Syndication

Visualizzazione post con etichetta libri. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta libri. Mostra tutti i post

venerdì 2 gennaio 2015

Un romanzo sulla conflittualità permanente tra cittadini ed ... untori !

Vi segnalo un recentissimo libro scritto dalla nostra amica, Francesca Romana Orlando, che - come è noto alla maggior parte di voi  -  da diversi anni segue in prima persona le vicende del 'mondo della MCS e della elettrosensibilità'.

Lei ha perseguito l'idea di fare informazione cercando una via più diretta e meno 'didattica' , cioè un romanzo in cui I fatti ed I personaggi sono molto reali-stici.

Mi ricorda un altro romanzo thriller "Il coniglio bianco" di Nino Treusch (2010), che trovai belloe stimolante.



Qui una presentazione del libro da parte dell'autrice:

E’ un romanzo thriller su una scienziata dell’ISS, Cassandra Conte, che fa da CTU in una causa promossa da cittadini per danni alla salute causati dalle antenne.
Sullo sfondo di questa trama si intrecciano le storie avventurose di alcuni scienziati che denunciano la pericolosità delle antenne dei cellulari (ispirati a Livio Giuliani, Fiorenzo Marinelli e agli scienziati ICEMS a cui è dedicato il libro). Nel libro si parla anche di un’organizzazione clandestina di multinazionali dei cellulari che ordisce trame per manipolare la ricerca e insieme ad una società di PR orienta la pubblica opinione.
Le vicende si intrecciano fino ad arrivare al 31 maggio 2011, data storica in cui la radiofrequenza è classificata come “possibile cancerogeno per l’Uomo”:
Nel libro si parla anche della misurazione dei campi elettromagnetici in 24 ore invece che in 6 minuti ma in forma romanzata, cioè semplice, e si fa capire che è voluta dall’industria per la telefonia 4G.
Uno dei protagonisti è un ingegnere elettrosensibile, Raj Kotak, personaggio che mi è stato ispirato dal bravo Girish Kumar ingegnere che ha scritto un rapporto proprio sulla pericolosità dei cellulari.
Lui è stato male per anni a causa delle radiazioni delle antenne dei cellulari che testava nel laboratorio accanto al suo studio. Da quando ha schermato tutto, i suoi sintomi sono nettamente migliorati.
La protagonista, biologa dell’ISS, usa le coltivazioni di cellule sul campo, ovvero in abitazioni dove ci sono malati a causa delle antenne, come fa il Dott. Fiorenzo Marinelli per determinare se le antenne fanno male nelle abitazioni di Potenza Picena dove ci sono malati per colpa del radar.
Ho usato la forma del romanzo per far capire in modo semplice la questione degli effetti biologici dei campi elettromagnetici termici e non termici e soprattutto per suggerire le strategie di vendita e di manipolazione della ricerca scientifica da parte dell’industria dei cellulari.
 
Sul sito www.lacittabianca.com trovate maggiori informazioni.
 
Vi invite a leggerlo, cosa faro senzaltro io.
 
 

martedì 3 dicembre 2013

Repacholi scrive anche un libro per confutare IARC

Michael Repacholi (padre putativo di Paolo Vecchia & Co.) scrive ora un libro per dire che gli studi epidemiologici che sono alla base della decisione dello IARC/WHO di classificare le radiofrequenze come POSSIBILI CANCEROGENI sono viziati alla fonte!

Peccato che ben 29 massimi esperti nel 2011  dopo una scannamento (spero solo dialettico) di 3-4 giorni sono arrivati a quella conclusione, quale compromesso alla richiesta di classificazione come PROBABILI cancerogeni ...

La associazione delle società telefoniche australiane ha immediatamente lanciato un plauso !
Mah!  chissà come mai ... e chi avrà finanziato il libro ? è  una domanda aperta ... non ho risposte ...




