Post

5G quali applicazioni richiedono il 5G ?

Immagine
  Interessante questa slide acquisita da un documento:  PARERE Comitato economico e sociale europeo L'impatto sociale ed ecologico  dell'ecosistema 5G _____________ L'impatto sociale ed ecologico dell'ecosistema 5G (parere d'iniziativa) TEN/746 Considerazioni: il 5G è richiesto solo da applicazioni industriali e che non impattano la vita sociale dei cittadini ... perché coinvolgere (inquinare) i cittadini?   e non usare un protocollo e dei dispositivi specifici solo per 'device'  industriali ?!

POE Power over Ethernet nuova tecnica di alimentazione dei device via cavo ethernet

Immagine
Tra i mega-trend che attraverseranno il 2023 c’è sicuramente  la crescita delle soluzioni Poe, Power over Ethernet . Si tratta di un approccio innovativo all’alimentazione dei  dispositivi   che funzionano sfruttando l’energia elettrica: in pratica, anziché i consueti fili collegati alla rete domestica e aziendale, si utilizzano  i cavi dati Ethernet , permettendo  così ai device di operare con minori consumi .   Power over Ethernet (PoE) is a technique for delivering DC power to devices over copper  Ethernet  cabling, eliminating the need for separate power supplies and outlets. While PoE doesn't add Ethernet data capabilities, it does offer expanded options for how and where Ethernet end devices can be placed. https://www.corrierecomunicazioni.it/green-economy/wi-fi-lan-e-consumi-energia-tecnologia-poe-per-tagliare-le-bollette/

Riconosciuti gli effetti delle onde millimetriche (5G) su sistema endocrino

Immagine
 Risultati molto importanti ottenuti da ricercatori del  Research Institute of Occupational Health, Moscow, Russia Ratti Wistar maschi sono stati esposti a radiazioni 24 ore su 24 (250 μW/cm2) per 4 mesi. L'attività esplorativa degli animali (= capacità cognitiva) e le concentrazioni ematiche di ACTH e corticosterone sono state valutate alla fine di ogni mese di esposizione e 1 mese dopo l'esposizione.  L'esposizione è stata effettuata da stazioni base 5G/IMT-2020 con uso simultaneo di canali radio con frequenze centrali a 3,6 GHz (n78 con larghezza di banda di 100 MHz), 28 GHz (n257 con larghezza di banda di 100 MHz) e 37 GHz (n260 con larghezza di banda di 400 MHz).... L'esposizione cronica ha indotto cambiamenti nell'orientamento, nell'attività esplorativa e nello stato emotivo degli animali da esperimento. Questi cambiamenti sono stati rilevati a partire dal 3° mese di esposizione, ma non hanno raggiunto la soglia di significatività, e 1 mese dopo la fine

Havana Syndrome: secondo la CIA non è stata causata da attacchi con armi a base di EMF ma ci sono dubbi ...

Immagine
 https://min.news/en/society/d960a0e2d38f0e3643f172006b5cc358.html ll  governo statunitense ha in seguito definito questi sintomi coerenti con una "lieve lesione cerebrale traumatica" come "sindrome dell'Avana", ritenendo che fosse stata causata dall'uso di un'"arma segreta" da parte di un Paese ostile. Alla fine del 2020, l'Accademia Nazionale delle Scienze, dell'Ingegneria e della Medicina, incaricata dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti di indagare sulla questione, ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che l'attacco da " onde di radiofrequenza" dovrebbe essere la spiegazione più credibile della "sindrome dell'Avana". Tuttavia, la CIA ha anche detto che l'indagine non è stata completata e che ci sono ancora più di 20 casi "da indagare sulle ragioni che possono essere spiegate", quindi "non si può escludere la possibilità che dietro le quinte ci siano forze straniere". Do

Arriva anche l'Intelligenza Artificiale a prevedere tumori in presenza di radiofrequenze

Immagine
 Interessante  pubblicazione scientifica di una università Iraniana in cui hanno  utilizzato strumenti di Intelligenza Artificiale (ovvero di 'Machine Learning') per cercare un modello statistico che possa correlare la presenza o meno di un tumore al seno in presenza di diversi di fattori fisici e comportamentali. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/36569561/ I risultati riportati nella Tabella 1 e nella Figura  1 mostrano che i tre modelli si sono comportati bene per classificare correttamente i casi di cancro al seno  e quelli sani, con una sensibilità media >97,2% e la specificità media  >96.4%.  Questi valori dimostrano che i modelli di  modelli di apprendimento automatico sviluppati e le caratteristiche  per rappresentare ogni caso sono stati efficaci. Sono diversi i motivi per cui i modelli sviluppati  modelli hanno dato buoni risultati in questo studio. I predittori  sono efficaci; un passo fondamentale nello sviluppo  un modello di apprendimento automatico è la selezi

5G: a rischio la sicurezza dati

Immagine
 David Simpson, ex capo del Public Safety and Homeland Security Bureau della FCC , e Tom Wheeler, ex presidente della FCC , hanno presentato la scorsa settimana un rapporto alla Brookings Institution in cui affermano che molte delle utili caratteristiche che rendono il 5G diverso dalle precedenti generazioni di reti comportano anche una nuova serie di rischi informatici da affrontare. https://www.brookings.edu/wp-content/uploads/2022/12/GS_12092022_5G-is-smart.pdf  ....................................... PIÙ SOFTWARE, PIÙ RISCHIO DI HACKING Mentre le precedenti generazioni di reti utilizzavano " hardware appositamente costruito" per determinate funzioni, il 5G si basa sul software . Questa forte enfasi sul software crea diversi tipi di rischi. Secondo il rapporto, gli hacker potrebbero trovare e sfruttare vulnerabilità non intenzionali in alcuni software e gli sviluppatori malintenzionati potrebbero inserire backdoor da sfruttare in seguito. "L'aspetto che rende il 5

Nel 2024 nuova classificazione del rischio da cancro per le radiofrequenze ?

Immagine
 Non nel 2023 !    Calma ! Il 23 novembre, Elisabete Weiderpass, direttore dell'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) , ha rivelato che una nuova valutazione delle prove che collegano le radiazioni a radiofrequenza al cancro avrà luogo probabilmente all'inizio del 2024 . Una decisione formale potrebbe arrivare entro pochi mesi. Le richieste di una nuova valutazione si sono moltiplicate in seguito alla pubblicazione di due studi su animali di grandi dimensioni che mostrano un aumento del numero di tumori dopo l'esposizione a radiazioni RF per tutta la vita. Molti ritengono che questi studi lascino all'Agenzia poca scelta se non quella di aumentare la classificazione del rischio di cancro di almeno una tacca, portandolo a "probabile" dall'attuale "possibile", o forse alla classificazione più alta, quella di cancerogeno umano noto. Ma come ha detto la Weiderpass nel suo annuncio, il rischio di cancro da radiofrequenze potrebbe in