Syndication

Visualizzazione post con etichetta 5G. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 5G. Mostra tutti i post

domenica 12 gennaio 2020

dal sito Global Research una lista aggiornata di chi nel Mondo frena il 5G



qui il link

https://www.globalresearch.ca/telcos-losing-battle-impose-5g/5691065


da fine 2018 oggi  ci sono 198 riferimenti a città, agenzie nazionali, enti pubblici e privati che hanno proposto e/o deciso di dare uno stop (o un stand by) alla implementazione del 5G.


venerdì 10 gennaio 2020

La sicurezza informatica è il terzo più grande rischio globale del 2018

https://whatis5g.info/cybersecurity-vulnerability/ 





Con l'arrivo dell'IoT e miliardi di nuove macchine, elettrodomestici, sensori, "cose", robot e dispositivi connessi a Internet, il traffico di dati in modalità wireless da e verso il cloud è in aumento. 

In effetti, secondo il Rapporto sui rischi globali del World Economic Forum 2018, la sicurezza informatica è il terzo più grande rischio globale del 2018 superato solo da catastrofi naturali ed eventi meteorologici estremi.

ZDNet riferisce: “I costi economici di un grande attacco informatico potrebbero essere tanto grandi quanto l'impatto di un grave disastro naturale.



Un articolo di Economic Times intitolato, Tutti noi siamo seduti su una bomba a orologeria chiamata Internet spiega:

"Più il mondo diventa connesso, più diventa vulnerabile."

Riferendosi ai Global Risk Reports 2018, il giornalista Tom Ball scrive:

“Il rapporto avverte che il mondo è sull'orlo di un aumento esponenziale degli obiettivi di attacco, guidato dalla crescita del mercato IoT.

Secondo il Wall Street Journal, l'FBI ha inviato una nota alle compagnie private avvertendo,

"Lo sfruttamento dell '" Internet of Things "(IoT) per condurre attacchi su piccola e grande scala all'industria privata continuerà molto probabilmente".

La vulnerabilità informatica non può essere rilevata fino a quando non si verifica un attacco effettivo. Innanzitutto viene costruita una macchina IoT o "cosa", quindi (potenzialmente) potrebbe arrivare un attacco informatico. Ed allora ... arriva  la "patch", ovvero la correzione.
A causa dell'ingegnosità degli hacker, della natura in continua evoluzione della tecnologia digitale e del fatto che molti sistemi non possono essere chiusi per abilitare una patch, nella migliore delle ipotesi saremo perpetuamente in una posizione reattiva, rispondendo quando si verificano violazioni. Come spiegato dalla giornalista Danny Palmer in un recente articolo sulla sicurezza dell'IoT,

Il retrofitting degli aggiornamenti tramite l'uso di patch potrebbe funzionare per un PC, un laptop o anche uno smartphone, ma ci sono enormi fasce di dispositivi - e persino intere strutture industriali o urbane connesse a Internet - per le quali l'arresto al fine di installare un aggiornamento è impossibile.

Oltre all'aumento dell'hacking abilitato dall'IoT, anche la natura degli attacchi è cambiata. Prima dell'IoT, gli attacchi riguardavano principalmente dati rubati, come informazioni di identificazione personale, carte di credito e così via. In un mondo IoT, gli attacchi diventano molto più impattanti e devastanti. Bruce Schneier spiega,

Con l'avvento dell'Internet of Things e dei sistemi cyber-fisici in generale, abbiamo dato a Internet mani e piedi: la capacità di influenzare direttamente il mondo fisico. Quelli che un tempo erano attacchi contro dati e informazioni sono diventati attacchi contro carne, acciaio e cemento. "









