Syndication

venerdì 2 gennaio 2015

Un romanzo sulla conflittualità permanente tra cittadini ed ... untori !

Vi segnalo un recentissimo libro scritto dalla nostra amica, Francesca Romana Orlando, che - come è noto alla maggior parte di voi  -  da diversi anni segue in prima persona le vicende del 'mondo della MCS e della elettrosensibilità'.

Lei ha perseguito l'idea di fare informazione cercando una via più diretta e meno 'didattica' , cioè un romanzo in cui I fatti ed I personaggi sono molto reali-stici.

Mi ricorda un altro romanzo thriller "Il coniglio bianco" di Nino Treusch (2010), che trovai belloe stimolante.



Qui una presentazione del libro da parte dell'autrice:

E’ un romanzo thriller su una scienziata dell’ISS, Cassandra Conte, che fa da CTU in una causa promossa da cittadini per danni alla salute causati dalle antenne.
Sullo sfondo di questa trama si intrecciano le storie avventurose di alcuni scienziati che denunciano la pericolosità delle antenne dei cellulari (ispirati a Livio Giuliani, Fiorenzo Marinelli e agli scienziati ICEMS a cui è dedicato il libro). Nel libro si parla anche di un’organizzazione clandestina di multinazionali dei cellulari che ordisce trame per manipolare la ricerca e insieme ad una società di PR orienta la pubblica opinione.
Le vicende si intrecciano fino ad arrivare al 31 maggio 2011, data storica in cui la radiofrequenza è classificata come “possibile cancerogeno per l’Uomo”:
Nel libro si parla anche della misurazione dei campi elettromagnetici in 24 ore invece che in 6 minuti ma in forma romanzata, cioè semplice, e si fa capire che è voluta dall’industria per la telefonia 4G.
Uno dei protagonisti è un ingegnere elettrosensibile, Raj Kotak, personaggio che mi è stato ispirato dal bravo Girish Kumar ingegnere che ha scritto un rapporto proprio sulla pericolosità dei cellulari.
Lui è stato male per anni a causa delle radiazioni delle antenne dei cellulari che testava nel laboratorio accanto al suo studio. Da quando ha schermato tutto, i suoi sintomi sono nettamente migliorati.
La protagonista, biologa dell’ISS, usa le coltivazioni di cellule sul campo, ovvero in abitazioni dove ci sono malati a causa delle antenne, come fa il Dott. Fiorenzo Marinelli per determinare se le antenne fanno male nelle abitazioni di Potenza Picena dove ci sono malati per colpa del radar.
Ho usato la forma del romanzo per far capire in modo semplice la questione degli effetti biologici dei campi elettromagnetici termici e non termici e soprattutto per suggerire le strategie di vendita e di manipolazione della ricerca scientifica da parte dell’industria dei cellulari.
 
Sul sito www.lacittabianca.com trovate maggiori informazioni.
 
Vi invite a leggerlo, cosa faro senzaltro io.
 
 

Nessun commento:

Posta un commento