Syndication

mercoledì 8 giugno 2016

PEC a società del gas per istallazione smart meter

Ho appena inoltrato una PEC alla società LGH Linea Più / LD Distribuzione per diffidare - dopo diverse sollecitazioni anche personali - la installazione di un contatore 'intelligente' del gas.

Il testo
Al  Legale Rappresentante di
LD Linea Distribuzione


e p.c. ReteNoElettrosmogItalia





Mi riferisco alle Vs reiterate ed insistenti richieste di installazione dello smart meter.
1. DIFFIDA A NON INSTALLARE GLI SMART METERS E/O A RIMUOVERE GLI APPARATI GIA INSTALLATI SENZA CONSENSO

Con la presente si diffida la società in indirizzo ad installare smart meters e relativa tecnologia wireless nella mia proprietà o nei vani condominiali che contengono i contatori, nonché a rimuovere quelli esistenti in quanto non si è mai prestato consenso.

Il sottoscritta/o é consapevole che l’installazione degli smart meters può causare danni seri e irreparabili al corpo, agli altri essere umani e alla natura, a causa delle radiazioni radiofrequenze (RF) dagli smart meters, dalle antenne dei cellulari, wi fi e tutte gli apparati verso i quali o dai quali gli smart meters ricevono segnali o Radiazioni.
Si noti che l’installazione degli smart meters, si pone in contrasto con i miei diritti fondamentali tutelati dalla Costituzione italiana e a livello comunitario:
a) diritto alla vita e alla salute: le radiazioni provenienti dagli smart meter danneggiano il mio corpo, causano malattie e in alcuni casi la morte. Le radiazioni danneggiano anche la salute delle api, uccelli e dell’intero ecosistema.
b) diritto di disporre della proprietà privata;
c) il diritto a non far attraversare la mia proprietà da radiazioni nocive senza il mio consenso, causando danni enormi nonché la perdita di valore a causa dei rischi derivanti dalle radiazioni
d) il mio diritto ad attraversare luoghi pubblici e privati senza essere esposto e contaminato dalle radiazioni provenienti dagli smart meter.
e) Il mio diritto di essere sicuro di poter godere della mia casa, dell’aria e della natura che mi circonda senza i rischi per la saluta connessi alle radiazioni degli smart meters

f) il mio diritto a non vedermi attribuire ingiuste sanzioni per chiedere la rimozione degli smart meters e a non essere discriminato rispetto a coloro che scelgono di farsi istallare gli smart meters

2. ISTANZA DI RIMOZIONE

Con la presente si diffida la società/ente/amministrazione in indirizzo a installare smart meters all’interno e o attraverso la mia proprietà privata e/o pubblica. Ogni tentativo di installare smart meters dentro o fuori lo spazio aereo e/o la proprietà pubblica integra illecito per il quale l’ente in indirizzo é responsabile. Nel caso in cui gli enti in indirizzo abbiano già istallato gli smart meters, si diffida alla immediata rimozione degli stessi e reinstallare i precedenti contatori senza addebito di costi e/o oneri.

3. RAVVEDIEMNTO OPEROSO

Nel caso in cui l’ente/società/amministrazione in indirizzo abbia giá installato smart meters senza previo consenso, si invita a rimuoverli e sostituirli con i precedenti contatori, entro e non oltre 21 giorni dal ricevimento della presente senza costi a carico del richiedente. Avvertendo che in difetto di riscontro e adempimento, l’ente in indirizzo sará perseguito nelle opportune sedi oltre a dover corrispondere il risarcimento del danno causato.

In fede,

 

Nessun commento:

Posta un commento