The Internet of Things – A “Security Time Bomb”
As in 2016 and 2017, the number-one cybersecurity concern for the coming year is the Internet of Things (IoT). This really is ‘a security time bomb’ (Nuvias Group) http://www.techproresearch.com/article/cybersecurity-in-2018-a-roundup-of-predictions/
With the arrival of the IoT and billions of new Internet-connected machines, appliances, sensors, “things,” robots, and devices, wirelessly trafficking data to and from the Cloud, cyber attacks are on the rise. In fact, according to the The World Economic Forum’s Global Risks Report 2018cyber security is the third greatest global risk of 2018 topped only by natural disasters and extreme weather events.
ZDNet reports, “The economic costs of a large cyber-attack could be as large as the impact of a major natural disaster.
An Economic Times article titled, All of us are sitting on a ticking time bomb called the internet explains:
“The more connected the world gets, the more vulnerable it becomes.”
Referring to the Global Risk Reports 2018reporter Tom Ball writes:
“The report warns that the world is on the brink of an exponential increase in attack targets, driven by the growth of the IoT market.
According to the Wall Street Journal, the FBI sent a note to private companies warning,
“The exploitation of the ‘Internet of Things’ (IoT) to conduct small-to-large scale attacks on the private industry will very likely continue.”
Cyber vulnerability cannot be detected until there is an actual attack. First an IoT machine or “thing” is built. Then (potentially) comes a cyber attack. And last, the “patch,” aka, the fix. Due to the ingenuity of hackers, the ever-evolving nature of digital technology, and the fact that many systems cannot be shut down to enable a patch, we will at best be perpetually in a reactive stance – responding as breaches occur.  As explained by reporter Danny Palmer in a recent article about IoT security,
Retrofitting updates via the use of patches might work for a PC, a laptop or even a smartphone, but there are huge swathes of devices — and even whole internet-connected industrial or urban facilities — for which being shutdown in order to install an update is impossible.
Beyond the increase in hacking enabled by the IoT, the nature of the attacks has also changed. Before the IoT, attacks involved mostly stolen data, such as personal identifying information, credit cards, and so forth. In an IoT world, attacks become far more impactful and devastating. Bruce Schneier explains,
With the advent of the Internet of Things and cyber-physical systems in general, we’ve given the Internet hands and feet: the ability to directly affect the physical world. What used to be attacks against data and information have become attacks against flesh, steel, and concrete.” 

mercoledì 8 gennaio 2020

5G : Wifi = 1: 0 !


da VERIZON 

In un mondo di onde millimetriche 5G, "non vediamo la necessità del Wi-Fi in futuro perché disponiamo di un ambiente di rete più sicuro. Abbiamo criteri di prestazione molto più elevati e abbiamo la possibilità di distribuire sessioni, eccetera, quindi la nostra opinione è che quando saranno completamente implementati, ci saranno ambienti sostanziali in cui il Wi-Fi pubblico sarà eliminato a favore dell'onda millimetrica a causa di la sicurezza, l'affidabilità e le capacità di servizio ".


https://www.fiercewireless.com/wireless/verizon-anticipates-indoor-5g-without-wi-fi


venerdì 3 gennaio 2020

National Institutes of Health – agenzia governativa US per la ricerca biomedica fa il punto sulla ricerca su 5G

Importante 'news' sul sito del National Institutes of Health – agenzia governativa statunitense per la ricerca biomedica   


Michael Wyde, Ph.D.,  ricercatore presso il famoso NTP (National Toxicologic Program, ente di ricerca tossicologica che paralellamente al nostro Istituto Ramazzini hanno consolidato con sperimentazione su animali la relazione causale tra CEM e tumori)  ha analizzato la tecnologia cellulare di ultima generazione e i suoi potenziali effetti sulla salute umana.

.....

Dati alcuni dei problemi che ho appena menzionato, è difficile confrontare il 5G con le precedenti generazioni di reti wireless. Gli scienziati NTP stanno ancora lavorando per comprendere l'impatto dell'esposizione alla RFR sui tessuti biologici, indipendentemente dalla generazione.

È noto che le onde millimetriche, come quelle utilizzate nel 5G, non viaggiano tanto lontano e non penetrano nel corpo così profondamente come la RFR alle frequenze più basse utilizzate nelle attuali reti 2G, 3G e 4G. Gran parte dell'assorbimento a frequenze più elevate si verifica nella pelle.

Alle frequenze più basse, è stato dimostrato che la RFR penetra almeno tre o quattro pollici nel corpo umano. Nei nostri studi sui ratti, l'esposizione alla RFR a 900 MHz ha indotto tumori nel cuore, nel cervello e nella ghiandola surrenale. Tuttavia, la frequenza RFR alle frequenze delle onde millimetriche 5G non penetrerebbe abbastanza in profondità per raggiungere quei tessuti.

