Syndication

Visualizzazione post con etichetta convegno. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta convegno. Mostra tutti i post

martedì 29 novembre 2016

conferenza su elettrosmog il 15.12 a Monte Porzio Catone (RM)


 
 
 
 
Vi invito alla conferenza su “Elettrosmog: i rischi per l'Uomo e per l'ambiente”, che si terrà all'Osservatorio di Roma, Frascati, giovedì 15 dicembre 2016 ore 17.00.
Ci saranno, oltre a me, il Dott. Fiorenzo Marinelli e il Dott. Antonio Maria Pasciuto a parlare di rischi per la salute correlati a cellulari, Wi-Fi, elettrosmog in genere.
La locandina è allegata.
Cordiali saluti,
Francesca
 
Francesca Romana Orlando
Vice Presidente di AMICA
www.infoamica.it
amica@infoamica.it

mercoledì 23 settembre 2015

venerdì 11 settembre 2015

PROGETTARE LA SOLIDARIETA' NELLA CITTA' METROPOLITANA - Convegno

Un contributo della nostra amica bolognese, Adriana Palleni



DA BOLOGNA RELAZIONE SUL CONVEGNO DEL 10  SETTEMBRE 2015 ALLA SCUOLA DI SCIENZE POLITICHE  SU -ACHILLE ARDIGO' -PROGETTARE LA SOLIDARIETA' NELLA CITTA' METROPOLITANA -


LA CITTA' METROPOLITANA E IL NUOVO WELFARE COPERTO INTERAMENTE DAL WI-FI UTILE ANCHE E SOPRATUTTO  SULL A SANITA' PER PRENOTARE COL CUP 2000 VISITE MEDICHE -RICOVERI OSPEDALIERI- ASSISTENZA ANZIANI E DISABILI
- INTERAGIRE CON LA SANITA' E LE RETI ELETTRONICHE 
- IL FUTURO E' A PORTATA DI MANO IN UNA REALTà VIRTUALE, E PER ORA TUTTO VIA ETERE CON LO SMARTPHONE  IN MANO CONNESSI IN RETE, LA TECNOLOGIA TRASFORMA UN SOGNO IN RELTA' DICONO I RELATORI....
PAGHEREMO IL TICKET CON LA CARTA DI CREDITO E POTREMO ACCEDERE ALLA NOSTRA SCHEDA SANITARIA SENZA PREOCCUPARCI DI ANDARE DAL MEDICO....C'E' GIA' TUTTO LI'....I NOSTRI DATI PERSONALI....E PER LA PRIVACY SI VEDRA',. FORSE PIU' AVANTI POTREBBERO ESSERCI PROBLEMI GIURIDICI... MA LO SVILUPPO TECNOLOGICO INCALZA.... 
C'E' FRETTA,  L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE  SI FA LARGO NON PUò ASPETTARE....
UTILE ANCHE AGLI ANZIANI SOLI CHE POTRANNO INTERAGIRE CON UN ROBOT...QUESTE SONO LE SFIDE DEL FUTURO......

CHE PER ORA è TUTTO VIA ETERE, E NON SI PONE PROBLEMI SULLA  TUTELA E PREVENZIONE  DELLA SALUTE E  SULL'AUMENTO DELL'INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO...RELAZIONE DI ADRIANA PALLENI  ASSOCIAZIONE COMITATI CITTADINI INDIPENDENTI

mercoledì 19 agosto 2015

18 settembre a Lecco: convegno su Patologie da causa ambientale


                                                                                                                          con il patrocinio di:



 


 

 


L’Associazione Italiana Elettrosensibili promuove VENERDI' 18 SETTEMBRE ORE 20:45


Ospedale  A. Manzoni di Lecco, via dell’Eremo 9/11

(Aula Bianca – Palazzina amministrativa, piano 0)

 

PATOLOGIE DA CAUSA AMBIENTALE:


SENSIBILITA' CHIMICA MULTIPLA (MCS) ed ELETTROSENSIBILITA' (dal


cellulare al wi-fi) : UNA REALE EMERGENZA SANITARIA

 

Moderatore: Sergio Crippa

Coordinatore nazionale Associazione Italiana elettrosensibili

 

La Medicina dell’Habitat e la Domoterapia

Prof. Dott. Claudio Viacava – Biologo Nutrizionista, Naturopata, Psicologo, Psicoterapeuta, esperto in Psicologia del Benessere e Medicina dell’Habitat. Docente presso varie Università e Scuole di formazione in Medicine Complementari.

