2B dopo un cosi' poderoso lavoro di analisi e sintesi, avrebbe dovuto portare le organizzazioni mondiali ad un salto nella attuazione di principi di precauzione,  più restrittivi .  Ma questo non è accaduto. Il potere economico, tecnico e mediatico delle lobby delle telecomunicazioni, elettronica, tel

Le 'nuvole' ed i sistemi wireless sono un pericolo non solo per la salute ma anche per l'ambiente: la CO2 !!!

Questi studi condotti in Australia da Università, Governo dello Stato Vittoria,  ed industria evidenziano  come andando con l'attuale trend di crescita di utilizzo  tramite wireless di cloud (nuvole) per depositare dati, si ottiene un pericoloso e fortissimo incremento della produzione di anidride carbonica. Con l'attuale trend l'aumento di produzione di CO2 dal 2012 al 2015 è equivalente  a mettere sulla strada altre 4,9 MILIONI di automobili !!! Questo è dovuto alla estrema inefficienza della tecnologia wireless a trasmettere dati.   STUDY FINDS WIRELESS SYSTEMS ARE EXPECTED TO GENERATE ADVERSE ENVIRONMENTAL IMPACTS-- equivalent of adding 4.9 million cars to the roads in CO2 THE POWER OF WIRELESS CLOUD; An analysis of the energy consumption, Australian Center for Energy-Efficient Telecommunications (CEET), 2013 http://www.ceet.unimelb.edu.au/pdfs/ceet_white_paper_wireless_cloud.pdf "Our energy calculations show that by 2015, wireless clo

Un'intervista al Prof Genovesi su MCS ed elettrosensibilità

qui l'articolo sulla Stampa

Un bell'articolo sugli effetti ecologi dei CEM

Grazie al nostro amico Franco, mettiamo a disposizione u n'interessante review , in inglese, in cui i ricercatori  hanno  preso in rassegna tantissimi lavori scientifici sugli effetti ecologici dei campi elettromagnetici artificiali. Le conclusioni non possono essere altro che oltre i due terzi dei lavori riportano effetti sia  a bassa che ad alta dose.

Un bel video sulla esperienza di due elettrosensbili svedesi

Qui trovate un video molto ben fatto da parte della associazione svedese di elettrosensbilità sulla storia di due donne.  ben costruito e con toni non estremi ...  ci sono i sottotitoli in inglese. quando si riesce a fare cose del genere anche da parte degli elettrosensibili italiani ? ricordo che ho anche creato una parte di questo blo in cui chiunque puo' riportare la propria esperienza di vits a... da elettrosensibile è qui

Collaborazione tra il Premio Nobel Montagner e l' Ist Ramazzini su ricerca sul cancro

In particolare la collaborazione è finalizzata ad individuare relazioni tra agenti cancerogeni a fattori ed agenti ambientali, tra cui i campi elettromagnetici. Qui un articolo sulla stampa