Syndication

sabato 16 novembre 2019

Scientific American lancia allarme sul 5G

La celeberrima rivista scientifica americana che dal 1845 esce mensilmente e con tiratura a livello globale è intervenuta sul 5G

NON ABBIAMO NESSUNA RAGIONE PER CREDERE CHE IL 5G SIA INNOCUO.



https://blogs.scientificamerican.com/observations/we-have-no-reason-to-believe-5g-is-safe/


l'articolo è del ben noto  Joel M. Moskowitz

venerdì 15 novembre 2019

Senato USA chiede risultati del sistema di controllo delle telefonate degli americani del NSA




https://www.activistpost.com/2019/11/nsa-official-refuses-to-reveal-the-success-or-failure-of-phone-surveillance.html?utm_source=Activist+Post+Subscribers&utm_medium=email&utm_campaign=ff5dddb3b1-RSS_EMAIL_CAMPAIGN&utm_term=0_b0c7fb76bd-ff5dddb3b1-388337783


Si parla del Call Detail Records (CDR) of Americans  

Il programma di registrazione dei dettagli delle chiamate ha raccolto informazioni su messaggi di testo e chiamate nazionali in entrata e in uscita per aiutare il governo nelle indagini sul terrorismo.

I sostenitori delle libertà civili stanno premendo sul Congresso per chiuderlo, sostenendo che i problemi di privacy superano qualsiasi beneficio per la sicurezza nazionale.


giovedì 14 novembre 2019

Israele: stop all'uso degli smartphone a scuola

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE ISRAELIANA, OGGI HA DICHIARATO CHE VIETERÀ L'UTILIZZO DI CELLULARI E SMARTPHONE, DURANTE LE ATTIVITA' SCOLASTICHE.


Secondo il rabbino Peretz, l'uso degli smartphone nelle scuole primarie non sarà più consentito.
Questo sarà documentato in un promemoria formale (obbligatorio).

L'apprendimento digitale verrà effettuato utilizzando computer, non smartphone.

Questa mossa sarà fatta a causa di dipendenza sociale, cognitiva, esposizione a costante che è inappropriata

Il ministero dell'Educazione svilupperà e pubblicherà un programma formale che includerà diversi passaggi e strumenti. Nuove strutture per parchi giochi saranno installate nelle scuole. Programmi di orientamento sull'uso corretto della tecnologia saranno condotti nelle lezioni. Saranno accolte le iniziative dei genitori per l'acquisto di telefoni semplici in alternativa a smartphone.

Il ministero dell'educazione ha organizzato un pool di genitori che ha dimostrato che la maggior parte dei genitori accoglie questo programma.



Dobbiamo ancora aspettare e vedere come, se e quando tutto ciò diventerà realtà   ...




https://norad4u.blogspot.com/2019/09/breaking-news-from-israel-education.html

Article and Video in Hebrew - https://www.mako.co.il/news-israel/newsevent/Article-c6383fd24900d61027.htm


giovedì 31 ottobre 2019

Summit internazionale per lanciare l'allarme per i danni delle previsioni meteo a causa del 5G




Questa settimana, in Egitto, inizieranno trattative accese che potrebbero decidere il futuro del 5G e le previsioni meteorologiche. Si prevede che oltre 3.000 delegati, provenienti da quasi tutti i paesi del mondo, risolveranno una guerra in corso sulle bande di radiofrequenze  utilizzate dai meteorologi e ambite dalle compagnie di telefonia mobile. Sta succedendo tutto alla Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni a Sharm el-Sheikh, in Egitto, dove verranno decise le linee guida sulle frequenze contestate.

Scienziati di spicco hanno già suonato il campanello d'allarme al debutto delle reti wireless 5G, che promettono ai clienti una maggiore velocità di internet.
La preoccupazione è che l'implementazione potrebbe inavvertitamente danneggiare le previsioni meteorologiche, dicono, perché le reti 5G utilizzeranno una banda di frequenza molto vicina a quella utilizzata dai satelliti per osservare il vapore acqueo. Tale interferenza potrebbe costare vite e danni economici quando si tratta di prepararsi a eventi meteorologici disastrosi


