Spostare i telefonini dal letto la notte, non l’orario scolastico.

    Associazione                                                                                    anno XXXII    “ElettrosmogVolturino”
Via S. Martino, 2  71030  Volturino (FG)
tel.347.7215642                                                                                                             antonio.gagliardi-8233@ecp.postecert.it                                                                
elettrosmogvolturino@interfree.it                                                                                                                         prot. n. 01/18                                                                              Volturino 08/01/2018

MIUR                         Ministero Salute
Oggetto: Spostare i telefonini dal letto la notte, non l’orario scolastico.
La proposta dell’ Accademia americana e della Società italiana di Pediatria di spostare l’orario scolastico non risolve il problema dell’adolescenza insonne, perché andrebbe a dormire più tardi, ma spostare il telefonino dal letto la notte e spostare  l’orario scolastico alle 9, ma per consentire a studenti fuori sede di raggiungere la scuola più agevolmente.
Dal 2003 che allerto autorità istituzionali su questo squilibrante comportamento, ma le risposte sono campagne pubblicitarie a favore di uno smisurato uso di messaggini e connessioni 24/24 con ripercussione negativa sulla melatonina, ormone prodotto dalla ghiandola ipofisaria che raggiunge il culmine tra l’una e le tre di notte e regolatore del ritmo sonno-veglia.                                                                                                     Ma la sua scarsità ha conseguenze negative sul sonno con disturbi comportamentali: mancanza di concentrazione, aggressività, iperattività, depressione, suicidi, incidenti, Alzheimer e alterazioni metaboliche, collegate sempre ad una pessima qualità del sonno: obesità, ipertensione e diabete .
E le autorità sanitarie sanno molto bene come l’indice statistico è divenuto sempre più alto.
Se i media vengono nutriti da pressanti operatori telefonici, le istituzioni sanitarie devono obbligare le compagnie telefoniche ad aggiungere alla fine di ogni spot pubblicitario il benefico messaggio di spegnere e allontanare qualche ora prima di dormire l’oggetto dei loro desideri, divenuto un vero strumento di squilibrio di massa (ssm).
Antonio Gagliardi presidente




Commenti