Book on Mobile Phone and Public Health launched
APN News, Dec 2, 2013
Mumbai : Former WHO expert on electromagnetic fields Prof. Michael Repacholi on Monday
released a book titled DSCN8822 300x194 Book on Mobile Phone and Public Health launched
“Mobile Phones and Public Health – Myths and Reality”. It covers articles of eminent scientists and doctors on concerns of public health arising from mobile towers and handsets.
Published by New Delhi based Har-Anand Publications, the book edited by Mr Ravi V.S. Prasad dispels the notion that mobile phone use causes health risks.
Prof. Repacholi, who was the Electromagnetic Fields (EMF) project coordinator for the World Health Organisation (WHO) said, high quality studies have not established that use of mobile phones or mobile towers  causes any health risks.
“From all the high quality studies that have been published and the reviews of all the studies by international and national public health authorities, it can be safely concluded that it has not been established that mobile phone use causes or is associated with any health risks,” he said at the launch of the book.
“WHO has recommended more research related to the possible effects of RF (Radio Frequency) fields on people and some studies have already been completed showing no effect of mobile phone use on human health,” he added.
Prof. Repacholi is also the former chairman of Germany-based International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection (ICNIRP) and a contributor of the book.
The book contains articles from well-known scientific writers like Prof. Vasant Natarajan, Prof. Susanta Sen, Dr. KS Parthasarathy, Dr. Jack Rowley and Dr. Bhavin Jankharia amongst others.
Mr. Ravi V.S.Prasad is the editor of this book. He holds advanced degrees in engineering from Carnegie Mellon University in USA and Indian Institute of Technology, Kanpur.He is a consultant and columnist in telecommunications and information technology in India.
“Scientific studies from all over the world have failed to prove any adverse effects from use of mobile phones and towers. Their energy emissions are one-thousandth of the energy from sunlight, and so can’t impact on health.
Source : Lokesh Shastri
http://bit.ly/IBkDhe


http://www.amta.org.au/site/AMTA/images/AMTA_Logo_text_pms.gifClassification of mobiles as a ‘possible carcinogen’ was flawed, Australian expert says
EME Update
Mike Repacholi smallThe former head of the World Health Organization’s research on mobile phones has said the 2011 classification of wireless signals as a ‘possible carcinogen’ by the International Agency for Research on Cancer (IARC) was flawed because they relied too heavily on human population studies which are prone to bias and errors.
 “We all know the many problems associated with epidemiological [population] studies. They are prone to many biases and have serious problems assessing a person’s exposure, especially to EMF,” Dr Mike Repacholi from the University of Rome said in a recent guest blog.
 
“We are all living in a sea of EMF so it is difficult to distinguish between the exposed and control groups. Because of this, my concern is that there is an over-reliance on epidemiology studies.”
 
Because animal studies can be conducted with more precision, public health authorities should be more careful in their relative assessments of the evidence, Dr Repacholi said.
           
IARC defined the evidence in two human population studies, which included these known biases, as ‘limited’ – which automatically put mobile phones in the ‘possible’ category despite the fact that there was no consistent support from animal and cell studies.
 
“In my opinion the definition that IARC uses for this classification is flawed,” Dr Repacholi said.
 
Dr Repacholi, former leader of the WHO EMF project and Chairman Emeritus of the International Council for Non-Ionizing Radiation Protection (ICNIRP), is one of the world’s leading authorities on health and safety issues related to mobile telecommunications.
 
“If epidemiology studies show an effect but overwhelmingly the animal studies don’t, then the assessment should be that there is a problem with the epidemiology studies,” Dr Repacholi said.
 
There is also widespread misunderstanding about the ‘weight of evidence’ approach used for health risk assessments, Dr Repacholi wrote in the blog.
 
“Weight of evidence is NOT counting the number of positive and negative studies and then concluding there are more positive study results than negative, or vice versa,” Dr Repacholi said.
 
A true weight of evidence approach requires that each study, both positive and negative, be evaluated for quality, he said.
 
“Quality assessment criteria for all study types are well known and studies can be given more or less weight, where those studies that conducted experiments correctly according to these criteria are given more weight or believability in the outcome, than those deemed low quality,” Dr Repacholi said.
 
“All ‘blue-ribbon’ reviews use this approach. WHO has used this approach for over 50 years and it is a very well accepted, tried and true method for assessing health risks from any biological, chemical or physical agent.”
 
