Nuovo tessuto schermante Italiano prodotto dalla Soliani con la collaborazione del POLIMI

 


dal SOLE24ORE

Arriva il tessuto che protegge dall'elettrosmog

di Maria Antonietta Romano

 Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci

Un tessuto di nuova tecnologia promette di difenderci dalle radiazioni elettromagnetiche derivanti dai dispositivi elettronici (elettrosmog).

È nato grazie alla collaborazione tra Soliani Emc, specialista in dispositivi schermanti per i settori militare, aeronautico, spaziale e medicale, le piccole e medie imprese del settore tessile comasco e il Politecnico di Milano. Questo tessuto non è un singolo prodotto, ma ci sono diverse versioni/tipologie che hanno applicazioni diverse.

Tuttavia il concetto alla base è lo stesso: una fibra sintetica (poliestere) o naturale, intrappolando microscopiche particelle metalliche crea una maglia con proprietà schermanti.

La versatilità derivante dalla sottigliezza e dalla flessibilità del tessuto ne permette l'uso in svariati campi, dall'aeronautica alla medicina (dove una minima interferenza può costare la vita), fino alla protezione dell'uomo negli uffici, nelle industrie, etc.

E non solo. Uno di questi tessuti ad esempio oltre a schermare le radiazioni elettromagnetiche che possono danneggiare un'opera d'arte può far invece passare selettivamente frequenze non dannose ma in grado di rendere la sua superficie asettica, uccidendo i microrganismi degradatori presenti sulla superficie.

Il tessuto è già disponibile per la vendita ma la Soliani, per poter conquistare nuovi mercati all'estero, ha affidato le verifiche più difficili da eseguirsi in una struttura qualificata come il PoliMI, la quale valuterà il potere di schermatura del prodotto testandolo fino a 40GHz.

Commenti