 

SENSIBILITA’ CHIMICA MULTIPLA (MCS), STATO DELL' ARTE E  PROSPETTIVE FUTURE:


 

DIAGNOSI DI LABORATORIO, PROFILI GENETICI, SINTOMATOLOGIA

Prof. Dott. Giuseppe di Fede – Medico chirurgo - Spec. Nutrizione e Dietetica Clinica, Immunologo, docente di Nutrigenomica Univ. di Pavia - Dir. San. Istituto di Medicina Biologica (I.M.Bio) e Istituto di Medicina Genetica Preventiva (I.M.G.E.P) Milano

 

PROTOCOLLO RIMOZIONE PROTETTA DA AMALGAME, RELAZIONE TRA AMALGAME E METALLI PESANTI

Dott.ssa Anna Villa – Medico chirurgo - odontoiatra

 

ELETTROSMOG: EFFETTI BIOLOGICO/SANITARI A BREVE E LUNGO TERMINE

Dott. Paolo Orio – Vice presidente Associazione Italiana Elettrosensibili

Discussione finale aperta al pubblico.



La partecipazione al convegno è gratuita. Il numero dei posti è limitato. Per prenotare la propria partecipazione, inviare entro il 10 settembre 2015  una e-mail a: vale.gusp@gmail.com

 

Per contatti e informazioni : Valeria Riva  vale.gusp@gmail.com

venerdì 8 maggio 2015

incontro a Cason di Mezzomerico il 22.5


ELETTROSMOG

 CELLULARE, WI-FI, ANTENNE DI TELEFONIA MOBILE, ELETTRODOTTI…

 UNA REALE EMERGENZA SANITARIA.

 22 maggio 2015 , ore 20:45  presso il Cason di  Mezzomerico (No)

INTRODUZIONE AI LAVORI E MODERAZIONE : Carlo Magnaghi

LAVORARE IN RETE TRA ASSOCIAZIONI OPERANTI SUL TERRITORIO

Davide Petruzzelli     presidente  La Lampada di Aladino

EFFETTI BIOLOGICO/SANITARI A BREVE E LUNGO TERMINE

Dott.Paolo Orio  vice–presidente Associazione Italiana Elettrosensibili

LA POSIZIONE INNOVATIVA DELLA MAGISTRATURA ITALIANA

Avv. Valeria  Rossitto

 

DISCUSSIONE APERTA AL PUBBLICO CON LA PRESENZA DI:

 

Riccardo Perrone   Associazione Lorenzo Perrone

Massimiliano Corraini    Associazione Sottocorno

Sergio Crippa coordinatore nazionale della Associazione italiana Elettrosensibili

Davide Toniolo  Oncologia ospedale Rho

 

                                                                                                           

             Comune  Mezzomerico                 Comune Oleggio                  Comune Marano Ticino                     Coordinamento Difesa Territorio

martedì 7 aprile 2015

Incontro a Milano 8.4 alla Casa delle Donne


ALLA CASA DELLE DONNE  di Via Marsala 8, angolo via Milazzo ( Metro 2 fermata Moscova, autobus 94, 43; tram 1, 14, 2, 7 )

                         Mercoledì 8 Aprile 17,30-20,30

Difendiamo la salute dalle radiazioni emesse da cellulari, tablet, Wi-Fi, Wi.Max, ripetitori e antenne GSM, UMTS, LTE (4G)

Cordless, cellulari, sistemi wireless, circuiti elettrici della casa e dell’ufficio; tralicci, linee interrate e cabine di scambio: conosciamo il contesto in cui viviamo e i rischi per la salute che stiamo correndo?

Vogliamo lasciare che lo spazio in cui viviamo si riempia di pericoli per la salute, a cui nessuno può sottrarsi, senza interessarci dei danni biologici che si paventano e che sono stati già conosciuti?

Le donne conoscono l’importanza dei corpi e la forza della salute, mentre le scelte politiche privilegiano profitti e commerci invece della prevenzione delle malattie.

Ne discuteremo con: Antonella Nappi, ricercatrice universitaria di sociologia, per Difendiamo la salute  e Laura Masiero, presidente della  Associazione per  la Prevenzione e la Lotta all’Elettromagnetismo ( www.applelettrosmog ) dopo avere ascoltato Eva Tibaldi, ricercatrice dell’Istituto Cesare Maltoni Cancer Research Centre Ramazzini Institute di Bologna che presenterà una relazione dal titolo:

           

         “ I campi elettromagnetici non ionizzanti e i pericoli per la salute “

 

Convegno organizzato dal gruppo “Difendiamo la salute” del Tavolo Salute e Ambiente della Commissione pari opportunità del Comune di Milano con il sostegno del gruppo Città Bene Comune della casa delle donne.