Finally, Dr Repacholi said in comparison to leading health authorities; the BioInitiative report did not conduct a proper weight of evidence assessment.

“If one assesses the quality of studies referenced in the
BioInitiative report it becomes very obvious they almost all fit into the low quality category that have not been replicated. It is very apparent that the authors of the BioInitiative report do not quote leading public health authorities such as WHO or the HPA in their review because they only want to summarise any study that supports their opinion and omit studies that don’t.”
http://bit.ly/1htDFFm

sabato 18 febbraio 2012

Il libro TOGLIETELO DALLA TESTA di Riccardo Staglianò

Due commenti sul libro TOGLIETELO DALLA TESTA di Riccardo Staglianò, Ed. CHIARELETTERE

Chi mi conosce sa che non sono enfatico, anzi … ma in questo caso debbo dire che ho trovato questo libro eccezionale!
Da oltre 4 anni seguo le notizie legate ai campi elettromagnetici , i suoi danni a breve – medio termine (elettrosensibilità) e a lungo termine (tumore) , e quanto nel mondo si fa per ridurre gli effetti; intervengo non solo in questo blog ma anche in altri e scrivo a media o trasmissioni TV che male informano …
Grazie a tutto questo, ho potuto apprezzare questo libro in quanto Staglianò (che non conosco personalmente) ha fatto un enorme e fantastico lavoro in quanto ha dato un ‘volto’ ai vari ‘opinion leader’ di questa area della ‘tecnologia-scienza-salute-business’.
Meglio di quanto ha fatto una ottima Devra Davis con il suo libro Disconnect , lui ha intervistato (o cercato di entrare in rapporto) con tutti i personaggi che influenzano la influenza di interessi di business legati alla tecnologia ( Campi elettromagnetici) sulle nostre condizioni di vita.
Io auspico due cose – sperando che Riccardo abbia modo di leggerle -:
- Che affronti il tema della elettrosensibilità : tante storie umane (cominciamo da mia moglie, … , ma la Associazione Elettrosensibili, e AMICA, possono fornire diversi nominativi, nel rispetto ovviamente della privacy) e lo scenario a breve (mesi) che vedrà da una parte grande eccitazione di sindaci a creare tante aree Wifi-free in giro per l’Italia ed un aumento dei fenomeni di elettrosensibilità …
- Che egli , vista questa enorme e vissuta conoscenza, sia disponibile come oratore negli incontri che le varie associazioni e comitati tengono per informare la popolazione ( e magari bloccare un qualche nuova antenna …).

sabato 4 febbraio 2012

Un nuovo libro sui pericoli provenienti dall'uso del telefonino

qui l'intervista al giornalista Riccardo Staglianò



http://www.chiarelettere.it/libro/principio-attivo/toglietevelo-dalla-testa.php

giovedì 9 giugno 2011

Nuovi libri su Inquinamento da Campi elettromagnetici

Cominciano a proliferare libri sull'elettrosmog . Per il momento sono solo in lingua inglese.

Indico:

THE FORCE . Living safely in a world of elettromagnetic pollution
(Vivere in modo sicuro in un mondo di elettrosmog)
Autore Lyn McLean

presentazione
http://www.next-up.org/pdf/Science_Alert_The_Force_Lyn_Mc_Lean_Waking_up_to_the_dangers_of_radiations_08_03_2011.pdf

DIRTY ELECTRICITY AND ELECTROMAGNETIC RADIATIONS
(elettricità sporca e radiazioni elettromagnetiche)
Autore: Donna Fisher
tratta in modo sistematico le varie forme di radiazioni , come proteggersi

riferimenti
http://www.joshuabooks.com/Donna-Fisher/Dirty-Electricity-and-Electromagnetic-Radiation/flypage.tpl.html


DISCONNECT: The Truth about Cell Phone Radiation, What the Industry Has Done to Hide It, and How to Protect Your Family
(sconnettetevi: la verità sulle radiazioni da telefono cellulare, cosa l'industria ha fatto per nasconderlo e come proteggere la tua famiglia)
Autore: Devra Davis


riferimenti:
http://www.amazon.it/gp/product/0525951946/ref=oss_product