Syndication

martedì 28 febbraio 2012

Immotivata costituzione di una nuova Rete
Venuto a conoscenza di notizie calunniose nei miei confronti da parte di Livio Giuliani definendomi autore di minacce di morte o terrorismo contro il Rappresentante dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Michael Repacholi), nel caso questi avesse partecipato al convegno ICEMS di Benevento del 2006, allego documentazione che attesta trattarsi di denuncia e non di morte, da parte di altri, che mi sono limitato a tradurre e diffondere; dalla lettura la verità di quanto accaduto.
La creazione di una nuova rete nazionale antielettrosmog invocata da Giuliani non trova giustificazione alcuna perché la Rete c'è già, attiva da oltre un anno e chi è interessato al tema può farne parte, non ha censurato nessuno.
Anzi la Rete era stata costituita già da diversi anni a Firenze, tra i membri fondatori anche Gagliardi e Giuliani, che non contento della presenza di alcuni non ha consentito di proseguire negli obiettivi.
Giuliani allora pensa di decidere come formare una nuova squadra con esclusione di Gagliardi e il prof. Levis, il quale oltretutto è una colonna nel campo e non ha interesse a farne parte perché impegnatissimo e posso personalmente escludere che il professore guadagni nelle consulenze essendo venuto a Volturino due volte, solo con rimborso viaggio.
Gagliardi non poteva gettare l' ICEMS in cattiva luce non facendone parte, quanto piuttosto i documenti allegati.
E' il fine di Giuliani che non è chiaro.
Antonio Gagliardi, Elettrosmog Volturino.

Lettera di Livio Giuliani
----- Original Message -----
From: "Livio Giuliani"
Sunday, February 19, 2012 12:50 PM
Subject: Re: Iinquinamento elettromagnetico: ri-organizzare una Rete ? Via i
provocatori: il sospetto di terrorismo lanciato dalla Sicurezza dell'OMS nel
2006 non basta?
"...........Infine non credo che nel movimento possano trovare spazio coloro che hanno contribuito attivamente a distruggere tale patrimonio di
competenze: gente che ha fatto peggio di Stagliano', propagando una improbabile minaccia di morte al Rappresentante dell'Organizzazione
Mondiale della Sanita' nel caso avesse partecipato al Convegno ICEMS di Benevento del 2006 - cio' che a livello internazionale ha posto l'ICEMS in una ingiusta prospettiva - ne' chi ha attivamente calunniato con denunce inconsistenti chenhanno si prodotto una inchiesta disciplinare nel 2008 a carico del solo direttore del Laboratorio che e' stato presidio di prevenzione e protezione dai campi elettromagnetici, come le altre archiviata per insussistenza dei fatti: via Volturino, via Apple (che questi ultimi continuino a fare i
loro guadagni con le loro consulenze, dove possono, al posto degli
organi dello Stato e delle Regioni)".
Un saluto
Livio Giuliani

Lettera di Antonio Gagliardi (Feb 2006)

Considerato che nel forum non si può mandare in allegato il programma, apritelo voi stessi.
Da sottolineare la presenza negativa di Repacholi, ultimamente in risalto per i 150.000 dollari all'anno che riceve dalle compagnie dei telefonini e per aver consigliato i governi a non effettuare misurazioni nelle case.
Da associazioni internazionali arriva l'invito soprattutto per noi italiani a presenziare nella protesta, come quella in fondo alla locandina.
Antonio Gagliardi-Elettrosmog Volturino