La salute dipende dalla salubrità ambientale ed oggi ci si ammala dieci anni prima di dieci anni fa (Gennaro, Epidemiologia Genova); una persona su due nell’arco della vita potrebbe ammalarsi di cancro (Associazione di Oncologia Medica, 2011) e la percentuale dei tumori infantili ha continuato a crescere in questi anni in Italia e in Europa (Rabbone, Pediatri per un mondo possibile). Un gruppo di esperti di Salute Pubblica di tutto il mondo ha studiato tutte le ricerche che sono state fatte sugli effetti biologici e gli effetti negativi sulla salute delle radiazioni non ionizzanti: campi elettromagnetici compresi quelli di bassa frequenza e quelli a radiofrequenza/microonde (BioInitiative Working Group, Cindy Sage and David O. Carpenter, Editors. BioInitiative Report: A Rationale for Biologically-based Public Exposure Standards for Electromagnetic Radiation www.bioinitiative.org, (December 31, 2012). Raccogliamo alcune cose che vengono dette nella loro “Sintesi destinata al pubblico” (C.Sage pp.3-7).  

Le radiazioni elettromagnetiche “non si possono vedere, non hanno gusto ne odore ma sono una delle esposizioni ambientali più pervasive oggi a cui sono esposti” miliardi di soggetti “ tuttavia queste tecnologie non sono state pensate con in mente quali effetti biologici hanno sulle persone.” (…) “Gli esseri umani sono sistemi bioelettrici. I nostri cuori e cervelli sono regolati al loro interno da segnali bioelettrici. Esposizioni ambientali a campi elettromagnetici artificiali possono interagire con i fondamentali processi biologici nel corpo umano e questo può causare disagio e malattia” (…) “ e anche la morte”.
Negli ultimi decenni “ il livello dei campi elettromagnetici da sorgenti elettriche di fondo è aumentato in modo esponenziale e con la crescente popolarità delle tecnologie wireless come telefoni cellulari, telefoni cordless , reti WI - MAX WI-FI si sono raggiunti livelli senza precedenti. Diversi decenni di ricerca scientifica internazionale confermano che i campi elettromagnetici sono biologicamente attivi  negli animali come negli esseri umani, e potrebbero avere gravi conseguenze per la salute pubblica. Non tutto si sa ancora su questo argomento ma ciò che è chiaro  è che gli standard pubblici esistenti e i limiti di sicurezza pubblica di queste radiazioni, in quasi tutti i paesi del mondo sono migliaia di volte troppo indulgenti” (…): “gli effetti si verificano a livelli migliaia di volte più bassi”. (…) “ Dobbiamo correggere le abitudini che sono deflagrate grazie al totale silenzio sui pericoli già conosciuti e stimabili e grazie soprattutto ad una formazione culturale che è stata spinta sempre più a rinunciare alla previdenza, alla previsione, all’interessamento sanitario preventivo verso la popolazione e all’accoglimento della cura invece come salvaguardia a posteriori rispetto ai prodotti messi in circolo dai mercati.” (…) “ Si devono trovare  alternative che non presentino lo stesso livello di potenziali rischi  per la salute per prevenire una estensione dei danni alla salute, in particolare per chi in questo contesto ha iniziato a vivere da poco tempo.”(…)
“Fino a quando non sappiamo se c’è un limite sotto il quale non si verificano effetti biologici sulla salute umana non è saggio, dal punto di vista della salute pubblica, continuare (business as usual) ad andare avanti con nuove tecnologie che aumentano le esposizioni e in particolare quelle involontarie”.