Le generazioni precedenti di tecnologia wireless cellulare, come 4G e LTE, operano su frequenze radio inferiori.  Per raggiungere le velocità superveloci, il 5G dovrà essere in grado di funzionare a frequenze superiori a quelle esistenti 4G e LTE. Una di quelle bande di frequenza è appena sopra i 24 GHz. Ma poco meno di 24 GHz è la frequenza con cui le molecole di vapore acqueo emettono un po 'di segnale radio, e questo è ciò che la rende così preziosa per gli scienziati . Sono preoccupati che il 5G potrebbe essere un vicino rumoroso, che perde involontariamente segnali nelle bande della porta accanto, che potrebbe interferire con la loro capacità di monitorare il vapore acqueo. Lo studio del vapore acqueo è importante per prevedere la traiettoria delle tempeste, prevedere il tempo soleggiato o la pioggia e tenere d'occhio il cambiamento climatico.





https://www.theverge.com/2019/10/28/20936197/5g-world-radiocommunication-conference-weather-forecasting-egypt

sabato 26 ottobre 2019

IoT e 5G: validi se si vuole vivere nel ... pericolo !

https://www.activistpost.com/2019/09/same-sht-different-day-internet-of-things-warnings-from-security-experts-include-hacking-death-etc.html


Che lo sappiano in anticipo o meno, le persone che installano la tecnologia Internet delle cose (IoT) nelle loro case scelgono di vivere pericolosamente


Sfortunatamente, l'installazione diffusa della tecnologia 5G e IoT su mandato del governo ci costringe a vivere pericolosamente.

Gli esperti di sicurezza mettono in guardia sull'IoT da molti anni.
Ha un tasso di fallimento del 74%. Cercare di risolvere questo problema sembra impossibile.

La razza umana è riuscita a esistere fino a questo punto senza l'IoT, il che ci riporta al tema degli avvertimenti degli esperti e della vita pericolosa.



  • Microsoft afferma che il 30% dei progetti IoT fallisce nella fase Proof-of-Concept. Gli esperti di sicurezza avvertono la vulnerabilità dell'IoT e il tasso di fallimento del 74% può causare eventi catastrofici.
  • Gli scienziati del MIT sono entusiasti delle (ahimé dannose)  applicazioni wireless 5G e 6G, pericolose applicazioni AI e IoT come anche del loro laser che trasmette in remoto l'audio alle orecchie delle persone ...


mercoledì 23 ottobre 2019

il 5G non è sicuro: ne parla anche la celeberrima rivista Scientific American





Ci sono innumerevoli esempi di quando "legale" non significa "sicuro".
Il 5G è uno di questi.
Il settore delle telecomunicazioni non sa nemmeno con certezza che il 5G è sicuro. A febbraio, i dirigenti delle imprese di telecomunicazioni USA  hanno reso testimonianza al Congresso degli Stati Uniti affermando di NON avere EVENDENZE SCIENTIFICHE.
Tuttavia, è legale ed economico farlo - sulla Terra e nello spazio - nonostante i crescenti avvertimenti sui rischi biologici e ambientali e che ci siano già livelli pericolosi di spazzatura spaziale 

Grazie a Scientific American per aver pubblicato un'opinione del Dr. Joel Moskowitz, "Non abbiamo motivo di credere che il 5G sia sicuro".

We Have No Reason to Believe 5G Is Safe

The technology is coming, but contrary to what some people say, there could be health risks

martedì 22 ottobre 2019

Meccanismo d'azione per il cancro da EMF: NTP in pista ! Chiara evidenza di danni del DNA per effetto delle RF



22.10.2019

Il National Toxicology Program (NTP) degli Stati Uniti inizierà presto una nuova fase del suo progetto RF di lunga durata. L'anno scorso, l'NTP ha concluso che le radiazioni RF causano il cancro; ora inizierà una ricerca sistematica di meccanismi per spiegare come e perché si sono sviluppati i tumori. I lavori dovrebbero iniziare entro la fine dell'anno.

Il piano di ricerca è di ampio respiro. Comprende studi sull'espressione genica, stress ossidativo e il danno e la riparazione del DNA, nonché il possibile ruolo svolto dal calore. Altre priorità nell'agenda NTP sono gli studi sul comportamento e lo stress.

Siamo "ottimisti" di poter rilevare i cambiamenti nell'espressione genica e identificare i biomarcatori degli effetti RF, ha dichiarato Michael Wyde di NTP a Microwave News. Wyde sta guidando il nuovo progetto. Continuerà a lavorare con John Bucher, ex direttore associato della NTP, che ha condotto uno studio sugli animali da 30 milioni di dollari, che ha mostrato "prove chiare" che le radiazioni RF possono portare a tumori maligni nei ratti maschi.

