Syndication

Visualizzazione post con etichetta TAR. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta TAR. Mostra tutti i post

mercoledì 22 ottobre 2014

ISDE a fianco del Prof Levis contro il Ministero della Salute



Carissimi,
 
a voi l'importante comunicato stampa,  nel quale L'ISDE prende posizione decisamente al fianco del prof.Levis nella sua zione intrapresa con altre associazioni affinchè i TAR del Lazio ordini al Ministero della Salute ed al Governo di effettuare immediatamente una campagna di informazione pubblica su scala nazionale per rendere noto il rischio di tumori determinato dall'utilizzo dei telefoni cellulari come gia effettuato da altri stati.....
 
Siamo in pochi nell'interesse di tutti....
 
Paolo Orio
AIE

giovedì 20 marzo 2014

APPLE (Prof Angelo Levis) ha chiesto al TAR Lazio intervento su Ministero della Salute

L'Associazione italiana per la prevenzione e lotta all'elettrosmog ha presentato un ricorso al TAR del Lazio perché ordini al Ministero della Salute e al Governo di fare informazione sui rischi per la salute legati alla  telefonia mobile  Si parla insomma di un tentativo per stimolare l'informazione sul tema dell'esposizione alle onde elettromagnetiche.
http://www.tomshw.it/cont/news/cellulari-pericolosi-per-la-salute-in-italia-poca-informazione/54502/1.html

http://www.lastampa.it/2014/03/20/cronaca/il-governo-faccia-una-campagna-per-i-danni-da-cellulari-EdBHy1B3GHqtWjR05sNqgI/pagina.html

mercoledì 5 febbraio 2014

Vittoria di Comitati romani

Il Tar, lo scorso 27 gennaio, ha dato ragione ai cittadini di Cinecittà che si erano appellati tramite il Comitato spontaneo No Antenna alla giustizia amministrativa contro l’installazione di un’antenna (SRB) di telefonia mobile senza che gli uffici municipali ne fossero a conoscenza

vedere articolo 

martedì 29 gennaio 2013

Continua la lotta a Pescara

in un regime di Far West dove le antenne e ripetitori crescono da soli, senza rispetto delle stesse (poco protettive per i cittadini) regole presenti, il comitato locale non demorde

sabato 28 luglio 2012

Altra sentenza di TAR che dà ragione alle società di telefonia

In questa sentenza del TAR della Campania dà torto al Comune di Massa Lubrense, in quanto
la nota del Comune avente ad oggetto la decisione di sospendere l’esame della istanza per l’installazione di una S.R.B. in attesa della futura adozione di un piano di localizzazione degli impianti di telefonia mobile, finisce per risolversi in un illegittimo arresto sinedie del procedimento, in contrasto con le esigenze di speditezza proprie di tale settore che trovano testuale riscontro nell'art. 87 del D.lgs. n. 259/2003


E' un ennesimo caso in cui quel cavolo di art 87 dà ragione alle società di telefonia: i Comuni (pochi ?!) che vogliono essere prudenti sulla immissione e proliferazione di antenne, di fatto vengono messi da parte.

I progetti di legge (ad es. del Sen Casson) in cui si pone al primo posto il VALORE DELLA SALUTE del cittadino ... dormono nelle Commissioni e senza una forte azione politica con un movimentismo sociale, non si arriverà a nessun miglioramento!

Siamo sempre li'!

E la colpa è anche e molto dei Comitati locali ed Associazioni di attivisti ed ambientalisti che di fatto non vogliono cooperare per poter - uniti - cercare di cambiare qualcosa ...