Per Difendiamo la salute, Antonella Nappi

domenica 19 ottobre 2014

Convegno su elettrosmog a Roma




 ...che si terrà giovedì prossimo 23 ottobre a Roma ore 17:30 presso la sala del consiglio del Municipio Roma XV in Via Flaminia 872.


lunedì 12 maggio 2014

Convegno a Sesto San Giovanni 21 e 28.Maggio su prevenzione ed elettrosmog



Qui segnalo qui la locandina dello evento



Le evidenze scientifiche pongono pochi dubbi e molte certezze. Appare pertanto inderogabile l'applicazione del principio di precauzione come strumento privilegiato di prevenzione primaria.
Dr. Paolo Orio - Vice Presidente Associazione Italiana Elettrosensibili

sabato 3 maggio 2014

Inziativa e conferenza su inquinamento e CEM a Milano

Vi segnalo questa iniziativa


Alla CASA DELLE DONNE di VIA MARSALA  8 , angolo via Milazzo (MM2 Moscova; tram1;2;14;autobus 43, 94)        

Lunedì 5 maggio alla casa delle donne ore 17,30-20, Via marsala 8. Promosso dal gruppo “difendiamo la salute” e con il supporto del gruppo “ Città bene comune”. Rompere il silenzio su i danni degli inquinanti: l'elettromagnetismo: coldless; wi-fi; stazioni base; ripetitori;  fili dell’alta tensione e circuito domestico. Una lezione della presidente di APPLE, associazione per la prevenzione della salute e contro l’elettromagnetismo: Laura Masiero.
Un intervento mio, Antonella Nappi: I contesti: della salute, dell’ambiente e della comunicazione; la forza di essere consapevoli.  


mercoledì 9 aprile 2014

Congresso di Atene: la voce della verità è forte e chiara ma solitaria ...

Il 27 e 28.3.14 si è tenuto  un congresso ad Atene voluto da SCENHIR, ente scientifico  europeo , il quale è stato incaricato  dalla CE di fare il punto sulle informazioni scientifiche in merito a principio di precauzione e ai  pericoli da EMF.   E' stato presentato un volume con le loro conclusioni sulle quali si attendevano commenti.

Solo 2 voci discordi erano state invitate !  Eileen O'Connor  (  associazione inglese Radiation Research Trust) e Sissel Halmøy rappresentante lo IEMFA.

 Qui c'è la sintesi dei loro interventi.

Non sono stati considerati i lavori di Hardell del 2013 che hanno evidenziato ancora una volta e con più forza, la relazione del tumore  el'uso intensivo  dei cellulari da più di 20 anni:      Hardell chiede la modifica della classificazione IARC da 2b a 1 (cancerogeno!)

E' stato fatto riferimento alla, per noi nota, sentenza della Cassazione di Brescia  in cui Telecom Italia ed INAIL hanno dovuto pagare i danni a Sig. Marcolin per un tumore al cervello.

Ma , ancora, Eileen ha ricordato la sentenza italiana che ha condannato la Commissione Grandi Rischi per non aver adottato precauzioni prima del disastro del terremoto di L'Aquila:    dobbiamo attendere il Giudice per mettere in galera chi oggi sta dando un'informazione inesatta incompleta e contraddittoria alla popolazione ?! 


presentazioni

https://www.dropbox.com/s/xyw8eiins52e2ju/ev_20140328_co13_en.pdf
https://www.dropbox.com/s/5zaxppiz686xf38/ev_20140328_co14_en.pdf
 

mercoledì 22 gennaio 2014

Come contestare i padroni dei limiti per le esposizioni



vi rimando ad un video girato durante una conferenza del no. 1 della FCC (l'ente americano responsabile per la definizione dei limiti di esposizione a tutte le  radiazioni) in cui alcuni attivisti, a turno, hanno interrotto facendo domande critiche alle quali il personaggio avrà risposto con il solito  humor britannico , ma ...

http://prd34.blogspot.it/2014/01/video-obamas-fcc-head-confronted-over.html

è un esempio di come si contesta, in modo civile e legale i 'padroni dei limiti' ...!

sabato 16 novembre 2013

Ahimé si parla di smart meter anche in Italia ...

c'è un convegno il 21.11 organizzato da UNI , dalla Autorità Energia e associazioni di categoria, ma anche con ADICONSUM, in cui si parla di Norme da rispettare per la installazione dei gas smart meter ovvero dei contatori 'intelligenti' (wireless) .

Come sapete questi sono , insieme ai wifi nei luoghi pubblici, il nemico numero uno degli elettrosensibili americani, inglesi, australiani ,...,  di quei paesi dove sono stati fatti grandi investimenti per avere una lettura immediata del consumo del gas .    I danni sono ovviamente alti in USA dove spesso le case sono in materiale prefabbricato, unifamiliari e quindi la 'scatola intelligente' è magari a pochi centimetri dal letto .  In Italia, almeno nei condomini, il problema dovrebbe essere ridotto. Mah ...