L'NTP ha già riferito   (https://microwavenews.com/news-center/ntp-comet-assay) di aver trovato più rotture di DNA - come rilevato con il test della cometa - tra gli animali esposti alla RF, incluso nel cervello in cui i ratti hanno successivamente sviluppato tumori. Tali risultati, presentati in una conferenza due anni fa, sono stati presentati per la pubblicazione. Il documento è attualmente in fase di revisione tra pari, secondo Sheena Scruggs nell'Ufficio delle comunicazioni e delle informazioni pubbliche del NIEHS. (NTP e NIEHS sono strettamente connessi.)

In che modo le radiazioni RF causano rotture del DNA?

Il fatto che l'NTP abbia documentato il danno al DNA "aumenta la credibilità delle scoperte sugli animali", ha affermato Ron Melnick. "È molto utile." Melnick ha guidato il team che ha progettato lo studio NTP; in pensione dal 2009.

Manca ancora, tuttavia, di comprendere il meccanismo in cui le radiazioni RF causano danni al DNA. "Le stesse rotture non ti dicono nulla sul meccanismo al lavoro", ha spiegato Henry Lai in una recente intervista. Venticinque anni fa, Lai e N.P. Singh sono stati il primi a dimostrare che le radiazioni RF possono indurre rotture del DNA, come è accaduto, nel cervello dei ratti.

È generalmente accettato che la radiazione RF non è di per sé abbastanza potente da rompere i legami chimici e quindi incapace di separare direttamente il DNA. All'inizio, Lai e Singh hanno offerto due possibili meccanismi: stress ossidativo e riparazione del DNA compromessa. Lo stress ossidativo è una scorciatoia per la sequenza di eventi che segue un aumento del numero di radicali liberi, molecole biologicamente attive che possono danneggiare il DNA. In alternativa, la radiazione RF può ostacolare la capacità della cellula di riparare le rotture del DNA, che si verificano in modo naturale e non di rado.

Nel 1997, due anni dopo il loro articolo originale, Lai e Singh hanno ottenuto conferme che implicano stress ossidativo. Quando hanno trattato i ratti con melatonina, un ormone naturale che neutralizza i radicali liberi, prima dell'esposizione alla RF non si sono verificate più rotture del DNA. Se le radiazioni potessero effettivamente generare radicali liberi, hanno sottolineato, i rischi andrebbero oltre il cancro includendo l'invecchiamento precoce, nonché l'Alzheimer, la SLA e altre malattie neurologiche.

"Se dovessi progettare il lavoro, esaminerei il legame tra stress ossidativo e danni al DNA", ha detto Melnick. "È fattibile."

Una recente recensione (https://www.tandfonline.com/doi/full/10.3109/15368378.2015.1043557?scroll=top&needAccess=true)  di circa 100 articoli ha scoperto che oltre il 90 percento "ha confermato che le radiazioni RF [di basso livello] inducono effetti ossidativi nei sistemi biologici". È stato pubblicato su Electromagnetic Biology and Medicine,  nel 2016.

Wyde di NTP ha affermato che un primo importante passo sarà "replicare i test delle comete" per confermare che le radiazioni RF danneggiano il DNA. Ha citato alcune incertezze interpretative dovute all'ampia variazione dell'entità delle rotture osservate negli esperimenti NTP originali e al piccolo numero di animali utilizzati. Se le interruzioni venissero replicate, Wyde prevede di eseguire ulteriori "test più specifici e robusti" per valutare il danno al DNA e riparare gli enzimi.

Nuove camere di esposizione più piccole

Per questa nuova fase del progetto RF, l'NTP si è nuovamente rivolto alla Fondazione IT IS di Zurigo per progettare e costruire nuove camere di riverbero, che sono più compatte e meno costose delle unità costruite per lo studio originale. Come prima, queste unità più piccole consentiranno anche agli animali di muoversi liberamente mentre sono esposti a radiazioni a 900 MHz o 1800 MHz. Ognuno può ospitare fino a dieci animali.

