Syndication

sabato 18 giugno 2011

Nuova Raccomandazioe UE in preparazione per i lavoratori particolarmente esposti ai CEM


Una proposta di aggiornare e migliorare le norme UE a tutela dei lavoratori dai campi elettromagnetici nelle loro attività quotidiane è appena stato presentato dalla Commissione europea. Le regole sono per proteggere i lavoratori come i medici e gli infermieri addetti  alla risonanza magnetica (MRI),  come anche persone che lavorano con radar, saldatori e gli operai riparare le linee elettriche.

La proposta tiene conto della direttiva del 2004 sulle prescrizioni minime di sicurezza relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dai campi elettromagnetici. Si dovrebbe  aggiornare i limiti di esposizione attuale   assumendo  i nuovi consigli scientifici - in particolare in relazione ai limiti di esposizione della RM negli ospedali.
Si dovrebbe predisporre  anche una serie di disposizioni per aiutare i datori di lavoro nei loro sforzi  di valutazione dei rischi richiesta dalla normativa UE.
L'obiettivo della proposta è quello di bilanciare la tutela della salute 'e sicurezza con un'adeguata flessibilità e proporzionalità in modo da non ostacolare indebitamente l'uso e lo sviluppo delle attività industriali e mediche.

Accogliendo favorevolmente l'adozione della proposta da parte della Commissione, il commissario europeo per occupazione, affari sociali e l'inclusione László Andor ha dichiarato: "Dopo un processo di consultazione trasparente e aperto con le comunità scientifiche e mediche, con l'industria e lavoratori, abbiamo emesso una proposta sul tavolo che è aggiornata  e con regole pratiche , per proteggere meglio i lavoratori esposti ai campi elettromagnetici. Le nuove regole sono un passo importante nel ridurre l'onere per le PMI nel confronto con la direttiva del 2004 .. "

La proposta chiarisce le definizioni riguardanti gli effetti negativi sulla salute, introduce un aggiornato sistema di limiti di esposizione (frequenze che sono riconosciuti come aventi effetti nocivi sul sistema cardiovascolare umano o del sistema nervoso centrale), così come un certo numero di disposizioni destinate a facilitare il lavoro dei datori di lavoro in occasione della valutazione dei rischi previsti dalla legge.

Siccome i datori di lavoro hanno l'obbligo di effettuare valutazioni di rischio, la proposta introduce disposizioni specifiche per assicurare un approccio proporzionato e per garantire adeguate misure preventive per ridurre l'esposizione dei lavoratori ai campi elettromagnetici. La proposta prevede che i datori di lavoro diano ai lavoratori esposti ed i loro rappresentanti le informazioni necessarie e formazione, in particolare in relazione al risultato della valutazione dei rischi, le misure adottate dal datore di lavoro, sicurezza sul lavoro, la rilevazione di effetti negativi e le circostanze in cui i lavoratori hanno diritto a controlli sanitari.

Nel caso di   lavoratore che lavora per le  linee ad alta tensione, per esempio, la proposta richiede al datore di lavoro di valutare i rischi di esposizione ai campi elettromagnetici e adottare misure per ridurli. Questo può variare  dall’  aumentare la distanza, a ridurre l'intensità, limitare il tempo di esposizione ecc
Per il settore medicale della risonanza magnetica per immagini, o risonanza magnetica, la proposta richiederebbe appropriato buone pratiche per essere sviluppati e diffusi per limitare l'esposizione dei lavoratori che svolgono dalla risonanza magnetica per immagini. Per le forze armate, armonizzato North Atlantic Treaty Organisation (NATO) norme per coloro che lavorano con radar dovrebbe essere applicata negli Stati membri interessati.

La proposta dovrebbe prevedere specifiche disposizioni per i lavoratori che indossano uno dispositivi medici impiantabili attivi (AIMD) - come un pacemaker - e le donne incinte, che sono considerati particolarmente a rischio e hanno bisogno di protezione speciale. per questi casi.
La proposta comprende soltanto i lavoratori durante le loro attività professionali. Tutte le altre categorie di persone, come i consumatori, utenti di telefonia e dei passeggeri, sono coperti dalla esistente 1999/519/CEE raccomandazione del Consiglio per la legislazione generale e specifica pubblico in ciascuno Stato membro.

La proposta sarà inviata al Parlamento europeo e al Consiglio dei ministri dell'UE per l'adozione. Scadenza della nuova direttiva per l'attuazione saranno stabiliti dal Parlamento e dal Consiglio.



http://www.emfacts.com/2011/06/european-commission-proposes-to-revamp-rules-to-protect-eu-workers-from-harmful-electromagnetic-fields/

2 commenti:

  1. UNA SOLA NOTA sulla RISONANZA MAGNETICA:

    quanto sopra a confermare che quell'esame dà una 'bella botta' di campi, per cui le persone con sintomi di elettrosensibilità NON DEBBONO assolutamente sottoporsi !

    RispondiElimina
  2. Come sempre, in prossimità della scadenza di una moratoria, introdotta con la direttiva comunitaria 2008/CE/46, che sospendeva l'applicazione dei limiti introdotti con la direttiva del 2004 (pochi giorni dopo il recepimento nel vecchio dlgs 626 e quindi assorbito nel testo unico sulla sicurezza 81/08), si annuncia una nuova direttiva a cui affidare nuovi limiti.
    Cosa sarà successo in questi 4 anni per definire nuovi limiti di esposizione? Sicuramente qualcosa che porti a rivederli al ribasso, altrimenti dovrebbero andare bene quelli precedenti.
    Ho un brutto presentimento, però ...

    RispondiElimina