Si paga per partecipare a questo convegno! 
Occorrerebbe inviare una nota chiedendo se qualcuno dei relatori parlerà del 'banale' problema sanitario ?

mercoledì 29 maggio 2013

Interessanti presentazioni su MCS ed elettrosensibilità

Lunedì 11 marzo dalle 15  nello Istituto Ramazzini presso il Castello di Bentivoglio (via Saliceto 3, Bentivoglio, BO) si è tenuto il seminario sulle nuove malattie ambientali.


Vi riporto il link a tre lavori molto interessanti:

Presentazione   della Drsa Padovani (Ramazzini) in cui ha riportato i risultati scientifici sviluppati da questo Centro di ricerche negli anni sulla tossicità delle ELF , radiazioni a bassa frequenza e le RF (telefoni cellulari).

Ricordo che questo istituto ha svolto un grande lavoro di indagine su topi di laboratorio, sottoposti da basse frequenze e radiofrequenze,  iniziato diversi anni fa e che sta portando a risultati importanti.  Aggiungo che questo Istituto privato, ha avuto iniziali finanziamenti sia da ENEL che da Telecom Italia, che sono andati avanti fino a punti di rottura dovuti alla chiara volontà di indipendenza del Management di questo Istituto.
Stanno  andando  avanti con notevoli difficoltà economiche.
La dimensione della sperimentazione fatta è tale da dare un grande impulso al livello di conoscenza degli effetti dei CEM sulla salute. 
Io e mia moglie abbiamo deciso di dare il 5 per mille a questo istituto:  caldeggio che lo stesso venga fatto anche  da chi legge !


Presentazione del (famoso) Prof Martin Pall (Washington University) che pur essendo molto tecnica è importante in quanto Pall amplia il meccanismo di azione delle MCS alla ES, quindi con un paradigma molto simile.

Secondo il suo modello (suoi lavori dal 2007 al 2013)  l'azione chimica di chemical trigger porta ad un aumento del NMDA (N-Metil D-Aspartato)  che a sua volta comporta un effetto su diversi cicli
metabolici.
Tra cui il NO/O-NOO ovvero la produzione di ossidi di azoto e di peroxy nytrile che a sua volta spinge la produzione di radicali liberi.

Ha presentato ben 34 meccanismi di interazione del NO/ONOO cycle ! che comunque hanno come effetto primario il livello di NMDA.


Ma ha anche indicato l' inibizione del cytrochrome P450 con derivata riduzione della capacità di detossificazione dell'organismo (tramite inibizione del glutatione)

Di nuovo, nei suoi modelli di azione, è che gli EMF intervengono portando ad un incremento di Ca intracellulare.In particolare lui ha parlato del VGCC  - Voltage Gate Calcium Channel  - quindi che porta alla aumentata possibilità di passaggio del Ca attraverso le membrane, con i conseguenti effetti biologici.  In particolare ha presentato lunge (!) tabelle con:
- tipo di EMF
- L-type Ca ion channel
- measures responses


quindi, secondo lui, EMF => Ca via VGCC => aumento Ca++ => sintesi di NO-products => free radicals, oxidative stress products , strand breaks of DNA, ...


Egli ha parlato poi della comorbility tra  EHS e MCS e come le terapie devono tendere ad abbassare il NO/ONOO-cycle.  Come ? non l'ha detto specificatamente ma , poi nello altro intervento (svedese) ,  tramite glutatione, ed altri prodotti .

NB  prima dello intervento parlando con un ES veneto che egli aveva accennato ad un marker per
il NO-ONOO cycle :  3-Nitro Tyrosine,  e che si poteva testare in Olanda. Al riguardo, ho voluto indagare su questo prodotto e se viene venduto, come reagente,  in Italia.  Fatto: telefonato al distributore che mi ha detto che loro vendono del  kit - ELISA ma una ventina negli
ultimi 2-3 anni.  Ho chiesto di entrare in contatto con Istituto di ricerca c/o un ospedale torinese, richiesta inviata anche via email ... nessuna risposta.  Forse provo con il distributore tedesco.   ... 
forse ... anche perché se non c'è un protocollo e se qualcuno non dice
quali sono i valori 'normali' ... a che serve ?!
 

Pesentazione di una ricercatrice svedese (I. Franzon) in cui ha presentato sperimentazione effettuata dal suo Istituto per il trattamento di Fatica Cronica, Myaglic Encephalomyelitis con prodotti medici complementari, quali prodotti vegetali integrati da antiossidanti, NAC (N Acetil Cisteina) , Bioflavonoisi, e Coenzima Q10