 

21.10.2019
pubblicazione del seg. lavoro dei ricercatori di NTP    https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1002/em.22343


I risultati del test della cometa hanno mostrato aumenti significativi del danno al DNA nella corteccia frontale di topi maschi (entrambe le modulazioni), leucociti di topi femmine (solo CDMA) e ippocampo di ratti maschi (solo CDMA). Sono stati osservati aumenti del danno al DNA giudicati equivoci in molti altri tessuti di ratti e topi. Non sono stati osservati aumenti significativi dei globuli rossi micronucleati nei ratti o nei topi. In conclusione, questi risultati suggeriscono che l'esposizione a RFR è associata ad un aumento del danno al DNA.

lunedì 14 ottobre 2019

una raccolta organica di documentazione scientifica su un file excel ...

Un contributo di Evelyn Savarin | Cellular Phone Task Force    molto utile.

Un file excel con oltre 1100 lavori più importanti (in quanto a sua volta citati da altri lavori scientifici) a disposizione di tutti

https://onedrive.live.com/view.aspx?resid=1B7E08193853732!199&ithint=file%2cxlsx&authkey=!ANqUqfympZAWv4o



mercoledì 9 ottobre 2019

WHO vuole aggiornare la sua monografia sugli effetti delle radiofrequenze sulla salute umana

Come ben spiegato in  https://www.who.int/peh-emf/research/rf_ehc_page/en/

la monografia sulle radiofrequenze è addirittura del 1993 !  quindi con le conoscenze dell'epoca e quando la telefonia cellulare era basata sul 'molto meno dannoso'  GSM ...

Sono chiamati tutti quelli che hanno competenze tecnico scientifiche a portare il proprio contributo.

E' una opportunità che non va assolutamente persa. 


The World Health Organization’s (WHO) Radiation Programme has an ongoing project to assess potential health effects of exposure to radiofrequency (RF) electromagnetic fields in the general and working population. To prioritize potential adverse health outcomes, WHO conducted a broad international survey in 2018. Ten major topics were identified for which WHO will now commission systematic reviews to analyze and synthesize the available evidence.

Through this Call, WHO invites eligible teams to indicate their interest in undertaking a systematic review on one (or more) of the following topics:
                     SR1 – Effect of exposure to RF on cancer (human observational studies)
                     SR2 – Effect of exposure to RF on cancer (animal studies)
                     SR3 – Effect of exposure to RF on adverse reproductive outcomes (human observational studies)
                     SR4 – Effect of exposure to RF on adverse reproductive outcomes (animal and in vitro studies)
                     SR5 – Effect of exposure to RF on cognitive impairment (human observational studies)
                     SR6 – Effect of exposure to RF on cognitive impairment (human experimental studies)
                     SR7 – Effect of exposure to RF on symptoms (human observational studies)
                     SR8 – Effect of exposure to RF on symptoms (human experimental studies)
                     SR9 – Effect of exposure to RF on biomarkers of oxidative stress
                     SR10 – Effect of exposure to heat from any source and pain, burns, cataract and heat-related illness

Teams intending to respond to this Call for Expression of Interest are invited to visit http://www.who.int/peh-emf/research/rf_ehc_page/en/index.html
The closing date for this Call of Expression of Interest is 4 November 2019.

Boris Johnsson convintamente dichiara all'ONU la sua contrarietà all' Internet delle cose ...



In un appassionato discorso davanti all'Assemblea generale delle Nazioni Unite il 24 settembre 2019, il primo ministro britannico Boris Johnson ha dichiarato che l'autoritarismo digitale non è roba da fantasia distopica ma da una realtà emergente. 

Ha descritto l'Internet of Things, le città "intelligenti" e l'IA come una gigantesca nube temporalesca che si abbassa sempre più oppressivamente sulla razza umana , una forza che rimodella il futuro dell'umanità su cui la razza umana non ha alcun controllo e da cui, in futuro , potrebbe non esserci nessun posto dove nascondersi.











https://www.globalresearch.ca/telcos-losing-battle-impose-5g/5691065?fbclid=IwAR2ZYruCISATA4s4Uz0EQQQ9-J9YZGNeygVE_cfrmXfAOFbgDKCW39ADSZ4

Cittadini Danesi fanno causa al loro Stato per il 5G


Stiamo facendo causa allo stato danese
Stiamo facendo causa allo stato danese per aver pianificato l'implementazione della nuova rete mobile 5G in tutta la Danimarca entro il 2020, senza condurre alcun tipo di test sanitario in relazione all'esposizione di radiazioni a lungo termine alle persone, in particolare per gli effetti dannosi del nascituro e i bambini e la nostra natura.