Inoltre, poiché le frequenze più elevate nella rete 5G raggiungono distanze più brevi e non penetrano nelle barriere fisiche, sono necessari sostanzialmente più trasmettitori e antenne per fornire copertura ai consumatori. Pertanto, la vicinanza dell'uomo alle antenne potrebbe aumentare, il che potrebbe potenzialmente portare a esposizioni più elevate


NTP sta valutando la letteratura esistente sulle frequenze più alte destinate all'uso nella rete 5G e sta lavorando per comprendere meglio le basi biologiche per i risultati del cancro riportati in precedenti studi sulla RFR con tecnologie 2G e 3G.

Inoltre, sono in corso lavori per sviluppare camere di esposizione RFR più piccole per studi a breve termine sui roditori che richiederanno settimane e mesi per essere completati anziché anni. Il nuovo sistema di esposizione sarà anche in grado di valutare le nuove tecnologie nel settore delle telecomunicazioni.

L'obiettivo di NTP è anche quello di ripetere gli studi sul danno al DNA nelle camere di esposizione RFR più piccole e di identificare i biomarcatori di danno da esposizione a RFR.
I biomarcatori sarebbero cambiamenti fisici misurabili, come i cambiamenti molecolari, che possono essere visti in tempi più brevi di quelli necessari per sviluppare il cancro e che potrebbero essere predittivi della malattia.

Se gli scienziati sono in grado di comprendere meglio i cambiamenti biologici negli animali, sapranno di più su cosa cercare nell'uomo.




https://factor.niehs.nih.gov/2020/1/community-impact/5g-technology/index.htm

giovedì 2 gennaio 2020

Nuova Guinea blocca la sperimentazione del 5G




Il Ministro per la Comunicazione e Information Technology ha bloccato i progetti di Huawei e BMobile in attesa che il suo ministero acquisisca infrmazioni e ricerche su potenziali effetti sanitari.

Ha anche chiesto a BMobile di completare la copertura del 4G anche nelle zone rurali!



https://postcourier.com.pg/ict-minister-masiu-halts-5g-trials-amid-health-risk-debate/

domenica 22 dicembre 2019

La celeberrima rivista americana READERS' DIGEST riporta un amplio articolo su telefoni cellulari e cancro

Articolo amplio e strutturato anche se 'politico' nelle conclusioni e ... reticente.

Ron Melnick, PhD, capo progettista dello studio e tossicologo senior in pensione presso il National Institute of Environmental Health Sciences.  : la radiazione 5G a frequenza molto più alta non penetra negli organi interni come fa l'attuale radiazione del telefono cellulare.

 "Tuttavia, non esistono studi adeguati sugli effetti sulla salute del 5G, quindi è difficile operare con credibilità sulla sicurezza delle radiazioni del 5G." In particolare, non ci sono informazioni sul fatto che l'esposizione al 5G causi lesioni agli occhi o aumenti la suscettibilità di tumori della pelle.

"Non esiste plausibilità biologica", afferma Norman J. Kleiman, PhD, assistente professore di scienze della salute ambientale presso il Columbia University Medical Center e direttore, programma di laurea in Scienze radiologiche e tossicologia a New York City. "Se le radiazioni stanno causando danni al DNA, abbiamo bisogno di un meccanismo attraverso il quale si comprenda ciò sta accadendo e non ne abbiamo uno". Il nuovo studio è "ben fatto e aveva un numero ragionevole di animali, ma stiamo ancora grattando la testa sul perché di quei risultati. Non lo sappiamo. "
"Sono scettico nei confronti dei risultati, ma non posso escludere al 100% la possibilità che vi siano effetti", afferma. "Stiamo aspettando lo studio definitivo."


In attesa di ... studi definitivi e pronunciamenti di WHO, l'articolo dà consigli su come minimizzare l'esposizione ai telefoni cellulari!



https://www.rd.com/advice/cell-phone-radiation-damage/?fbclid=IwAR0wJTd8CpvE6JCmpkTq-XDpdkF31MYdLo9u3rMr6b39S6ZkbADJVyiVnAM


Lloyd Morgan ha commentato questo articolo in modo alquanto critico, ed ha aggiunto una breve nota di sintesi di tutti gli studi epidemiologici ad oggi pubblicati: 
https://www.dropbox.com/s/hxknwkxos6ms3sd/Peer%20Review%20Science%20on%20Risk%20of%20Cancers%20from%20Cellphone%20Use%2010-20-19.docx?dl=0





lunedì 16 dicembre 2019

Risposta australiana alle proteste per il 5G: campagna informativa e pubblicitaria a spese del governo !

