Syndication

lunedì 3 febbraio 2020

Gli insetti hanno un picco di assorbimento radiazione sopra ai 6 GHz

Abbiamo studiato l'energia elettromagnetica assorbita in radiofrequenza in quattro diversi insetti reali in funzione di frequenza da 2 a 120 GHz. L'imaging micro-CT (tomografia ai raggi X) è stato utilizzato per ottenere modelli realistici di insetti reali. Questi modelli sono stati assegnati parametri dielettrici ottenuti dalla letteratura e utilizzati nelle simulazioni nel dominio del tempo a differenza finita.
Tutti gli insetti mostrano una dipendenza della potenza assorbita dalla frequenza con una frequenza di picco che dipende sulle loro dimensioni e proprietà dielettriche. Gli insetti mostrano un massimo in potenza assorbita in radiofrequenza a lunghezze d'onda che sono paragonabili alle loro dimensioni corporee.
Mostrano un aumento generale della potenza assorbita in radiofrequenza sopra i 6 GHz (fino a quando le frequenze in cui le lunghezze d'onda sono paragonabili alla loro dimensione corporea), che indica che se le densità di potenza utilizzate non diminuiscono, ma si spostano (parzialmente) su frequenze più elevate, l'assorbimento nello studio aumenteranno anche gli insetti.   
Ciò potrebbe portare a cambiamenti nel comportamento degli insetti, nella fisiologia e morfologia nel tempo a causa di un aumento delle temperature corporee, dal riscaldamento dielettrico. Gli insetti studiati che sono inferiori a 1 cm mostrano un picco di assorbimento a frequenze (superiori a 6 GHz), che attualmente non sono spesso utilizzate per le telecomunicazioni, ma è previsto l’utilizzo nella prossima generazione di sistemi di telecomunicazione wireless 5G
A frequenze superiori alla frequenza di picco (lunghezze d'onda più piccole) la potenza assorbita diminuisce leggermente


https://www.emfacts.com/2020/02/icnirps-thermal-only-guidelines-dont-work-for-insects-with-5g-unless-you-like-them-fried/

https://www.dropbox.com/s/wcfr48g7yhf9yzp/exposure%20insects%20to%202-12%20GHz.pdf?dl=0


sabato 1 febbraio 2020

I genitori della Silicon Valley avrebbero inviato i propri figli in scuole private a bassa tecnologia

È stupido. Gli amministratori e gli educatori delle scuole pubbliche stanno ancora spingendo per programmi “high tech” quando gli esperti continuano a mettere in guardia contro di loro e i bambini non ne traggono beneficio


I genitori della Silicon Valley – tra cui Bill Gates e il compianto Steve Jobs – devono almeno aver sospettato che la tecnologia non fosse benefica per i bambini. Altrimenti, non avrebbero inviato i propri figli in scuole private a bassa tecnologia o no-tech da sempre e limitando il loro uso della tecnologia nelle loro case. Più recentemente è stato riferito che alcuni stanno anche facendo firmare contratti alle “baby-sitter”


Il lancio del 5G in Sud Corea un flop ?

https://www.cremascolta.it/2020/01/03/lancio-del-5g-in-sud-corea-un-flop/

 Ad aprile, i tre principali vettori nazionali Sud Coreani  – KT, SK Telecom e LG Uplus – hanno lanciato il servizio 5G lo stesso giorno in cui Verizon Communications ha debuttato in due città degli Stati Uniti. Fin dall’inizio, circa la metà della popolazione della Corea del Sud potrebbe avere accesso al servizio

“Per quanto riguarda l’adozione, siamo ancora all’inizio”, ha dichiarato Julian Gorman, capo dell’Asia-Pacifico per GSMA

domenica 26 gennaio 2020

Stop ai programmi di invio di satelliti artificiali



questa immagine è il risultato di una rilevazione ad obiettivo aperto dello spazio: le linee bianche sono dovute a satelliti artificiali! 

E' stato emesso un appello internazionale  dando seguito alle preoccupazioni espresse dall’Unione Astronomica Internazionale, IAU  e da altri soggetti istituzionali:  solleviamo una serie di richieste formali in merito ad una maggiore tutela e salvaguardia per le osservazioni astronomiche professionali da terra, garantendo agli astronomi, il diritto di osservare un cielo libero da inutili fonti di inquinanti artificiali.

La compagnia privata americana SpaceX ha già messo in cielo 180 di questi piccoli satelliti, chiamati Starlink, e prevede di costellare l’intero cielo in totale con circa 42.000 satelliti (a tre differenti quote: 340km, 550km e 1150km). Pertanto, insieme ad altri progetti spaziali di telecomunicazione previsti per il prossimo futuro (ovvero OneWeb da UK, Telesat dal Canada, Amazon, Lynk e Facebook dagli USA, Roscosmos dalla Russia e quello della corporazione aerospaziale ed industriale cinese), potrebbero esserci oltre 50.000 piccoli satelliti, che orbiteranno intorno alla Terraa a differenti altitudini con differenti obiettivi connessi all’ industria delle telecomunicazioni e che forniranno principalmente Internet da satellite.