Questo è il motivo per cui stiamo facendo causa allo stato danese
Lo stato danese ha ignorato almeno 244 medici e ricercatori riconosciuti a livello internazionale provenienti da più di 40 paesi diversi, i quali hanno tutti documentato che la rete mobile 5G si è dimostrata dannosa e in alcuni casi mortale, soprattutto per i bambini in gestazione e i bambini. Lo stato danese ha scelto di impiegare solo esperti appositamente selezionati e incompetenti per disinformare la popolazione danese circa il 5G. Questi esperti sono tutti legati al settore delle telecomunicazioni. Lo stato danese non ha fatto affidamento su test imparziali su esseri umani, fauna selvatica o piante.


https://www.landsindsamlingenmod5g.org/english?fbclid=IwAR0uMbiiHlSgx9dK_Oh1w2iM0kuXJLMOaGzLqvq-UDVRVmMD399axCdP0HM

venerdì 20 settembre 2019

Cipro e Malta: i due parlamenti danno uno stop al 5G in attesa di valutazioni sanitarie

Cyprus: MPs want health hazard study prior to allowing 5G


LEGISLATORS on Thursday called for an independent study into the potential health hazards of 5G before the cellular network technology is fully rolled out.
The matter was discussed during a joint session of the House health and environment committees, also attended by local academics and scientists.
“Before issuing licenses [for the 5G spectrum] we need to take into account people’s health and their concerns,” Akel MP Adamos Adamou later told reporters.
He said that mobile service providers stand to make a great deal of money from the rollout of 5G, but public health must come first.
Diko MP Georgios Procopiou said scientists and university professors cited research indicating higher cancer incidences attributed to electromagnetic radiation.
The headmaster of a primary school in Engomi, Nicosia, said three conventional mobile phone masts had been erected within 20 metres of his school.
He spoke of a ‘cancer cluster’ in the area.
In Cyprus, 5G has to date been utilised on a pilot basis. Antennas emitting 5G have already been installed along the Limassol coastline and within the Nicosia town centre as part of Cyta’s pilot phase.
In line with Cyprus’ national broadband plan, local telecom companies Cyta, Epic, and Primetel were in April given licensing to run pilot 5G programmes pending the official spectrum auction set to begin at the end of 2019 and to wrap up in the first quarter of 2020.
The EU’s 5G Action Plan, drawn up in 2016, laid out the objective of starting the launch of 5G services in a selected city in each member state by the end of 2020 at the latest, followed by a rapid build-up to ensure uninterrupted 5G coverage in urban areas and along main transport paths by 2025.

Malta’s Public Health Authority Sounds 5G Warning, States Potential Danger Is ‘Unclear’

More health studies are needed before Malta introduces 5G technology, the Superintendent of Public Health has warned.
In comments to Lovin Malta about the technology, Prof. Charmaine Gauci cited the World Health Organisation and the Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks who said that should the overall population exposure to electromagnetic frequency (EMF) remain low, no public health consequences should be expected.

“Given 5G devices and networks are a new concept, the potential increase in overall exposure to EMF is unclear,” she said.

“In view of  the uncertainty of potential exposure from 5G and the possible resulting health effects especially in the long term, and considering the high level of urbanisation in Malta, the precautionary principle underlining public health should be upheld and more time allowed for international studies to be carried out and updated guidelines from the ICNIRP (International Commission on Non-Ionizing Radiation Protection ) which are currently being revised, be issued.”

martedì 17 settembre 2019

Studi sulla leucemia: se il finanziamento è dell'industria la relazione con i campi magnetici è ... inconsistente


E' un'indagine fatta da David Carpenter che è andato a studiarsi tutti i maggiori studi epidemiologici di indagine di presenza di una relazione tra leucemia e fonti di CEM a bassa frequenza (tralicci alta tensione etc.) 

"Sorprendentemente" scopre che i CEM sono molto probabilmente uno dei fattori, ma solo se chi ha finanziato la ricerca è un ente pubblico ... altrimenti NEIN ! (come direbbero gli esperti dell'ICNIRP).



 2019 Aug 24;178:108688. doi: 10.1016/j.envres.2019.108688. [Epub ahead of print]

Extremely low frequency electromagnetic fields and cancer: How source of funding affects results.