Doveva succedere ...

 dopo tutte quelle proteste della comunità civile anti-5G, dopo i commenti di vari gruppi industriali alla recente indagine del governo 5G sulle preoccupazioni del settore riguardo alle interferenze con il lancio della tecnologia 5G, il governo ha preso atto delle preoccupazioni.

Soluzione:
una  campagna di disinformazione da 9 milioni di dollari che saranno investiti dal governo Morrison  per convincere il pubblico australiano che il 5G è sicuro dopo tutto - quindi possono "sentirsi potenziati" e prendere possesso della tecnologia e essere felici  per tutte le meraviglie che il 5G promette.

È stato stimato il 5G e l'Internet of Things (IoT) associato e i veicoli autonomi rappresentano una manna di $ 17 trilioni di dollari per le varie industrie che spingono per il 5G. Non importa le preoccupazioni su enormi incertezze e possibili pericoli, come espresse da Dariusz Leszczynski e molti altri, è davvero solo questione di soldi e inferno con la salute pubica.

https://www.emfacts.com/2019/12/the-australian-governments-9-million-5g-disinformation-spin-campaign-begins/


Il Consiglio Comunale ha deciso di sospendere il 5G a Kalamata (Grecia)









vedere
https://translate.google.it/translate?hl=it&tab=wT1&sl=el&tl=it&u=https%3A%2F%2Fwww.tharrosnews.gr%2Fnews%2Fcontent%2F%CE%B4%CE%B9%CE%B1%CE%BA%CE%BF%CF%80%CE%AE-%CF%84%CE%BF%CF%85-5g-%CF%83%CF%84%CE%B7%CE%BD-%CE%BA%CE%B1%CE%BB%CE%B1%CE%BC%CE%AC%CF%84%CE%B1-%CE%B1%CF%80%CE%BF%CF%86%CE%AC%CF%83%CE%B9%CF%83%CE%B5-%CF%84%CE%BF-%CE%B4%CE%B7%CE%BC%CE%BF%CF%84%CE%B9%CE%BA%CF%8C-%CF%83%CF%85%CE%BC%CE%B2%CE%BF%CF%8D%CE%BB%CE%B9%CE%BF%3Ffbclid%3DIwAR1kTcpg0Ce-YxM0zTRdNd6_8IHGPMFVYORtkB_nMMOespYF5tFNuyaRyXI


martedì 26 novembre 2019

Il Comune di Sydney (Australia) chiede una moratoria: no alla distruzione delle piante!



In netto contrasto con le osservazioni ACEBR (the Australian Centre for Electromagnetic Bioeffects Research) / Vodafone / Telstra,              la città di Sydney ha espresso preoccupazioni molto valide sull'introduzione del 5G in città.

...

Sappiamo, ad esempio, che lo spettro radio con onde millimetriche 5G è influenzato da alberi e altre risorse fisiche e che aggiunge un motivo critico su chi decide sulle altezze e posizioni delle cellule. Non vogliamo sacrificare gli alberi a favore delle prestazioni della rete. Allo stesso modo, dobbiamo considerare gli impatti estetici e fisici di una grande  infrastruttura fisica. 
Dobbiamo essere parte attiva nel processo decisionale all'interno della nostra città.


