Syndication

venerdì 10 febbraio 2012

Wi-fi a Reggio Emilia e in altre città italiane

Roma/Bologna,9 febbraio 2012

Gent.mo Graziano Delrio

Sindaco del Comune di Reggio Emilia – Presidente ANCI

Diffusione del Wi-Fi a Reggio Emilia e nelle altre città d’Italia.

Egr. On. Sindaco e Presidente ANCI,

le scriventi associazioni di volontariato, operanti nel settore della tutela dell’ambiente e della salute, con la presente intendono sottoporre alla Sua attenzione il tema dei rischi sull’uso improprio delle tecnologie di comunicazione Wireless, che assume particolare e delicata valenza nei contesti urbani, soprattutto, in presenza di bambini ed adolescenti.

Migliaia di medici e scienziati in tutto il mondo ritengono che il Wi-Fi e le altre tecnologie wireless non sono sicure per la salute. Una percentuale crescente della popolazione nei paesi industrializzati soffre di Elettrosensibilità, cioè di reazioni psico-fisiche quando è esposta al campo elettromagnetico del cellulare e di altre tecnologie senza fili, come il Wi-Fi.

Le più qualificate istituzioni europee (Parlamento, Consiglio d’Europa) e sanitarie (IARC, Consiglio Superiore della Sanità), attraverso pareri e risoluzioni, raccomandano prudenza sull’utilizzo precoce e prolungato di cellulari ed altri dispositivi che emettono microonde, in particolare per i bambini, nelle scuole e nei luoghi indoor, invitando le autorità a preferire connessioni internet cablate al posto del wireless.

Le autorità governative italiane hanno recentemente varato il progetto “Scuole in Wi Fi”, investendo cospicue risorse pubbliche per promuovere la diffusione del servizio Wi Fi in tutte le scuole della Penisola. Ci risulta che tale iniziativa è stata assunta anche da numerose amministrazioni di enti locali, che offrono servizi di collegamento gratuito a mezzo wireless in luoghi indoor (scuole, ospedali, uffici pubblici, esercizi commerciali, ecc..).

Ci risulta, inoltre, che anche Reggio Emilia, come tante altre città capoluogo e di provincia, ha promosso progetti per lo sviluppo e la diffusione di tecnologie wireless per l’accesso gratuito ad internet.

Per questo, Le chiediamo, in qualità di Primo Cittadino di Reggio Emilia e di Presidente ANCI, senza dover sospendere gli impegni assunti in itinere, di avviare una profonda riflessione sull’uso delle suddette tecnologie, almeno limitatamente alla applicazione nei luoghi indoor, prima di assumere ogni decisione che potrebbe rivelarsi irrimediabilmente dannosa per la salute della popolazione ed in particolare, di quella infantile e scolastica.

Le chiediamo, inoltre, di assumere provvedimenti cautelativi nei confronti della diffusione della tecnologia wireless e sulla loro installazione negli spazi urbani, favorendo lo sviluppo di apparati di comunicazione via cavo nelle reti domestiche e nelle aule scolastiche, in linea con le indicazioni scientifiche emerse dalle istituzioni internazionali.

La invitiamo, infine, ad assumere pubblicamente l’impegno di promuovere presso tutti i comuni italiani iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi di un eccessivo e distorto uso delle tecnologie wireless, favorendo l’assunzione di comportamenti virtuosi e rispettosi della salute umana con iniziative culturali in difesa del diritto dell’Infanzia e Adolescenza che generino valore e rispetto per un futuro tecnologico consapevole e intelligente.

Certi di un Suo positivo e sollecito riscontro, restiamo in attesa di poterLa incontrare, per avviare insieme un processo partecipativo di autentica e condivisa tutela del territorio urbano.