----- Original Message -----
To:שפיגל ; שפיגל ; שפיגל ; בלגיה שפיגל ; Zurich Swizerland ; Zurich news Swizerland ; Zurich ; Yves Cochet ; WWF ; WWF ; WWF ; vat ; VAT ; the independent ; telegraph ; telegraph ; stampa italy ; stampa ; Stampa ; ROMA ; ROMA ; ROMA ; ROMA ; ROMA ; ROMA ; Repubblica ; Repubblica ; repubblica ; Noel Mamere ; Medicins en faveur de l'enviro ; Marcel Goldbert ; laurence Faivre ; Lancet ; jose Cambou ; Jean louis Valatx ; Jean Leguen ; independent England ; Henry Emmanuelli ; Guardian England ; guardian ; guardian ; guardian ; Greenpeace UK ; GreenPeace Italy ; Greenpeace ; GreenPeace ; Geneva ; Geneva ; Danielle Salomon ; ASL ; cirinfo@kprm.gov.pl ; kksp@nw.senat.gov.pl ; sante-dir-cab-secr@sante.gouv.fr ; anders.ahlbom@ki.se ; "brian.philips."@bccdc.ca ; maria.feychting@imm.ki.se ; cardis@iarc.fr ; repacholim@who.int ; ohkuboc@who.int ; hietanen@occuphealth.fi ; a.swerdlow@icr.ac.uk ; paolo.veccia@iss.infn.it ; b.veyret@enscpb.fr ; afsse@afsse.fr ; randy.ross@bccdc.ca ; ravenscroftl@who.int
Friday, February 17, 2006 4:28 PM
Subject:Per immediato comunicato stampa
Per immediato comunicato stampa: un olocausto sopravvissuto ammonisce
in previsione di un secondo olocausto, e manda a chiamare il Papa a partecipare
Cari Tutti,
La lettera allegata è stata appena spedita alla Sua Santità il Papa nel Vaticano, Italia.
Noi chiediamo alle agenzie di stampa internazionali di pubblicare queste informazioni ed essere in contatto con noi, con riguardo ad un crimine che non ha precedenti nei confronti dell'umanità. Noi stiamo chiedendo l'aiuto del Papa a partecipare nel problema dopo 3 petizioni che furono già spedite all' O M S, ed al segretario dell' ONU Kofi Annan.
Noi invochiamo che il responsabile dell' Organizzazione Mondiale della Sanità del reparto di Radiazione, Dott. Michael Repacholi, sia esaminato con una macchina della verità per causa del danaro. Dott. Repacholi sarà il 23.2.06 a Benevento, Italia, e noi chiamiamo le Autorità italiane per farlo arrestare secondo i dettagli nella lettera, ed avviamo un'inchiesta internazionale. Noi agiremo in qualsiasi modo possibile finché non abbiamo scoperto ciò che noi cerchiamo.
Per favore legga la lettera seguente e sia avvertito che Lei, i Suoi amati e le nazioni intere sono dirette completamente verso una rovina ad un prezzo alto senza precedenti.
Una copia di questa lettera andrà spedita al Primo Ministro tedesco, il quale è un convinto sostenitore nel riconoscervi l'Olocausto. Noi confidiamo che anche Lei sarà sensibile all'Olocausto corrente, con forti convinzioni anche in Germania.
Oltre alla lettera allegata, noi offriamo alle agenzie internazionali a richiesta i documenti seguenti :
1) le 3 petizioni spedite all'OMS e a Kofi Annan. (parte di esse sono disponibili in francese)
2) Una recente radiotrasmissione in Italia (in italiano) nella quale il direttore di un'organizzazione pubblica( Antonio Gagliardi di Elettrosmog Volturino a Radio Popolare Network di Venezia) rivelò il danaro all'Organizzazione Mondiale della Sanità, dopo che furono riportate notizie da un servizio su radiazione prima.
3) Un avvertimento su salute dal reparto di Salute in Salszburg.
4) Tanti medici tedeschi allarmati (Appello di Freiburg).
5) Tutti i dettagli attinenti su come raggiungere il Dott. Repacholi il 23.2.06 a Benevento.
Distinti saluti in salute, seguendo dopo l'Associazione di Giustizia in favore di Michael Raz, un investigatore ufficiale.