Nel link qui sott sono riportati casi in Nuova Zelanda sul 'problema' del fogliame ... anche dei vicini che può ridurre le performance della trasmissione 5G ...

https://www.emfacts.com/2019/11/city-of-sydneys-submission-to-the-governments-5g-inquiry-sacrifice-trees-for-network-performance-and-overwhelming-numbers-of-small-cells/

sabato 16 novembre 2019

Scientific American lancia allarme sul 5G

La celeberrima rivista scientifica americana che dal 1845 esce mensilmente e con tiratura a livello globale è intervenuta sul 5G

NON ABBIAMO NESSUNA RAGIONE PER CREDERE CHE IL 5G SIA INNOCUO.



https://blogs.scientificamerican.com/observations/we-have-no-reason-to-believe-5g-is-safe/


l'articolo è del ben noto  Joel M. Moskowitz


______________________________________________________________

Successivamente è stato pubblicato sulal rivista un articolo
https://blogs.scientificamerican.com/observations/dont-fall-prey-to-scaremongering-about-5g/

da parte di David Robert Grimes   ricercatore su Cancro

In risposta di questo articolo ovviamente negazionista  è stata inviata alla rivista da parte di IEMFA su replica molto dettagliata

https://www.iemfa.org/wp-content/pdf/2019-11-IEMFA-Letter-to-Scientific-American-Misconception-of-5G.pdf

che non risulta ancora pubblicata .


giovedì 31 ottobre 2019

Summit internazionale per lanciare l'allarme per i danni delle previsioni meteo a causa del 5G




Questa settimana, in Egitto, inizieranno trattative accese che potrebbero decidere il futuro del 5G e le previsioni meteorologiche. Si prevede che oltre 3.000 delegati, provenienti da quasi tutti i paesi del mondo, risolveranno una guerra in corso sulle bande di radiofrequenze  utilizzate dai meteorologi e ambite dalle compagnie di telefonia mobile. Sta succedendo tutto alla Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni a Sharm el-Sheikh, in Egitto, dove verranno decise le linee guida sulle frequenze contestate.

Scienziati di spicco hanno già suonato il campanello d'allarme al debutto delle reti wireless 5G, che promettono ai clienti una maggiore velocità di internet.
La preoccupazione è che l'implementazione potrebbe inavvertitamente danneggiare le previsioni meteorologiche, dicono, perché le reti 5G utilizzeranno una banda di frequenza molto vicina a quella utilizzata dai satelliti per osservare il vapore acqueo. Tale interferenza potrebbe costare vite e danni economici quando si tratta di prepararsi a eventi meteorologici disastrosi


Le generazioni precedenti di tecnologia wireless cellulare, come 4G e LTE, operano su frequenze radio inferiori.  Per raggiungere le velocità superveloci, il 5G dovrà essere in grado di funzionare a frequenze superiori a quelle esistenti 4G e LTE. Una di quelle bande di frequenza è appena sopra i 24 GHz. Ma poco meno di 24 GHz è la frequenza con cui le molecole di vapore acqueo emettono un po 'di segnale radio, e questo è ciò che la rende così preziosa per gli scienziati . Sono preoccupati che il 5G potrebbe essere un vicino rumoroso, che perde involontariamente segnali nelle bande della porta accanto, che potrebbe interferire con la loro capacità di monitorare il vapore acqueo. Lo studio del vapore acqueo è importante per prevedere la traiettoria delle tempeste, prevedere il tempo soleggiato o la pioggia e tenere d'occhio il cambiamento climatico.





https://www.theverge.com/2019/10/28/20936197/5g-world-radiocommunication-conference-weather-forecasting-egypt

sabato 26 ottobre 2019

IoT e 5G: validi se si vuole vivere nel ... pericolo !

https://www.activistpost.com/2019/09/same-sht-different-day-internet-of-things-warnings-from-security-experts-include-hacking-death-etc.html


Che lo sappiano in anticipo o meno, le persone che installano la tecnologia Internet delle cose (IoT) nelle loro case scelgono di vivere pericolosamente


Sfortunatamente, l'installazione diffusa della tecnologia 5G e IoT su mandato del governo ci costringe a vivere pericolosamente.

Gli esperti di sicurezza mettono in guardia sull'IoT da molti anni.
Ha un tasso di fallimento del 74%. Cercare di risolvere questo problema sembra impossibile.

La razza umana è riuscita a esistere fino a questo punto senza l'IoT, il che ci riporta al tema degli avvertimenti degli esperti e della vita pericolosa.