Associazione Comitato Cittadini Indipendenti Per il Comitato Promotore di Adriana Palleni Rete Elettrosmog-Free Italia

adrianapalleni@libero.it Dott. Giuseppe Teodoro

http://e-smogfree.blogspot.com

4 commenti:

  1. Salve a tutti,
    questo è il trailer del documentario sulle antenne a Reggio.
    Speriamo di terminare il montaggio completo per martedì o mercoledì.



    http://www.youtube.com/watch?v=gplYzCuvghQ



    Buona domenica
    ReggioINchieste
    Cosimo Pederzoli
    Matteo Galli

    RispondiElimina
  2. Ci uniamo all'appello dell' Associazione Comitato Cittadini Indipendenti Per il Comitato Promotore di Adriana Palleni Rete Elettrosmog-Free Italia

    Cittadini e Genitori
    Diritti, per l'Infanzia e l'Adolescenza

    RispondiElimina
  3. Ecco il link ad un articolo sul resto del carlino


    http://www.ilrestodelcarlino.it/reggio_emilia/cronaca/2012/02/20/670569-antenne-selvagge-rischio-cancerogeno-reggio-emilia.shtml

    RispondiElimina
  4. Aggiornamento



    Carissimi tutti e tutte sono rietrata stanotte dall'Indonesia e Andrea mi ha telefonato stamattina alle 7.0 con il "benvenuto": da ieri, 1 marzo, la WIND ha aperto il cantiere per l'estallazione della mega antenna che l'Amministrazione Comunale le ha concesso in Via 4 giornate di Napoli, in pieno centro ROSTA NUOVA, in mezzo a palazzoni, parchi e scuola MATERNA STATALE Leonardo da Vinci.

    In questi anni e ultimi mesi ci siamo impegnanti in tanti per ottenere una gestione corretta di questo CANCRO in METASTASI che è il proliferare smodato delle antenne e dell'elettrosmog. Abbiamo ottenuto una vittoria incredibile il Consiglio Comunale con la votazione UNANIME di tutti i gruppi politici perchè la Giunta realizzasse il PIANO ANTENNE per la tutta la città. Ma tutto va avanti come se nulla fosse.

    Vi invito a vedere anche il servizio fatto da due giovani giornalisti reggiani che si sono appassionati a temi di interesse civile, e che è anche sul sito nazionale del Resto del Carlino. Parla di noi e di un'altra realtà romagnola, ma i temi trattati riguardano tutta la società- Sotto troverete l'indirizzo.


    http://www.youtube.com/watch?v=RfgKHJFZWMM



    Noi non vogliamo "morire in silenzio" e domani dalle ore 10,30 ci troveremo nel Parco di Via quattro giornate di Napoli, a presidiare pacificamente e con cartelli e striscioni, il nostro dissenso su come la politica del Palazzo Comunale non rispetti nè ascolti i suoi cittadini.

    Parleremo con la gente, distribuiremo materiale, e se avranno il coraggio di partecipare, visto che li abbiamo invitati, chiederemo ai Capi Gruppo in Consiglio Comunale di pretendere la realizzazione del Piano.

    Chiediamo a tutti voi di unirvi a questo presidio, anche con i vostri figli che sono i più esposti. Abbiamo invitato anche la Scuola Materna nelle persone dei genitori e degli insegnanti.
    Abbiamo chiamato anche tutti gli altri gruppi cittadini che a vario titolo lavorano per una politica più vera, più corretta, più vicina ai problemi veri della gente.

    Vi chiediamo di far girare questa e.mail ad altre persone, perchè è solo ritornando ad unire gli sforzi che potremo sperare in un cambiamento di fare politica, di fare scelte per il bene di tutti. Solo così potremo sperare di vincere il pessimismo e la solitudine che ci paralizzano da troppo tempo e hanno minato la fiducia soprattutto nei nostri giovani.

    Don Primo Mazzolari, grande educatore del secolo, scorso scrisse un testo meraviglioso che da sempre guida le mie scelte: NOI CI IMPEGNAMO. Non gli altri, partiamo da noi.
    Essere domani al presidio pacifico presso il cantiere è un segno di questo impegno.

    Vi aspettiamo fiduciosi.

    Luciana Pederzoli in Lasgni

    RispondiElimina