Syndication

Visualizzazione post con etichetta ReggioEmilia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ReggioEmilia. Mostra tutti i post

venerdì 10 febbraio 2012

Wi-fi a Reggio Emilia e in altre città italiane

Roma/Bologna,9 febbraio 2012

Gent.mo Graziano Delrio

Sindaco del Comune di Reggio Emilia – Presidente ANCI

Diffusione del Wi-Fi a Reggio Emilia e nelle altre città d’Italia.

Egr. On. Sindaco e Presidente ANCI,

le scriventi associazioni di volontariato, operanti nel settore della tutela dell’ambiente e della salute, con la presente intendono sottoporre alla Sua attenzione il tema dei rischi sull’uso improprio delle tecnologie di comunicazione Wireless, che assume particolare e delicata valenza nei contesti urbani, soprattutto, in presenza di bambini ed adolescenti.

Migliaia di medici e scienziati in tutto il mondo ritengono che il Wi-Fi e le altre tecnologie wireless non sono sicure per la salute. Una percentuale crescente della popolazione nei paesi industrializzati soffre di Elettrosensibilità, cioè di reazioni psico-fisiche quando è esposta al campo elettromagnetico del cellulare e di altre tecnologie senza fili, come il Wi-Fi.

Le più qualificate istituzioni europee (Parlamento, Consiglio d’Europa) e sanitarie (IARC, Consiglio Superiore della Sanità), attraverso pareri e risoluzioni, raccomandano prudenza sull’utilizzo precoce e prolungato di cellulari ed altri dispositivi che emettono microonde, in particolare per i bambini, nelle scuole e nei luoghi indoor, invitando le autorità a preferire connessioni internet cablate al posto del wireless.

Le autorità governative italiane hanno recentemente varato il progetto “Scuole in Wi Fi”, investendo cospicue risorse pubbliche per promuovere la diffusione del servizio Wi Fi in tutte le scuole della Penisola. Ci risulta che tale iniziativa è stata assunta anche da numerose amministrazioni di enti locali, che offrono servizi di collegamento gratuito a mezzo wireless in luoghi indoor (scuole, ospedali, uffici pubblici, esercizi commerciali, ecc..).

Ci risulta, inoltre, che anche Reggio Emilia, come tante altre città capoluogo e di provincia, ha promosso progetti per lo sviluppo e la diffusione di tecnologie wireless per l’accesso gratuito ad internet.

Per questo, Le chiediamo, in qualità di Primo Cittadino di Reggio Emilia e di Presidente ANCI, senza dover sospendere gli impegni assunti in itinere, di avviare una profonda riflessione sull’uso delle suddette tecnologie, almeno limitatamente alla applicazione nei luoghi indoor, prima di assumere ogni decisione che potrebbe rivelarsi irrimediabilmente dannosa per la salute della popolazione ed in particolare, di quella infantile e scolastica.

Le chiediamo, inoltre, di assumere provvedimenti cautelativi nei confronti della diffusione della tecnologia wireless e sulla loro installazione negli spazi urbani, favorendo lo sviluppo di apparati di comunicazione via cavo nelle reti domestiche e nelle aule scolastiche, in linea con le indicazioni scientifiche emerse dalle istituzioni internazionali.

La invitiamo, infine, ad assumere pubblicamente l’impegno di promuovere presso tutti i comuni italiani iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi di un eccessivo e distorto uso delle tecnologie wireless, favorendo l’assunzione di comportamenti virtuosi e rispettosi della salute umana con iniziative culturali in difesa del diritto dell’Infanzia e Adolescenza che generino valore e rispetto per un futuro tecnologico consapevole e intelligente.

Certi di un Suo positivo e sollecito riscontro, restiamo in attesa di poterLa incontrare, per avviare insieme un processo partecipativo di autentica e condivisa tutela del territorio urbano.

Associazione Comitato Cittadini Indipendenti Per il Comitato Promotore di Adriana Palleni Rete Elettrosmog-Free Italia

adrianapalleni@libero.it Dott. Giuseppe Teodoro

http://e-smogfree.blogspot.com