  • Microsoft afferma che il 30% dei progetti IoT fallisce nella fase Proof-of-Concept. Gli esperti di sicurezza avvertono la vulnerabilità dell'IoT e il tasso di fallimento del 74% può causare eventi catastrofici.
  • Gli scienziati del MIT sono entusiasti delle (ahimé dannose)  applicazioni wireless 5G e 6G, pericolose applicazioni AI e IoT come anche del loro laser che trasmette in remoto l'audio alle orecchie delle persone ...


mercoledì 23 ottobre 2019

il 5G non è sicuro: ne parla anche la celeberrima rivista Scientific American





Ci sono innumerevoli esempi di quando "legale" non significa "sicuro".
Il 5G è uno di questi.
Il settore delle telecomunicazioni non sa nemmeno con certezza che il 5G è sicuro. A febbraio, i dirigenti delle imprese di telecomunicazioni USA  hanno reso testimonianza al Congresso degli Stati Uniti affermando di NON avere EVENDENZE SCIENTIFICHE.
Tuttavia, è legale ed economico farlo - sulla Terra e nello spazio - nonostante i crescenti avvertimenti sui rischi biologici e ambientali e che ci siano già livelli pericolosi di spazzatura spaziale 

Grazie a Scientific American per aver pubblicato un'opinione del Dr. Joel Moskowitz, "Non abbiamo motivo di credere che il 5G sia sicuro".

We Have No Reason to Believe 5G Is Safe

The technology is coming, but contrary to what some people say, there could be health risks

mercoledì 9 ottobre 2019

Cittadini Danesi fanno causa al loro Stato per il 5G


Stiamo facendo causa allo stato danese
Stiamo facendo causa allo stato danese per aver pianificato l'implementazione della nuova rete mobile 5G in tutta la Danimarca entro il 2020, senza condurre alcun tipo di test sanitario in relazione all'esposizione di radiazioni a lungo termine alle persone, in particolare per gli effetti dannosi del nascituro e i bambini e la nostra natura.

Questo è il motivo per cui stiamo facendo causa allo stato danese
Lo stato danese ha ignorato almeno 244 medici e ricercatori riconosciuti a livello internazionale provenienti da più di 40 paesi diversi, i quali hanno tutti documentato che la rete mobile 5G si è dimostrata dannosa e in alcuni casi mortale, soprattutto per i bambini in gestazione e i bambini. Lo stato danese ha scelto di impiegare solo esperti appositamente selezionati e incompetenti per disinformare la popolazione danese circa il 5G. Questi esperti sono tutti legati al settore delle telecomunicazioni. Lo stato danese non ha fatto affidamento su test imparziali su esseri umani, fauna selvatica o piante.


https://www.landsindsamlingenmod5g.org/english?fbclid=IwAR0uMbiiHlSgx9dK_Oh1w2iM0kuXJLMOaGzLqvq-UDVRVmMD399axCdP0HM

venerdì 20 settembre 2019

Cipro e Malta: i due parlamenti danno uno stop al 5G in attesa di valutazioni sanitarie

Cyprus: MPs want health hazard study prior to allowing 5G


LEGISLATORS on Thursday called for an independent study into the potential health hazards of 5G before the cellular network technology is fully rolled out.
The matter was discussed during a joint session of the House health and environment committees, also attended by local academics and scientists.
“Before issuing licenses [for the 5G spectrum] we need to take into account people’s health and their concerns,” Akel MP Adamos Adamou later told reporters.
He said that mobile service providers stand to make a great deal of money from the rollout of 5G, but public health must come first.
Diko MP Georgios Procopiou said scientists and university professors cited research indicating higher cancer incidences attributed to electromagnetic radiation.
The headmaster of a primary school in Engomi, Nicosia, said three conventional mobile phone masts had been erected within 20 metres of his school.
He spoke of a ‘cancer cluster’ in the area.
In Cyprus, 5G has to date been utilised on a pilot basis. Antennas emitting 5G have already been installed along the Limassol coastline and within the Nicosia town centre as part of Cyta’s pilot phase.
In line with Cyprus’ national broadband plan, local telecom companies Cyta, Epic, and Primetel were in April given licensing to run pilot 5G programmes pending the official spectrum auction set to begin at the end of 2019 and to wrap up in the first quarter of 2020.
The EU’s 5G Action Plan, drawn up in 2016, laid out the objective of starting the launch of 5G services in a selected city in each member state by the end of 2020 at the latest, followed by a rapid build-up to ensure uninterrupted 5G coverage in urban areas and along main transport paths by 2025.