Testo originale
For immediate press release:A Holocaust survivor warns against a second holocaust, and calls for the Pope to interfer.
Dear All,
The attached letter has been just sent to his majesty the Pope in the Vatican, Italy.
We ask the international press agencies to publish this information and be in contact with us, with regard to an unprecedented crime against humanity. We are asking the help of the Pope to interfer in the issue after 3 petitions were already sent to the World Health Organization, and to the UN secretary Mr. Kofi Anan.
We call the World Health Organization head of Radiation department, Dr. Michael Repacholi,
to be tested with a lie detector for bribe. Dr. Repacholi will be on the 23.2.06 in Benevenetto,Italy and we call the Italian Authorities to arrest him according to the details in the letter, and start an international investigation. We are going to act at any way possible until we get what we want.
Please read the following letter and be warned that you, your loved ones and whole nations are going through an unprecendanted assault with high price.
A copy of this letter is going to be sent to the German Prime Minister, who is a strong supporter of
recognizing the Holocaust. We hope that she will be sensitive to the current Holocaust too, which strongly attacks in Germany as well.
In addition to the attached letter, We offer the international agencies the following documents by request:
1) the 3 petitions sent to the WHO and to Kofi Anan. (part of them are availble in French as well)
2) A recent radio show in Italy (in Italian) in which the manager of a public organization revealed
the bribe at the world health organization, after it was first reported by a news service on radiation.
3) a health warning from the Health department in Salzburg.
4) German physicians in quantities warings (Freiburg Appeal).
5) all the relevant details on how to reach Dr. Repacholi on the 23.2.06 in Benevento.
Sincerely yours in health,
Chasing after Justice Association
on behalf of Michael Raz, an official investigator.

Dopo l'esclusione di A. Gagliardi al convegno
-------- Original-Nachricht --------
Betreff: Workshop di BN 22\25 febbr.
Datum: Fri, 24 Feb 2006 17:51:03 +0100
Von: elettrosmogvolturino
An: Altri...............


Torno dal workshop di Benevento amareggiato per essere stato impedito di assistere. Arrivo in tempo alla sessione pomeridiana del 23\2, per poter ascoltare Repacholi, ma non lo vedo tra i presenti: penso subito all'e-mail ricevuta in mattinata dall'estero che mi chiedeva se corrispondesse a verità la notizia
dell'assenza di Repacholi alla conferenza perché minacciato da quella lettera israeliana da me tradotta e lanciata in rete.
Stava relazionando lo svedese Jhoansson e dopo aver sistemato la telecamera per riprendere i lavori, vengo invitato dal personale di sala a spegnere la telecamera e uscire perché all'ingresso è necessario controllare se fossi nell'elenco dei richiedenti il pass.
Faccio presente che nella locandina del programma non c'è alcun riferimento a munirsi di pass e che comunque è un evento pubblico vieppiù che rappresento una associazione che si occupa proprio di questi temi e, cosa vergognosa, la notizia di questo meeting l'ho avuta da un'e-mail pervenutami da Israele, pregandomi di
andare a Benevento e protestare contro Repacholi.
Nemmeno i giornali locali sapevano e ho provveduto io stesso a inviare il programma allegando anche la minacciosa lettera israeliana ai quotidiani Il Sannio e il Mattino.
Passa il tempo ma nessuno degli organizzatori arriva, anzi arrivano due in borghese che mi guardavano, cui chiesi se fossero loro.
Erano un ispettore e una poliziotta che chiesero cosa fosse accaduto.
Dissi che non mi hanno consentito di seguire i lavori e una delle ragazze addette aggiunse " Ci hanno detto che è un soggetto pericoloso". Comincio a capire. Ma chi l'ha detto. Devo sapere.
Approfitto della pausa del dott. F. Marinelli che si mostra stupito e va a chiedere al dr. L. Giuliani, responsabile dell'organizzazione, che preferisce parlare con l'ispettore.
Questi mi dice che per oggi non c'è il pass, però per domani magari glielo preparano.
Mi vede l'ing. F. De Lorenzo, stupito perché sono fuori e va a richiedere a Giuliani e dopo un pò mi invita a parlarmi in disparte:" Ma tu l'hai fatta grossa, hai lanciato una lettera minacciosa di uno che non sai chi può essere e l'hai pure tradotta, Repacholi è venuto a saperlo e lui non è venuto perché ha avuto paura, e noi abbiamo perso
l'opportunità di un incontro con lui e Giuliani è arrabbiatissimo. Se gli vuoi parlare aspetta il momento di pausa."
Ho atteso fino alla fine e poi quando vado incontro a Giuliani si rifiuta di parlare dicendomi anche lui "di averla fatta grossa e di non tornare neanche nei giorni successivi perchè è un convegno che non ti interessa".
E si è allontanato con i poliziotti.
Antonio Gagliardi
Elettrosmog Volturino

Nessun commento:

Posta un commento