Abstract

While there has been evidence indicating that excessive exposure to magnetic fields from 50 to 60 Hz electricity increases risk of cancer, many argue that the evidence is inconsistent and inconclusive. This is particularly the case regarding magnetic field exposure and childhood leukemia. A major goal of this study is to examine how source of funding influences the reported results and conclusions. Several meta-analyses dating from about 2000 all report significant associations between exposure and risk of leukemia. By examining subsequent reports on childhood leukemia it is clear that almost all government or independent studies find either a statistically significant association between magnetic field exposure and childhood leukemia, or an elevated risk of at least OR = 1.5, while almost all industry supported studies fail to find any significant or even suggestive association. A secondary goal of this report is to examine the level of evidence for exposure and elevated risk of various adult cancers. Based on pooled or meta-analyses as well as subsequent peer-reviewed studies there is strong evidence that excessive exposure to magnetic fields increases risk of adult leukemia, male and female breast cancer and brain cancer. There is less convincing but suggestive evidence for elevations in several other cancer types. There is less clear evidence for bias based on source of funding in the adult cancer studies. There is also some evidence that both paternal and maternal prenatal exposure to magnetic fields results in an increased risk of leukemia and brain cancer in offspring. When one allows for bias reflected in source of funding, the evidence that magnetic fields increase risk of cancer is neither inconsistent nor inconclusive. Furthermore adults are also at risk, not just children, and there is strong evidence for cancers in addition to leukemia, particularly brain and breast cancer.

Trump: si al controllo di massa ... altro che la Fattoria di Orwell!



Donald Trump è stato aggiornato sul programma hi-tech per raccogliere i dati di Apple Watch, Alexa e Google Home per impostare un sistema di allarme rapido per individuare segni di problemi di salute mentale negli assassini di massa prima che colpiscano.


Il presidente Trump ha continuato a evitare dettagli sulle proposte che potrebbero essere controproducenti, settimane dopo le sparatorie a Dayton ed El Paso

Ha detto che bisogna  "tenere le pistole fuori dalla mano dei malati, dei malati di mente e io sostengo anche qualcosa che ha a che fare con le malattie mentali"

La Casa Bianca è stata informata il mese scorso dalla Suzanne Wright Foundation sulla sua proposta di raccogliere dati per cercare di anticipare le stragi.
Farebbe affidamento sui dati raccolti da Apple Watch, Amazon "Alexa" e Google Home ... una sorta di  "diagnosi precoce della violenza neuropsichiatrica", ha riferito il Washington Post


Aggiungo io:  ovviamente non parla di bloccare lo scandaloso ipermercato delle armi che colpisce chiunque si reca negli USA!!!



https://www.dailymail.co.uk/news/article-7428569/Donald-Trump-briefed-hi-tech-scheme-set-early-warning-potential-mass-shooters.html


giovedì 12 settembre 2019

ISDE e European Consumers divulgano un documento di 146 pagine sui rischi da nuove tecnologie digitali

“Rapporto ISDE – European Consumers sui campi elettromagnetici e i rischi connessi alle nuove tecnologie“, 146 pagine sui rischi del 5G per umanità e ambiente inviato a tutti i Sindaci d’Italia, ma pure al Governo Conte Bis e ai gruppi parlamentari. Lo ha appena ufficializzato European Consumers “associazione delle associazioni“, prospetta azioni giudiziarie dopo il nuovo rapporto scritto insieme ai medici per l’ambiente di ISDE Italia


Ricordo che ISDE è la associazione italiana dei Medici per l'Ambiente. 

http://www.europeanconsumers.it/wp-content/uploads/2019/09/Rapporto-indipendente-isde_ec-sui-campi-elettromagnetici.pdf





martedì 10 settembre 2019

Polarizzazione: differenza tra CEM artificiali e naturali

vedi  https://www.nature.com/articles/srep14914#abstract

Nel presente studio analizziamo il ruolo della polarizzazione nell'attività biologica dei campi elettromagnetici (EMF) / radiazione elettromagnetica (EMR).
Tutti i tipi di EMF / EMR artificiali - in contrasto con EMF / EMR naturali - sono polarizzati. Gli EMF polarizzati / EMR possono avere una maggiore attività biologica, a causa di:
1) Capacità di produrre effetti di interferenza costruttiva e amplificare le loro intensità in molti luoghi cellulari.
2) Capacità di forzare tutte le molecole cariche / polari e in particolare gli ioni liberi all'interno e intorno a tutte le cellule viventi per oscillare su piani paralleli e in fase con il campo polarizzato applicato.