Malta’s Public Health Authority Sounds 5G Warning, States Potential Danger Is ‘Unclear’

More health studies are needed before Malta introduces 5G technology, the Superintendent of Public Health has warned.
In comments to Lovin Malta about the technology, Prof. Charmaine Gauci cited the World Health Organisation and the Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks who said that should the overall population exposure to electromagnetic frequency (EMF) remain low, no public health consequences should be expected.

“Given 5G devices and networks are a new concept, the potential increase in overall exposure to EMF is unclear,” she said.

“In view of  the uncertainty of potential exposure from 5G and the possible resulting health effects especially in the long term, and considering the high level of urbanisation in Malta, the precautionary principle underlining public health should be upheld and more time allowed for international studies to be carried out and updated guidelines from the ICNIRP (International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection ) which are currently being revised, be issued.”

giovedì 12 settembre 2019

ISDE e European Consumers divulgano un documento di 146 pagine sui rischi da nuove tecnologie digitali

“Rapporto ISDE – European Consumers sui campi elettromagnetici e i rischi connessi alle nuove tecnologie“, 146 pagine sui rischi del 5G per umanità e ambiente inviato a tutti i Sindaci d’Italia, ma pure al Governo Conte Bis e ai gruppi parlamentari. Lo ha appena ufficializzato European Consumers “associazione delle associazioni“, prospetta azioni giudiziarie dopo il nuovo rapporto scritto insieme ai medici per l’ambiente di ISDE Italia


Ricordo che ISDE è la associazione italiana dei Medici per l'Ambiente. 

http://www.europeanconsumers.it/wp-content/uploads/2019/09/Rapporto-indipendente-isde_ec-sui-campi-elettromagnetici.pdf





sabato 7 settembre 2019

l'Appello Internazionale Stop 5G ha superato le 130.000 firme

L'appello di moratoria sulla implementazione del 5G rivolta ai Grandi Decisori nel Mondo
https://www.5gspaceappeal.org/the-appeal

sta coinvolgendo sempre più persone ed organizzazioni.

Ad oggi

3,381 scientists
1,913 medical doctors
5,848 engineers
3,525 psychologists, psychotherapists and social workers
3,052 nurses


La traduzione dell'appello in italiano :  
https://drive.google.com/open?id=1s6fn_Ph1nhAECOorBa-m1nsYUx8aCnNR

Lista di Organizzazioni Italiane che hanno già firmato

ITALY

ArciLesbica Modena, Modena, Rita Paltrinieri, President
Areté Ensemble, Giovinazzo, Saba SALVEMINI, President
Associazione Culturale I FEEL GOOD, Castelnuovo di Porto, Viviana Taccione, President
Associazione Italiana Elettrosensibili, Venezia, Paolo Orio, President
Associazione Malattie da Intossicazione Cronica e Ambientale (A.M.I.C.A.), Rome, Lucietta Chiafalà, President
Associazione Nationale Dipendenti Comparto Sicurezza Internazionale (“National Association of Employees Comparative International Security”), Independent Intelligence Service & Analysis Study Research, Rome, Marino Savina, Interior Minister, National President
Associazione Per la Prevenzione e la Lotta all’ELLETROSMOG (A.P.P.L.E.), Padua, Laura Masiero, President
Assotziu Consumadoris Sardigna - Onlus, Cagliari, Marco Mameli, Presidente
Bürgerwelle Südtirol - Netzwerk zum Schutz vor Elektrosmog, Bozen, Armin Sparer
Centro Tutela Consumatori Utenti (“Consumer Protection Center”), Bolzano, Walther Andreaus
Comitato Lecce Via Cavo, Lecce, Fabia Del Giudice, President
Comitato No Antenne Pedavena, Pedavena (BL), Augusto De Nato
Committee for the Protection and Safeguard of the Environment in Monte Porzio Catone ONLUS-Organization, Monte Porzio Catone (Rome), Stefano Gallozzi
Electtrosmog Sicilia, Catania, Sicily, Davide Maria Palio, Associate
Elettrosmog Volturino, Volturino (FG), Antonio Gagliardi, Presidente
International Society of Doctors for Environment (ISDE), Genoa, Valerio Gennaro, President
Laboratorio Ambiente Italia srl, Rome, Giuseppe Marfoli, Sole Administrator
Obiettivo Sensibile, Rovereto (Trento), Fedel Cristina, Rights of those sick with EHS and MCH
Rete Noelettrosmog Italia, Crema, Giorgio Cinciripini, Co-Founder
Semi Nuovi Orizzonti Naturali, GIOVINAZZO, Saba Salvemini, President
Veneto Multiple Chemical Sensitivity Committee, Claudio Fiori