Essendo le osservazioni/surveys astronomiche a grande campo del cielo comunemente utilizzate nei programmi di monitoraggio/ricerca di  potenziali oggetti da impatto per la Terra, risulta importante segnalare come queste costellazioni satellitari potrebbero compromettere le capacità di prevenire ed avvisare l’ intera umanità dai rischi di potenziali impatti

sabato 25 gennaio 2020

Auto senza autista è un bluff ? è una applicazione 'da sogno' che giustifica il 5G?



Uno dei motivi principali per cui viene promosso il 5G è che si afferma che le velocità di dati della frequenza millimetrica del 5G sono necessarie per abilitare la tecnologia in cui i veicoli autonomi governano senza problemi le strade e tutti quei guidatori umani inclini agli incidenti inaffidabili (tutto qui! ) saranno finalmente tolti dalle strade una volta per tutte.


Vi rimando ad un articolo molto dettagliato: vedere sotto.

Quattro anni fa, uno tsunami di denaro sono stati investiti in Tesla, Uber, Waymo (precedentemente di Google), Apple e qualsiasi azienda che potesse trasformare la parola "senza conducente" in un comunicato stampa.
Uno studio di Business Insider pubblicato nell'aprile del 2016 prevedeva che ci sarebbero stati 10 milioni di auto senza conducente sulla strada entro il 2020, cioà oggi!

(vedi link)



Quante ce ne sono in giro negli USA, oggi ?

Risp.:  ZERO !







Come mai?

Il giornalista qui elenca dei fatti:

Tre persone sono morte a dicembre in incidenti di veicoli elettrici Tesla, probabilmente durante l'utilizzo del "pilota automatico" (NB   Tesla identifica il suo software di assistenza alla guida "pilota automatico e quindi avverte i conducenti di non usarlo come pilota automatico. I conducenti ignorano regolarmente il avvertenze)

Sempre a dicembre, una  auto Tesla con 'autopilota si è schiantata contro un auto della polizia  che aveva fermato.

Un'indagine di 20 mesi ha concluso a novembre che il motivo per cui un pedone è stato colpito e ucciso da un'auto "senza conducente" di Uber a Tempe, in Arizona (sì, c'era un autista ... Stava attenta a guardare un video sul suo smartphone quando si è verificato l'incidente.) è stato perche il software dell'auto riconosceva  i pedoni solo se si trovavano in un passaggio pedonale approvato e correttamente contrassegnato. Altrimenti, a quanto pare, è solo un bersaglio!

La National Highway Traffic Safety Administration sta indagando su molteplici segnalazioni di improvvise accelerazioni indesiderate da parte dei veicoli elettrici Tesla. Tesla dice che una cosa del genere è impossibile. Nel dicembre 2018, un residente di Henderson, in Nevada, ha riportato due improvvisi incidenti di accelerazione in tre mesi. Quando si trascina lentamente in uno spazio di parcheggio, il modello S 2017 del consumatore ha subito "un'accelerazione incontrollabile" che ha provocato costole incrinate e danni di proprietà di $ 18.000. In un incidente del novembre 2019 a Danville, in California, un proprietario della Model S del 2015 ha riferito di guidare su un'autostrada a 65-70 mph per 30 minuti con il pilota automatico attivato quando ha accelerato senza preavviso. L'auto si schiantò contro il veicolo che stava seguendo e gli airbag furono schierati.



 Elon Musk di Tesla ha previsto l'arrivo di auto senza conducente veramente autonome da pochi mesi, questo ripetuto ormai da anni. Ma il CEO delle divisioni di guida autonome di Volkswagen ha dichiarato questo mese: "Questo è uno dei problemi più difficili che abbiamo. È come se andassimo su Marte. Forse non accadrà mai. "




http://www.dailyimpact.net/2020/01/23/the-road-to-driverless-is-paved-with-good-deceptions/?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+dailyimpact%2FGIfx+%28The+Daily+Impact%29

domenica 12 gennaio 2020

dal sito Global Research una lista aggiornata di chi nel Mondo frena il 5G



qui il link

https://www.globalresearch.ca/telcos-losing-battle-impose-5g/5691065


da fine 2018 oggi  ci sono 198 riferimenti a città, agenzie nazionali, enti pubblici e privati che hanno proposto e/o deciso di dare uno stop (o un stand by) alla implementazione del 5G.