 Tali oscillazioni forzate ioniche esercitano forze elettrostatiche additive sui sensori dei canali ionici elettro-sensibili della membrana cellulare, con conseguente loro gating irregolare e conseguente interruzione del bilancio elettrochimico della cellula.
Queste caratteristiche rendono gli EMF / EMR artificiali più bioattivi degli EMF / EMR naturali non ionizzanti. Ciò spiega il crescente numero di effetti biologici scoperti negli ultimi decenni da indurre dai campi elettromagnetici artificiali, diversamente dai campi elettromagnetici naturali nell'ambiente terrestre che sono sempre stati presenti nel corso dell'evoluzione, sebbene l'esposizione umana a questi ultimi sia normalmente di intensità / energia significativamente più elevate e durate più lunghe. Pertanto, la polarizzazione sembra essere un fattore scatenante che aumenta in modo significativo la probabilità di innescare effetti biologici / sulla salute


vedi anche


https://www.forbes.com/sites/cognitiveworld/2019/09/09/an-electromagnetic-health-crisis/#5ec8d39130e5.

sabato 7 settembre 2019

l'Appello Internazionale Stop 5G ha superato le 130.000 firme

L'appello di moratoria sulla implementazione del 5G rivolta ai Grandi Decisori nel Mondo
https://www.5gspaceappeal.org/the-appeal

sta coinvolgendo sempre più persone ed organizzazioni.

Ad oggi

3,381 scientists
1,913 medical doctors
5,848 engineers
3,525 psychologists, psychotherapists and social workers
3,052 nurses


La traduzione dell'appello in italiano :  
https://drive.google.com/open?id=1s6fn_Ph1nhAECOorBa-m1nsYUx8aCnNR

Lista di Organizzazioni Italiane che hanno già firmato

ITALY

ArciLesbica Modena, Modena, Rita Paltrinieri, President
Areté Ensemble, Giovinazzo, Saba SALVEMINI, President
Associazione Culturale I FEEL GOOD, Castelnuovo di Porto, Viviana Taccione, President
Associazione Italiana Elettrosensibili, Venezia, Paolo Orio, President
Associazione Malattie da Intossicazione Cronica e Ambientale (A.M.I.C.A.), Rome, Lucietta Chiafalà, President
Associazione Nationale Dipendenti Comparto Sicurezza Internazionale (“National Association of Employees Comparative International Security”), Independent Intelligence Service & Analysis Study Research, Rome, Marino Savina, Interior Minister, National President
Associazione Per la Prevenzione e la Lotta all’ELLETROSMOG (A.P.P.L.E.), Padua, Laura Masiero, President
Assotziu Consumadoris Sardigna - Onlus, Cagliari, Marco Mameli, Presidente
Bürgerwelle Südtirol - Netzwerk zum Schutz vor Elektrosmog, Bozen, Armin Sparer
Centro Tutela Consumatori Utenti (“Consumer Protection Center”), Bolzano, Walther Andreaus
Comitato Lecce Via Cavo, Lecce, Fabia Del Giudice, President
Comitato No Antenne Pedavena, Pedavena (BL), Augusto De Nato
Committee for the Protection and Safeguard of the Environment in Monte Porzio Catone ONLUS-Organization, Monte Porzio Catone (Rome), Stefano Gallozzi
Electtrosmog Sicilia, Catania, Sicily, Davide Maria Palio, Associate
Elettrosmog Volturino, Volturino (FG), Antonio Gagliardi, Presidente
International Society of Doctors for Environment (ISDE), Genoa, Valerio Gennaro, President
Laboratorio Ambiente Italia srl, Rome, Giuseppe Marfoli, Sole Administrator
Obiettivo Sensibile, Rovereto (Trento), Fedel Cristina, Rights of those sick with EHS and MCH
Rete Noelettrosmog Italia, Crema, Giorgio Cinciripini, Co-Founder
Semi Nuovi Orizzonti Naturali, GIOVINAZZO, Saba Salvemini, President
Veneto Multiple Chemical Sensitivity Committee, Claudio Fiori

Vi sollecito a firmare qui