Vi sollecito a firmare qui


sabato 17 agosto 2019

Ginevra: cittadini della stessa area riportano stessi problemi ... 5G?!


Da quando le antenne 5G sono state installate vicino alla loro casa nel cuore di Ginevra, questi residenti nella stessa area soffrono di vari problemi di salute. Sono vittime di una tecnologia i cui pericoli non sono stati sufficientemente testati? Parla un medico e un membro del parlamento.
Riuniti nell'appartamento di uno dei due, al quinto piano di un edificio nel centro di Ginevra, questi abitanti della stessa zona si guardano l'un l'altro. Ciò che hanno in comune è l'insonnia, l'acufene, il mal di testa. E molte domande senza risposta. Il più giovane, Johan Perruchoud, 29 anni, ha vissuto lì per 11 anni e non è il tipo che coltiva alcun tipo di odio per la tecnologia invasiva. È un giovane in buona salute, attivo e positivo, che è appena tornato da quattro anni a New York e realizza video e film finemente elaborati per i media o per gli individui, lavorando spesso nella sua stanza con il suo computer........



Swiss magazine reports first 5G injuries in Geneva
Since 5G antennas were installed near their home in the heart of Geneva, these residents of the same area suffer from various health problems. Are they victims of a technology whose dangers were not sufficiently tested? A doctor and member of parliament speaks out.
Gathered in the apartment of one of the two, on the fifth floor of a building in the centre of Geneva, these residents of the same area look at each other. What they have in common is insomnia, tinnitus, headaches. And a lot of unanswered questions. The youngest, Johan Perruchoud, 29, has lived there for 11 years and is not the type to cultivate any sort of hatred of invasive technology. He is a healthy young man, active and positive, who has just returned from four years in New York and makes finely crafted videos and films for the media or for individuals, often working in his room with his computer.
“Like in a microwave oven”
For him and for his neighbour it all started in April.

mercoledì 14 agosto 2019

Il Parlamento Austriaco chiede una verifica su possibili effetti sulla salute del 5G






Austrian parliament commissions study on 5G health effects

The Austrian parliament has commissioned a study into the health effects of 5G networks due to concerns among the public the new generation of mobile services could pose risks from increased radiation exposure. 
The Advisory Council on Technology Assessment of the Austrian Parliament has decided to obtain expertise in the field and appointed a consortium of the Institute for Technology Assessment of the Austrian Academy of Sciences and the Austrian Institute of Technology to conduct a study. The research institutes already provide the parliament with scientific advice on many topics. 
The study is expected to be ready by January 2020, providing an overview of the latest research on the topic. The report will be published on the parliament's website.
from https://www.telecompaper.com/news/austrian-parliament-commissions-study-on-5g-health-effects--1304116?utm_source=headlines_-_english&utm_medium=email&utm_campaign=09-08-2019&utm_content=textlink

lunedì 8 luglio 2019

Installazioni temporanee 5G: in UK durante un concerto ...

Si è tenuto  il Glastonbury Festival of Contemporary Performing Arts, è un festival musicale e di spettacolo che si tiene a Pilton, a circa 10 km da Glastonbury, nel Somerset, in Inghilterra.

Durante il concerto di un rapper, tale Stormzy .... è iniziato con sanguinamento al naso, mal di testa dolore insonnia e la solita malattia da microonde :  perché  c'è stato un  test illegale  di 5G da parte della Telco  EE

Grande enfasi sulla stampa tecnica pro-telco https://www.pocket-lint.com/phones/news/ee/148499-ee-s-5g-network-at-glastonbury-is-the-biggest-temporary-5g-installation   ...



Si stanno organizzando per un'azione legale.